Skoda Scala: ecco prezzi e allestimenti

La nuova “segmento C” di Skoda debutta sul mercato: motori benzina 1.0 TSI 115 CV e 1.5 TSI 150 CV, e turbodiesel 1.6 TDI 115 CV. Tre configurazioni di gamma. Più avanti sarà anche a metano. Tutti i dettagli.

Tre allestimenti ed altrettante motorizzazioni (due varianti a benzina, declinate su altrettanti livelli di potenza: 115 CV e 150 CV; una turbodiesel da 115 CV); una inedita configurazione abitacolo ed una tecnologia di funzionalità infotainment con eSIM nativa e connettività Smartlink+ usufruibili anche in modalità wireless; un ampio ventaglio di sistemi di assistenza attiva alla guida, ed elevata capacità al vano bagagli. Ecco, in sintesi, la carta d’identità di Skoda Scala che debutta in queste ore sul mercato italiano con prezzi “chiavi in mano” a partire da 21.760 euro.

La novità di segmento C per il marchio boemo, presentata ufficialmente lo scorso 7 dicembre a Tel Aviv (qui il nostro approfondimento) ed entrata in produzione nella prima metà di febbraio (l’assemblaggio avviene negli impianti di Mlada Boleslav) raccoglie il testimone da Skoda Rapid, ed aggiunge un tassello alle strategie di riposizionamento Skoda nel segmento delle berline di fascia media, destinato – secondo recenti previsioni illustrate dai vertici Skoda – a rafforzare ulteriormente la competitività del marchio che fa capo al Gruppo VAG: un programma che ha conosciuto, nel 2017 e nel 2018, due annate da record (il monte-vendite è stato di, rispettivamente, 1,2 milioni ed 1,253 milioni di unità consegnate), con una proiezione di 2 milioni di esemplari a medio termine. A trainare le vendite saranno i modelli che fanno capo al segmento SUV, una precisa distribuzione delle presenze su alcuni mercati-chiave (prima fra tutti l’India che vede Skoda in qualità di “punta di diamante” del Gruppo Volkswagen riguardo ai progetti di sviluppo produttivo e di vendite), ed un mirato turn-over dei modelli in funzione del segmento di appartenenza.

A questa ultima “voce” si rifà la novità 2019 Skoda Scala, allestita sulla sempre più “centrale” piattaforma modulare Mqb A0-Modularer Querbaukasten di fascia compatta, evoluzione per segmento specifico del noto pianale che aveva debuttato nel 2012 per le allora nuove generazioni di Audi A3 e Volkswagen Golf 7 e, in configurazione A0, “base di partenza” per la attuale nuova generazione di modelli di dimensioni compatte del Gruppo VAG.

Le versioni di lancio

Skoda Scala viene avviata ora alla commercializzazione: l’ingresso nelle concessionarie per la nuova “segmento C” boema è fissato per il prossimo maggio. In questa fase di “lancio”, la lineup di versioni si articola sulle varianti 1.0 TSI e 1.5 TSI a benzina da, rispettivamente, 115 CV e 150 CV, abbinate al cambio manuale a sei rapporti (1.0 TSI) e DSG sette rapporti con comando doppia frizione (1.5 TSI); e turbodiesel 1.6 TDI da 115 CV, disponibile con cambio manuale a sei rapporti e DSG sette rapporti. Già definiti i prossimi arricchimenti di gamma: l’estate prossima arriverà la “baby” 1.0 TSI 95 CV (cambio manuale a cinque rapporti), mentre – in ossequio ai programmi di ampliamento delle configurazioni eco friendly di recente strategia da parte del Gruppo Volkswagen – il prossimo autunno sarà la volta della interessante declinazione a metano 1.0 G-Tec 90 CV, che verrà abbinata al cambio manuale sei rapporti.

Queste le dimensioni esterne: Skoda Scala misura 4,362 m in lunghezza (cioè circa 10 cm in più rispetto alla bestseller di segmento Volkswagen Golf), sfiora 1,8 m in larghezza e misura 1,47 m in altezza, per un passo di 2.649 mm.

Prezzi: si parte da 21.760 euro

Fedelmente all’impostazione di lineup Skoda, anche la nuova Scala viene declinata in tre allestimenti: “Ambition”, “Sport” e “Style”. Della prima configurazione fanno parte la versione di ingresso 1.0 TSI 115 CV ed il modello turbodiesel 1.6 TDI 115 CV; l’allestimento “Sport” è anch’esso disponibile tanto per la 1.0 TSI quanto per la 1.6 TDI, allo stesso modo della variante “Style”. Per la declinazione “alto di gamma” 1.5 TSI 150 CV, la disponibilità di allestimenti riguarda “Sport” e “Style”. Il prossimo arrivo 1.0 TSI 95 CV verrà proposto soltanto in allestimento “Ambition”.

Questi i prezzi “chiavi in mano”: Skoda Scala 1.0 TSI 115 CV Ambition: 21.760 euro; Sport: 23.060 euro; Style: 23.860 euro; Skoda 1.5 TSI 150 CV DSG Sport: 25.960 euro; Style: 26.760 euro. Skoda Scala 1.6 TDI 115 CV Ambition: 24.060 euro; Ambition con cambio DSG: 25.560 euro; Sport: 25.360 euro; con cambio DSG: 26.860 euro; Style: 26.160 euro; con cambio DSG: 27.660 euro.

Le dotazioni per i tre allestimenti

Da segnalare, fra le novità di rilievo, l’adozione di un sistema di calcolo itinerario online a tecnologia predittiva tramite server, per l’ottimizzazione del percorso sulla base delle informazioni sul traffico “captate” lungo il tragitto; la possibilità di accedere alle App di infotainment attraverso il nuovo Shop virtuale direttamente dallo schermo touch di bordo, l’assistente vocale con riconoscimento comandi a voce naturale; riguardo ai sistemi di assistenza alla guida, Skoda Scala è il primo modello del marchio boemo ad essere dotato del Side Assistant, che riprende il funzionamento del Blind Spot Detect già disponibile per altri modelli del marchio, ma sfruttando diversi radar monitora un’area maggiore, fino a 70 metri (rispetto ai 20 metri del controllo angoli ciechi già in dotazione alla lineup di marca).

Riguardo agli equipaggiamenti, Skoda Scala persegue la politica di dotazione piuttosto ricca recentemente istituita dall’azienda boema: una strategia che, all’atto pratico, già nell’allestimento standard “Ambition” comprende fra gli altri i cerchi in lega da 16” (qui in variante “Alaris”), le luci anabbaglianti e diurne ed i gruppi ottici posteriori a Led, i fendinebbia con funzione Cornering, il sensore luci, i sensori di parcheggio posteriori con funzione di frenata automatica d’emergenza, la regolazione elettrica per gli specchi retrovisori (riscaldabili), il dispositivo Driver Activity Assistant di riconoscimento stanchezza conducente, il Cruise Control adattivo configurabile fino ad una velocità di 210 km/h, gli alzacristalli elettrici anche alle porte posteriori, i sedili anteriori (quello lato guida regolabile in altezza) con supporto lombare, un “pacchetto” di funzionalità ADAS che oltre al Driver Activity Assistant ed all’Adaptive Cruise Control annovera i sistemi Front Assistant con riconoscimento pedoni e Lane Assistant per il mantenimento della corsia di marcia, la suite di servizi online Skoda Care Connect (chiamata di emergenza “a vita” e 10 anni di Service proattivo) ed il modulo SmartLink+ compatibile con gli standard Apple CarPlay, Android Auto e MirrorLink e accesso ai dati di guida mediante l’applicazione dedicata Skoda OneApp, il volante multifunzione con comandi radio (l’impianto audio è il Bolero con otto altoparlanti, schermo touch centrale da 8” e sistema di ricezione digitale DAB+) e telefono integrati, sei airbag e sistema di ancoraggio IsoFix con TopTether per tre seggiolini, il display multifunzione Maxi DOT con computer di bordo, l’ausilio alle partenze in salita ed il consueto modulo di soluzioni “Simply Clever” per un’ampia versatilità di utilizzo: dal vano portaombrello nella porta anteriore lato guida con ombrello integrato al raschietto per il ghiaccio nel tappo serbatoio carburante, ai numerosi vani portaoggetti (compreso il “pozzetto” JumboBox all’interno del bracciolo centrale anteriore) al frazionamento 60 : 40 del divanetto posteriore, utile ad aumentare fino a 1.410 litri la capacità di carico nel vano bagagli, che nel normale assetto di marcia è di 467 litri.

A questa dotazione, l’allestimento “Sport” aggiunge i cerchi in lega da 17” “Volans”, una configurazione ribassata (-15 mm) per l’assetto a tecnologia di regolazione elettronica degli ammortizzatori secondo il sistema Sport Chassis Control, la finestratura posteriore oscurata ed il lunotto di dimensioni più ampie, uno spoiler posteriore più ampio ed i gusci degli specchi esterni verniciati in nero lucido, la fanaleria posteriore Full Led con indicatori di direzione dinamici e, all’interno, il padiglione in nero, i rivestimenti abitacolo in tessuto-tecnofibra ArtVelours, le levette al volante per il cambio DSG, il commutatore modalità di guida Driving Mode Select, i sedili semi-anatomici con poggiatesta anteriori integrati, la pedaliera sportiva.

Per la configurazione alto di gamma “Style”, la dotazione comprende i cerchi in lega “Stratos” da 17”, la fanaleria anteriore Full Led Crystal Lighting a sistema adattivo AFS-Adaptive Frontlight System, la strumentazione digitale Virtual Cockpit personalizzabile con display da 10.2”, l’impianto di navigazione satellitare “Amundsen” con schermo touch da 9.2”, mappe europee aggiornabili “a vita”, unità di memoria SSD solid state da 64GB e comandi vocali, i servizi Skoda Care Connect con accesso remoto e fruizione delle funzionalità infotainment per un anno, il climatizzatore automatico bi-zona con filtro combinato, sensore umidità e sistema Air Care, il dispositivo di avviamento senza chiave Keyless Easy Start, lo specchio retrovisore centrale a schermatura automatica.

Skoda Scala: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Skoda Citigo: video e scheda tecnica

Altri contenuti