Volkswagen T-Cross: ecco prezzi e allestimenti

Tre configurazioni e due livelli di potenza dall’unità benzina turbo 1.0 TSI per il baby-crossover globale di VW; i prezzi partono da 19.000 euro, con offerta-lancio a 17.900 euro.

Volkswagen T-Cross: ecco prezzi e allestimenti

di Francesco Giorgi

11 Marzo 2019

Dopo le anticipazioni delle scorse settimane, ed in perfetto orario con la “tabella di marcia” che ne indicava il debutto su strada per l’imminente primavera, Volkswagen ufficializza in queste ore i prezzi e gli allestimenti di T-Cross, nuovo compact SUV chiamato ad ampliare la gamma “a ruote alte” di Wolfsburg, tutta contrassegnata dalla lettera iniziale “T ed attualmente articolata sui modelli Tuareg, Tiguan e T-Roc: una ulteriore conferma della marcata attenzione verso le proposte “Sport Utility” sempre più centrali nei progetti di riposizionamento strategico per le principali Case produttrici, Volkswagen compresa.

Il nuovo Volkswagen T-Cross, presentato in anteprima ufficiale a fine ottobre 2018 ad Amsterdam (qui il nostro approfondimento) è disponibile alle ordinazioni nelle concessionarie Volkswagen italiane, a prezzi che partono da 19.000 euro ed in promozione-lancio a 17.900 euro.

La gamma di prezzi del nuovo baby SUV

Questi, nel dettaglio, gli importi “chiavi in mano” per Volkswagen T-Cross, in base agli allestimenti: 1.0 TSI 95 CV “Urban” con cambio manuale, 19.000 euro; 1.0 TSI 95 CV “Style” con cambio manuale, 20.300 euro; 1.0 TSI 115 CV “Style” con cambio manuale, 21.450 euro; 1.0 TSI 115 CV “Style” con cambio DSG, 22.950 euro; 1.0 TSI 115 CV “Advanced” con cambio manuale, 23.050 euro; 1.0 TSI 115 CV “Advanced” con cambio DSG, 24.550 euro.

Ecco i tre allestimenti

Al momento del debutto, la lineup T-Cross (per tutte le versioni è disponibile esclusivamente la trazione anteriore) prevede due motorizzazioni benzina turbocompresse (il ben conosciuto 1.0 TSI tre cilindri declinato su due livelli di potenza ed “in regola” con i nuovi standard di omologazione Euro 6d-TEMP: 95 CV-175 Nm di coppia massima e 115 CV-200 Nm, quest’ultimo abbinabile anche al cambio DSG sette rapporti con comando doppia frizione; successivamente vi si aggiungerà una variante turbodiesel. Tre anche le linee di allestimento, fedeli alle denominazioni di fascia proprie dei modelli di Wolfsburg: “Urban”, “Style” ed “Advanced”, quest’ultimo caratterizzato dall’adozione, fra gli altri, della funzione Cornering per i fendinebbia, dai gruppi ottici anteriori a Led, dal rivestimento in pelle per volante multifunzione, freno a mano e pomello del cambio, e della strumentazione digitale Active Info Display. Fra le peculiarità della dotazione-standard, da segnalare un ricco assortimento di sistemi di ausilio alla guida (l’assistenza attiva al mantenimento di corsia Lane Assist, il monitoraggio perimetrale Front Assist con frenata di emergenza City e rilevamento pedoni e il rilevatore di stanchezza Fatigue Detection) ed una tavolozza di 11 tinte carrozzeria.

È la sorella SUV di Volkswagen Polo

Il nuovo “global Sport Utility-small size” di Wolfsburg (viene messo in vendita anche in Cina e sud America) rappresenta, come già avviene per il compact-crossover Seat Arona “imparentato” con Ibiza e il recentissimo Skoda Kamiq “derivato” dalla nuova Skoda Scala, la variante SUV-crossover di un modello di grande serie, nella fattispecie VW Polo, con la quale condivide tanto le linee di produzione navarresi (lo stabilimento VW di Pamplona, al centro di un ampio programma di sviluppo per il quale il Gruppo VAG ha messo sul piatto uno stanziamento nell’ordine di un miliardo di euro) quanto la meccanica ed il telaio: “base di partenza” è la piattaforma modulare Mqb A0-Modularer Querbaukasten della gamma rivolta alla produzione “compact”. Questi gli ingombri esterni: 4,11 m di lunghezza ed 1,56 m di altezza, su un passo di 2.560 mm. La capacità di carico varia da 385 litri nel normale assetto di marcia (455 litri con il sedile posteriore, scorrevole fino a 14 mm in senso longitudinale, portato in posizione di massimo avanzamento) a 1.281 litri a sedili posteriori totalmente abbattuti.

Nella ufficializzazione del listino, Volkswagen conferma l’introduzione, nella gamma T-Cross, del consueto ampio programma di “pacchetti” speciali ottenibili su richiesta (tutti i prezzi sono IVA compresa): “Teck Pack” (per le versioni Urban), proposto a 700 euro; “Teck Pack” per le declinazioni Style (900 euro); “Tech Pack” per gli allestimenti Advanced (1.000 euro); “Design Pack Black” per VW T-Cross Style (820 euro); “Design Pack Energetic Orange” (Style) (820 euro); “Design Pack Turquoise” (Style) (820 euro); “R-Line Exterior Pack” (Advanced) (1.000 euro); “R-Line Pack” (Advanced) (1.600 euro).

Tutto su: Volkswagen