Lamborghini Huracán EVO: ancora più estrema

La Lamborghini V10 si evolve per essere ancora più coinvolgente sale fino a 640 CV di potenza e si annuncia più agile con le ruote posteriori sterzanti.

Lamborghini Huracán EVO: ancora più estrema

di Valerio Verdone

07 Gennaio 2019

Anche le supercar si evolvono, e se per le auto comuni arriva il restyling di metà carriera, per le supersportive i cambiamenti sono più profondi e riguardano diverse aeree che aiutano ad incrementare la performance, nonché il piacere di guida. La Lamborghini Huracán non sfugge a questa legge del mercato e diventa EVO.

Huracán EVO: modifiche “performanti”

Ruote posteriori sterzanti, ripartizione della coppia sulle quattro ruote motrici, e nuovo sistema “Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata” che controlla ogni aspetto del comportamento della vettura, integrando perfettamente sistemi dinamici e assetto per anticipare azioni ed esigenze del conducente, senza contare una rete di sensori di accelerazione e giroscopici posizionati in corrispondenza del baricentro della vettura che fanno parte della “Lamborghini Piattaforma Inerziale”. Queste le armi della Huracán EVO per essere sempre affilata ad ogni curva tenendo sotto controllo in tempo reale il comportamento dinamico in relazione alle accelerazioni laterali, longitudinali, verticali, al rollio, al beccheggio e all’imbardata. Tutto è stato affinato sulla sportiva V10 di Sant’Agata Bolognese, comprese le sospensioni magnetoreologiche ed il Lamborghini Dynamic Steering, al punto che adesso la trazione può essere indirizzata anche su una sola ruota a seconda delle condizioni. Grazie al sistema di controllo ANIMA sono 3 le modalità di guida che si possono selezionare: STRADA, SPORT o CORSA.

Design funzionale ed emozionale

La Huracán EVO si distingue per un nuovo paraurti anteriore che, non solo migliora l’aerodinamica per via dello splitter con flap integrato, ma regala al frontale un aspetto ancora più basso e affilato, da vera divoratrice di asfalto. Piena di giochi di luce la fiancata con diversi richiami al motivo esagonale a cominciare dalle grandi ruote. Mentre al posteriore sono evidenti i richiami alla sorella da corsa come i doppi terminali del nuovo impianto di scarico sportivo situati in posizione rialzata. Non manca uno spoiler nella parte alta della coda che richiama al grande lavoro svolto nel sottoscocca visto che la EVO vanta una deportanza e un’efficienza aerodinamica di oltre cinque volte superiori rispetto a quelle della Huracán di prima generazione. A completare il quadro arriva la nuova livrea Arancio Xanto: un nuovo iconico colore a quattro strati che si sposa alla perfezione con i nuovi cerchi Aesir da 20 pollici che calzano pneumatici Pirelli P ZERO.

Arrivano anche i comandi gestuali

A caratterizzare gli interni pensano le scenografiche luci ambientali oltre alle nuove finiture specifiche in pelle ed Alcantara, con dettagli in Arancio Dryope che richiamano la nuova colorazione scelta per il corpo vettura. Chiaramente, ci sono svariate combinazioni bicolore, ma è possibile rivestire l’abitacolo in maniera racing tramite l’Alcantara ed elementi in fibra di carbonio in opzione.  Adesso inoltre, c’è una nuova interfaccia (HMI) che consente di utilizzare comandi vocali, sfoggia innovativi comandi gestuali, e si avvale di un display touchscreen capacitivo da 8,4 pollici situato sopra il pulsante di avviamento. Chiaramente, non manca l’integrazione con gli smartphone.

Potenza extra per il cuore V10

Il motore della Huracán EVO rimane aspirato e si tratta di un V10 con la stessa cilindrata dell’unità precedente, quindi 5,2 litri, che si avvale di valvole di aspirazione in titanio e di un impianto di scarico dal peso ridotto. Questo propulsore è capace di erogare una potenza massima di 640 CV a 8.000 giri/min. con una coppia di 600 Nm a 6.500 giri/min. Quindi, vanta un allungo fenomenale che si sposa con un sound sopraffino! I numeri inoltre indicano una velocità massima di 325 km/h, un peso a secco di 1.422 kg, uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 2,9 secondi, un’accelerazione da 0 a 200 km/h bruciata in 9 secondi ed uno spazio di frenata da 100 km/h di soli 31,9 m.

Prezzo: da 184.034 euro tasse escluse

L’assegno da staccare per entrare in possesso di tale meraviglia è di 184.034 euro tasse escluse, ma personalizzandola il prezzo potrebbe salire sensibilmente.

Tutto su: Lamborghini Huracàn