Tesla Model 3: prezzi e allestimenti per l’Italia

Disponibile il configuratore online. Due varianti di modello: “Long Range” e “Performance”, con prezzi da rispettivamente 59.600 euro e 70.700 euro. Prime consegne a marzo 2019.

Tesla Model 3: prezzi e allestimenti per l’Italia

di Francesco Giorgi

28 dicembre 2018

A tre settimane esatte dall’ufficializzazione dei prezzi per il mercato italiano (si parte da 59.600 euro), in queste ore Tesla si prepara a portare al debutto la attesissima Model 3 sulle nostre strade. Tutti i nuovi clienti che abbiano preventivamente dimostrato il proprio interesse verso la berlina compatta del marchio californiano attraverso il versamento della richiesta caparra di 2.000 euro, hanno ora la possibilità – attraverso un configuratore online “Design Studio” sviluppato ad hoc – di completare l’effettiva ordinazione e allestire la vettura secondo le personali esigenze. Per chi provveda a completare la configurazione entro il 31 dicembre, le consegne saranno effettuate a partire da marzo 2019.

Per il mercato italiano, Tesla Model 3 viene offerta in due versioni a trazione integrale: “Long Range”, ovvero il modello “di accesso” alla gamma, in listino a partire da 59.600 euro; e “Performance”, proposta a partire da 70.700 euro.

Per entrambe le declinazioni, in comune c’è la batteria da 74 kWh ad autonomia estesa: in grado, cioè, di offrire una percorrenza (ciclo WLTP) di 544 km, nel caso di Tesla Model 3 Long Range, e di 530 km per la variante Performance. Da segnalare, sulla base di quanto indicato da Tesla, un tempo di 30 minuti ad un Supercharger, per avere a disposizione energia sufficiente a coprire 270 km di percorrenza, oppure di un’ora, attraverso una “presa” da 240V, per ottenere quanto basta ad un’autonomia di 60 km.

Fra le due versioni c’è una differenza soltanto lieve in materia di valori su strada: dati alla mano, Tesla Model 3 Long range viene dichiarata per una velocità massima di 233 km/h e 4”8 per lo scatto da 0 a 100 km/h, mentre la variante Performance raggiunge 250 km/h e i 100 km/h con partenza da fermo in 3”7. Sostanziale, invece, la differenza… in termini economici: Tesla Model 3 Long Range, in virtù degli ecoincentivi statali per le auto elettriche in vendita a prezzi di listino fino a 61.000 euro (IVA compresa), permette di avere accesso al bonus fino a 6.000 euro (4.000 euro senza rottamazione). Fra gli accessori presenti di serie, il sistema di frenata autonoma d’emergenza, e gli avvisi di pericolo di collisione anteriore e laterale. Il controllo di gran parte delle funzionalità di bordo avviene mediante il (volutamente) vistoso display centrale da 15”, collocato strategicamente al centro della plancia, e che raggruppa la maggior parte dei comandi (soltanto alcuni trovano posto sul volante multifunzione): una soluzione piacevole dal punto di vista estetico, in quanto conferisce all’ambiente-abitacolo un gradevole aspetto “minimal”.

Fra gli accessori disponibili nel catalogo di opzioni per Model 3, e che giocoforza portano ad una sostanziale lievitazione del prezzo di acquisto, il modulo di guida semiautonoma Autopilot (il sistema che, fra le altre cose, permette alla vettura di seguire i veicoli che precedono, si occupa del mantenimento della corsia e della traiettoria di marcia, e agisce sui comandi di acceleratore e freno nelle situazioni di “coda”), per il quale occorre un sovrapprezzo di 5.400 euro ma che, alla luce del costante sviluppo in materia di ausili alla guida e auto connessa, è “quasi obbligatorio”; il dispositivo, che per inciso è il medesimo di quello già a bordo di Tesla Model S e Tesla Model X, fa riferimento all’hardware ed ai relativi sensori di controllo installati “di serie”, e che vengono via via resi operativi mediante i comandi di sblocco software.

Altri elementi ottenibili a richiesta per Tesla Model 3: 1.600 euro per alcune tinte carrozzeria “extra” (1.600 euro per blu oceano o per grigio metallizzato), 2.100 per altre nuance di colore (bianco perla ad effetto micalizzato), o 2.700 euro per l’ulteriore configurazione di colore optando per il rosso micalizzato; ricordiamo che, di serie, la tinta-base è nero pastello. Un sovrapprezzo di 1.050 euro viene applicato per il layout abitacolo in combinazione bicolore bianco e nero (di serie soltanto nero), e 1.600 euro per i cerchi “Sport” da 19” (Tesla Model 3 viene fornita “standard” con cerchi “Aero” da 18”).

Tutto su: Tesla MODEL 3