Subaru Outback 2018: l’ammiraglia si rinnova

Debutta sul mercato il restyling alla quinta generazione di Outback: sparisce il 2.0 turbodiesel, resta il 2.5 boxer benzina da 175 CV. Novità di rilievo sul fronte sicurezza e dotazioni. Prezzi da 36.990 euro.

Subaru Outback 2018: l’ammiraglia si rinnova

di Francesco Giorgi

17 Aprile 2018

La “ammiraglia” Subaru Outback si rinnova: e lo fa portando in dote un sostanzioso ventaglio di aggiornamenti, rivolti – come messo in evidenza da una nota diramata dai vertici del Marchio delle Pleiadi – ad un ulteriore affinamento del design, a sua volta profondamente modificato in occasione del “lancio” della attuale quinta generazione (avvenuto in Europa all’inizio del 2015, dopo l’anteprima ufficiale al Salone di New York dell’aprile 2014, e finora venduta in 30.000 esemplari) che catalizzava l’attenzione anche riguardo ai contenuti e all’adozione di nuovi dispositivi di sicurezza (su tutti, il sistema di protezione preventiva EyeSight).

La nuova Subaru Outback in configurazione Model Year 2018 (questi i prezzi “chiavi in mano” comunicati: 2.5i “Free”, da 36.990 euro; 2.5i “Premium”, da 41.990 euro) presenta, nel complesso, i medesimi ingombri della declinazione che si prepara a sostituire: lunghezza 4,82 m, larghezza 1,84 m (esclusi gli specchi retrovisori esterni), altezza 1,605 m, su un “passo” di 2.745 mm. Dimensioni piuttosto “importanti”, tuttavia in linea con il segmento di appartenenza del modello alto di gamma Subaru, che fa della ampia versatilità di impiego il proprio punto di forza (e lo dimostra, oltre che dalle novità di dotazione, anche attraverso la conferma delle soluzioni di modularità abitacolo che consentono una capacità di carico fino a 2.075 litri a divanetto posteriore – frazionato nello schema 60 : 40 – totalmente abbassato).

Le novità al corpo vettura più rilevanti mettono in evidenza la nuova fanaleria a Led (a sistema orientabile SRH-Steering Responsive Headlight), la calandra che sembra “ereditare” lo stile da quanto esposto con il prototipo Viziv svelato al recentissimo Salone di Ginevra 2018), il design dei cerchi in lega e i paraurti, anch’essi oggetto di un “upgrade”. Da segnalare l’adozione del dispositivo infotainment “generazione 3.0”, che comprende – attraverso un display touch da 8” – le funzionalità di controllo dell’impianto audio digitale DAB+, del sistema Subaru Starlink e dei comandi audio, nonché della compatibilità con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto.

Fra le novità di allestimento a bordo di Subaru Outback 2018, il nuovo layout impostato per il climatizzatore automatico bi-zona (temperature per i passeggeri indicate all’interno della manopola di regolazione, schermo centrale che riporta la temperatura esterna e le informazioni relative al circolo dell’aria all’interno dell’abitacolo, bocchette di aerazione centrali di nuovo disegno ai fini di una più efficace emisisone dell’aria), il nuovo disegno conferito ai comandi multifunzione del volante – più “vicini” all’impostazione dell’attuale produzione Subaru – e l’adozione di due prese USB a disposizione degli occupanti i sedili posteriori.

Riguardo alle declinazioni di gamma, Subaru Outback in chiave “restyling” 2018 si articola su due varianti di allestimento: “Free” e “Premium”. Gli equipaggiamenti presentano, rispettivamente, cambio automatico CVT Lineartronic, sistema di assistenza alla guida EyeSight, cerchi in lega da 17”, rivestimenti in tessuto nero, fanaleria anteriore a Led, dispositivo di ingresso a bordo ed avviamento senza chiave “Key Less Entry”, infotainment di nuova generazione e portellone bagagli ad azionamento elettrico (allestimento “Free”); e navigatore presente nel sistema multimediale, impianto Hi-Fi Harman Kardon a dodici altoparlanti, rivestimenti abitacolo in pelle (tinta nera oppure “Ivory” in funzione della nuance di carrozzeria scelta), tetto apribile in cristallo e  cerchi in lega da 18” (allestimento “Premium”).

Il “pacchetto sicurezza” (uno dei cardini dell’attuale sviluppo tecnologico Subaru) viene sottolineato, con Outback 2018, attraverso l’adozione del dispositivo di assistenza alla guida EyeSight aggiornato con l’introduzione del Lane Keeping Assist e di un nuovo dispositivo di controllo degli “angoli ciechi” del veicolo. Della dotazione fanno inoltre parte un nuovo sistema di rilevamento pressione pneumatici (ora costante) e una altrettanto nuova telecamera in corrispondenza dello specchio retrovisore lato passeggero.

L’altra “big news” relativa agli aggiornamenti operati dai vertici del marchio delle Pleiadi per la aggiornata gamma Outback 2018 riguarda l’assortimento delle motorizzazioni, esclusivamente a benzina: le unità turbodiesel (più “appetibili”, almeno per alcuni dei principali mercati del “Vecchio Continente”) non fanno più parte della lineup  Outback. Sotto il cofano di Subaru Outback 2018 resta, quindi, soltanto il “classico” 4 cilindri boxer (marchio di fabbrica tecnologico per la Casa delle Pleiadi) da 2,5 litri, già sottoposto quattro anni fa ad un sostanziale upgrade nella scelta dei materiali, in modo da ridurne il peso, aumentarne l’efficienza e garantirne un funzionamento più silenzioso. Essenzialmente invariato nell’engineering, il 2.5 boxer di Subaru Outback 2018 eroga una potenza di 175 CV a 5.800 giri/min e 235 Nm di coppia massima a 4.000 giri/min. Per tutti i modelli, il cambio è, di serie, un automatico “Lineartronic” con trasmissione a variazione continua e sei rapporti pre-selezionati per consentire al conducente la scelta manuale di uno specifico rapporto anche mediante le levette al volante. Altrettanto invariata è la trazione integrale permanente (altro “simbolo tecnologico” Subaru) a schema Subaru “Symmetrical All – Wheel Drive” dotato di una versione aggiornata del sistema “Active Torque Split” elettronico per il trasferimento istantaneo della coppia motrice alle ruote in funzione delle istantanee condizioni di marcia.

La rinnovata Subaru Outback 2018, come detto, non viene proposta con motorizzazioni turbodiesel, nello specifico l’unità motrice 2.0 da 150 CV abbinata al cambio Lineartronic che fa parte della “vecchia” configurazione: una scelta coraggiosa, da parte dei vertici Subaru, che tuttavia non lascerà i potenziali clienti “a bocca asciutta”. Per quanti avessero intenzione di optare per un modello a gasolio, Subaru Italia comunica di avere reso disponibile all’acquisto uno stock di unità necessario ad accontentare eventuali richieste: si tratta di un lotto di esemplari appartenenti alla variante “Model Year 2017”, che resteranno in vendita (nei tre allestimenti “Free”, “Style” ed “Unlimited”) con prezzi “chiavi in mano” inalterati: da 37.990, 39.990 e 43.990 euro.

Tutto su: Subaru Outback