Mini John Cooper Works GP 2020, svelata a Los Angeles

Grazie ad un potente motore da 306 CV la John Cooper Works GP è la Mini più potente di sempre.

Sotto i riflettori dell’atteso Salone di Los Angeles 2029 è stata svelata l’inedita Mini John Cooper Works GP 2020, ovvero la Mini più potente di sempre e il modello della Casa anglo-tedesca che si avvicina di più ad una vera vettura da competizione.

Design ed interni racing

La nuova Mini John Cooper Works GP non passa certo inosservata, anzi il suo design marcatamente “racing” colpisce subito gli sguardi ammaliando gli appassionati di auto sportive grazie al suo kit estetico-aerodinamico piuttosto estremo. La vettura sfoggia infatti nuovi fascioni paraurti dotati di prese d’aria vistose, con quello anteriore che ospita un grande splitter e quello posteriore che ingloba il doppio scarico sportivo centrale. Non mancano minigonne accentuale e parafanghi allargati che ospitano cerchi n lega specifici da 18 pollici avvolti da pneumatici che misurano 225/35. L’effetto scenico viene completato da una grande ala aerodinamica istallata sopra il lunotto posteriore.

Questa potentissima Mini può contare anche su un inedito assetto sportivo caratterizzato da sospensioni più rigide e molle più corte che abbassano il baricentro dell’auto. Il telaio è stato rinforzato ed abbinato ad una barra duomi, mentre l’impianto frenante è stato potenziato con l’adozione di dischi anteriori da 358 mm morsi da pinze a quattro pistoncini.

Anche l’abitacolo non nasconde l’anima “corsaiola” della vettura, come sottolineato dai sedili ad alto contenimento, dal volante sportivo rivestito in pelle, senza dimenticare la pedaliera in alluminio, la strumentazione specifica e i badge “GP” che identificano questa speciale versione.

306 CV di potenza

A spingere la “GP” ci pensa il propulsore più potente mai montato su una Mini di serie, ovvero il quattro cilindri turbo benzina da 2.0 litri in grado di sprigionare la bellezza di 306 CV e 332 Nm di coppia massima da 1.750 giri/min. I 74 CV erogati in più rispetto alla JCW “standard” sono stati ottenuti installando turbocompressore ottimizzato, un inedito scarico e sfruttando un sistema di aspirazione maggiorato. Potenza e coppia vengono gestiti dal cambio automatico steptronic a otto rapporti e dal differenziale meccanico che lavora in tandem con il controllo elettronico della stabilità (quest’ultimo dotato del nuovo setup GP).

Secondo i dati dichiarati dal Costruttore, la vettura brucia lo scatto da 0 a 100 km/h in soli 5,1 secondi e raggiunge una velocità massima di ben 225 km/h.

Prezzi

La nuova Mini John Copper Works GP sarà realizzata in una tiratura limitata di appena 3.000 unità distribuite in Nord America ad un prezzo che parte da 44.900 dollari, circa 40.500 euro secondo il cambio attuale.

Mini John Cooper Works GP 2020: nuove foto ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

MINI Countryman: video e scheda tecnica

Altri contenuti