Ford Fiesta 1.5 TDCi Vignale: la prova su strada

Abbiamo guidato la più lussuosa delle Fiesta che indossa l’abito premium e mantiene le qualità di fondo della vettura dell’Ovale Blu.

Mancava un ultimo tassello per scoprire tutti i volti della Fiesta di nuova generazione, la variante Vignale, quella più glamour, ricercata nella linea e all’interno, e con quel qualcosa in più che la rende premium per andare a caccia senza timori reverenziali di Mini Cooper ed Audi A1. L’abbiamo provata con la più parca motorizzazione a gasolio la 1.5 da 86 CV che offre un buono spunto e prestazioni dignitose ma con consumi da record.

Esterno: cromature e firma Vignale ben in vista

La Fiesta Vignale riprende il corpo vettura delle sorelle convenzionali senza le stravaganze off-road della Active, ma aggiunge un tocco d’eleganza a tutto l’insieme grazie ai cerchi in lega da 17 pollici, alla calandra specifica, ai loghi Vignale, che vengono evidenziati in punti strategici come il portellone posteriore ed alle cromature disseminate lungo la carrozzeria. Per il resto, ritroviamo la linea equilibrata della Fiesta di nuova generazione che rappresenta un’evoluzione del modello precedente grazie ad un frontale più levigato ed ai gruppi ottici posteriori a sviluppo orizzontale.

Interno: tanti dettagli curati

L’abitacolo della Fiesta Vignale è speculare nelle dimensioni a quello delle altre varianti dell’utilitaria dell’Ovale Blu, ma in questo caso la plancia è rivestita in pelle con cuciture che impreziosiscono l’insieme, le soglie battitacco vantano la scritta Vignale, la trama dei sedili in pelle è decisamente originale con la fantasia che riprende quella della calandra, e il climatizzatore automatico è di serie. Non manca il sistema multimediale SYNC 3 da 8 pollici con lo schermo touch che si erge dalla plancia, mentre a richiesta c’è persino un impianto audio griffato B&O che assicura un sound di altissimo livello. Insomma, un piccolo salotto per affrontare la città nel massimo del confort.

Al volante: sicura e confortevole come una compatta

Viaggiare al volante della Fiesta Vignale è un’esperienza piacevole perché alle buone doti dinamiche delle altre Fiesta, ovvero un assetto azzeccato, un volante preciso e piacevolmente diretto, ed un buon assorbimento delle sospensioni anche con i cerchi da 17 pollici, unisce una cura dei dettagli che fa la differenza. Così, mentre ritrovo la precisione del cambio manuale a 6 rapporti, scopro di cosa è capace l’impianto audio B&O e, considerato il clima estivo, apprezzo in maniera particolare il climatizzatore automatico. Volendo essere pignoli, si potrebbe dire che il 1.5 diesel meno potente susciti il desiderio di uno spunto migliore, ma in realtà gli 86 CV, e soprattutto i 215 Nm di coppia massima, sono più che sufficienti anche per un’andatura brillante. Il bello è che i consumi con un po’ d’attenzione superano di slancio i 20 km/l, per cui si fa veramente tanta strada con un pieno di gasolio.

Prezzo: da 21.750 euro

Considerato il segmento di mercato, 21.750 euro per una 5 porte lunga poco più di 4 metri non sono pochi, ma la Fiesta Vignale è qualcosa di più di una semplice utilitaria, consente di entrare in un mondo diverso, fatto di tante accortezze per il cliente, proprio come avviene sulle altre Vignale, e poi la cura per i dettagli la rende temibile anche per le rivali premium. Da non perdere l’impianto audio B&O che assicura prestazioni sonore strepitose.

Ford Fiesta 1.5 TDCi Vignale: la prova su strada Vedi tutte le immagini
8.1
8
9
7
9.5
7

Pro

I Video di Motori.it

Nuova Ford Puma: intervista a Fabrizio Bambina

Altri contenuti