Hyundai Tucson: i segreti del SUV coreano

Valerio Verdone
05 Agosto 2022
38 Foto
Hyundai Tucson: i segreti della gamma

La Hyundai Tucson vanta una linea rivoluzionaria e tanta tecnologia sotto pelle.

La Hyundai Tucson di terza generazione ha segnato una vera e propria rivoluzione nel listino del brand coreano. Innovativa ed elettrificata con ogni tipologia di ibrido, questa vettura a ruote alte ha un design che lascia il segno. Scopriamo tutti i suoi segreti.

Hyundai Tucson: il design è spaziale

La prima cosa che colpisce della Hyundai Tucson di ultima generazione è un design totalmente rinnovato. La grande calandra che ospita le firme luminose è sicuramente l’elemento distintivo del modello. Di notte è un dettaglio particolarmente appariscente, ma anche di giorno si lascia guardare. Un altro dei punti di forza del design della Tucson è il suo essere muscolare con dei passaruota al testosterone che fanno tanto Lamborghini Urus.

Dietro è la commistione di tanti elementi a colpire. Infatti, i gruppi ottici hanno un taglio particolare, il lunotto è praticamente carenato, ed il terzo finestrino sale verso l’alto slanciando il montante posteriore. Non mancano le protezioni nella parte bassa della carrozzeria e nei passaruota, mentre i cerchi in lega di dimensioni importanti arricchiscono la vista laterale. Più sportive nel look, grazie agli elementi silver, le varianti N Line.

Hyundai Tucson: un abitacolo avvolgente

La Hyundai Tucson stupisce anche per il suo abitacolo che avvolge letteralmente conducente e passeggeri ma con un abbraccio soft. Infatti, i materiali della parte alta sono morbidi, e, inoltre, c’è la bocchetta a tutta larghezza del climatizzatore trizona.

Le sedute sono ampie e comode, con quelle anteriori che possono essere persino climatizzate con funzione refrigerante nelle calde giornate d’estate. La modernità della Tucson si manifesta con una strumentazione digitale che cambia aspetto a seconda delle modalità di guida e mediante uno schermo centrale particolarmente efficace nell’accoppiamento con lo smartphone.

A proposito, per quest’ultimo non manca la piastra di ricarica ad induzione. Mentre il tunnel centrale presenta dei pulsanti di grandi dimensioni ed il drive mode posizionati dietro la leva del cambio. Pratici i comandi del climatizzatore al di sotto del display del sistema d’infotainment. Questo vanta delle tasti che consentono di richiamare le voci principali del menu. L’allestimento N Line inoltre, si caratterizza per le cuciture rosse presenti sulla plancia, nei sedili e intorno alla leva del cambio, per la pedaliera sportiva, e per il volante con il logo N.

Sotto pelle solo motorizzazioni ibride

C’è praticamente ogni sorta di power unit elettrificata nella gamma della Hyundai Tucson. Dai 1.6 turbo benzina e turbodiesel mild hybrid con il sistema a 48 Volt, fino ad arrivare alla versione plug-in capace di erogare 265 CV e di percorrere circa 60 km in elettrico. Nel mezzo la full hybrid, sempre con il 1.6 turbo benzina come componente termica, da 230 CV complessivi.

Manca solamente l’elettrica pura, ma per chi cerca l’auto a batteria delle stesse dimensioni nel listino Hyundai c’è la Ioniq 5. Non mancano, invece, le varianti a trazione integrale, che consentono di mettere le ruote oltre l’asfalto in tutta sicurezza, anche se non sono votate ad un fuoristrada estremo. D’altronde, non è quella la sua destinazione d’uso.

Prezzi a partire da 30.400 euro

Il costo della Tucson è piuttosto competitivo per essere un SUV di segmento C moderno. Infatti, parte dai 30.400 euro della 1.6 T-GDI 48V XTech. La 1.6 CRDI con lo stesso allestimento d’ingresso ha un costo base di 31.950 euro. Mentre il listino della full hybrid scatta da 34.550 euro. Al vertice della gamma troviamo la 1.6 PHEV 4WD N Line che ha un costo di 47.600 euro, al pari della stessa vettura con allestimento Excellence. 

Hyundai Tucson 2022: le immagini

Seguici anche sui canali social

I Video di Motori.it

Hyundai Tucson 2021

img_pixel strip_agos

Annunci Usato

Ti potrebbe interessare anche

page-background