Volkswagen Passat Variant 2.0 TDI 150 CV DSG: la prova su strada

Con il restyling la Passat riceve un pieno di tecnologia ma non stravolge il suo look

La Volkswagen Passat è un punto di riferimento nella categoria, una vettura capace di offrire un’ampia abitabilità ed una grande capacità di carico unite ad un comportamento dinamico sicuro e ad un’elevata cura costruttiva. Non è un caso quindi se è stata venduta in oltre 30 milioni di esemplari da quando è stata lanciata la prima volta sul mercato. L’abbiamo provata nella variante Variant con la motorizzazione 2.0 TDI da 150 CV accoppiata al cambio automatico a doppia frizione DSG.

Esterno: pochi ritocchi con il restyling

Con il recente restyling la Passat non è stata stravolta nello stile, piuttosto ha ricevuto modifiche funzionali ad ospitare i nuovi ADAS. Infatti, la calandra adesso nasconde il radar nel logo Volkswagen, mentre i fari a LED ricevono anche la tecnologia Matrix. Per il resto, le proporzioni e i tratti principali rimangono invariati e conferiscono all’estetica della wagon di Wolfsburg una mise moderna, equilibrata e rassicurante. Cambiano i paraurti e arriva la scritta Passat sul portellone posteriore. La lunghezza di 4,77 metri e la forma dei montanti posteriori sottolineano la presenza di un bagagliaio importante.

Interno: diventa più hi-tech

Ordinata e realizzata con la consueta cura, la plancia guadagna il sistema multimediale può fregiarsi di un nuovo schermo da 9,2 pollici con comandi gestuali e connesso alla rete. Non manca un vano per la ricarica wireless dello smartphone, mentre il guidatore può contare su un nuovo volante che diventa una sorta di centrale operativa durante i viaggi. Ottima l’abitabilità, visto che c’è spazio per 5 persone, anche se il passeggero centrale non ha una seduta comoda, mentre il bagagliaio è immenso con una capacità di carico che va da 586 litri fino a 1.152 litri con il divano posteriore abbassato.

Al volante: comoda, sicura e con un certo brio

Una volta in marcia, la Passat conferma le sue note qualità dinamiche con appoggi solidi, una tenuta di strada a prova d’errore, ed un comfort da ammiraglia garantito anche dal cambio DSG automatico a doppia frizione a 7 rapporti. Il motore diesel con 150 CV e 340 Nm di coppia massima sposta con disinvoltura la massa di questa wagon da oltre 1.500 kg, anche con i bagagli al seguito e, nonostante le prestazioni, con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 9,1 secondi ed una velocità massima dichiarata di 210 km/h, i consumi si attestano intorno ai 15 km/l nel ciclo misto. Molto curata la sicurezza attiva grazie agli ADAS arrivati con il restyling, che consentono alla vettura di viaggiare tenendo autonomamente la distanza dagli altri veicoli, centrando la carreggiata, adattandosi ai limiti di velocità, e persino all’approssimarsi di curve e rotatorie. Ovviamente, il conducente deve tenere sempre le mani sul volante, ma bisogna riconoscere che nel traffico e in autostrada la nuova tecnologia offre un supporto notevole e riduce lo stress di chi guida. Non manca il dispositivo che avverte della presenza di altri veicoli nell’angolo cieco dei retrovisori e quello che riporta i segnali stradali nella strumentazione.

Prezzo: da 41.050 euro

La Passat Variant con il 2.0 TDI da 150 CV ed il Cambio DSG a 7 rapporti ha un costo che parte dai 41.050 euro della versione Business, mentre la più ricca Executive richiede un esborso pari a 43.050 euro. Chi necessita della trazione integrale 4Motion deve considerare un upgrade di potenza, visto che questa soluzione tecnica è disponibile a partire dal 2.0 TDI da 190 CV.

Volkswagen Passat Variant 2.0 TDI 150 CV DSG: la prova su strada Vedi tutte le immagini
7.6
7.5
8.5
7.5
7.5
7

Pro

I Video di Motori.it

Volkswagen Golf GTI 2020

Altri contenuti