Brexit: Honda chiuderà lo stabilimento di Swindon

Honda starebbe per ufficializzare la decisione di chiudere l’impianto inglese di Swindon. Tra le motivazioni anche le paure legate alla Brexit.

Honda ha deciso la chiusura dello stabilimento di Swindon, in Gran Bretagna, nel 2022. A rivelarlo sono state in anteprima la BBC e Sky News, che hanno avuto conferma della notizia da Justin Tomlison, membro del parlamento legato proprio all’area di Swindon a sua volta informato direttamente dalla casa giapponese.

La scelta di Honda rientra nel piano di riorganizzazione che il costruttore porterà avanti nei prossimi anni, ma appare chiaro fin da subito che a pesare sulla decisione possa essere stata la paura delle conseguenze derivanti dalla Brexit, in quanto l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea potrebbe comportare delle conseguenze economiche non indifferenti per le aziende attive sul suolo britannico.

Con la chiusura dell’impianto Honda di Swindon, nel quale attualmente viene costruita la Civic, sono a rischio 3.500 posti di lavoro, mentre non dovrebbero esserci problemi per i dipendenti di Bracknell, la cittadina inglese dove l’azienda giapponese ha la sua sede europea e dove risiede anche la squadra impegnata in Formula 1 con Red Bull e Toro Rosso.

Se la decisione di Honda dovesse essere confermata ufficialmente sarebbe un altro colpo per la produzione automobilistica britannica, già messa alle strette dopo gli annunci di Nissan, che ha deciso di non produrre in Inghilterra la nuova X-Trail, e di Jaguar Land Rover, impegnata in un’opera di riduzione della sua forza lavoro che dovrebbe portare al taglio di 4.500 lavoratori.

Honda E al Salone di Francoforte 2019 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Honda al Parco Valentino 2019

Altri contenuti