F1, Ferrari SF90: ecco la nuova monoposto 2019

La nuova arma per la F1 della Ferrari è un’evoluzione della monoposto 2018 e sarà affidata a Vettel e Leclerc per tornare a vincere il mondiale.

Finalmente ci siamo, pochi minuti fa è terminata la diretta streaming che tolto i veli alla nuova SF90, la monoposto di F1 della Ferrari che nel nome omaggia i 90 anni della Scuderia Ferrari e che quindi avrà il compito, non facile, di riportare l’alloro iridato a Maranello.

“Per noi è un giorno speciale oggi, spiega Louis Camilleri, Amministratore Delegato Ferrari, l’auto che presenteremo oggi è il frutto del grande lavoro di tutti i talenti che lavorano in Ferrari. Quest’anno per noi è molto importante, in quanto celebriamo il novantesimo anniversario della Scuderia. Siamo ben consapevoli delle enormi responsabilità che comporta la nostra storia gloriosa, ed è una responsabilità che noi accettiamo con gioia. L’ultima stagione è stata la migliore negli ultimi 10 anni, e vorrei ringraziare Kimi Raikkonen e Maurizio Arrivabene, ma oggi c’è Mattia Binotto, un uomo cresciuto in Ferrari, che conosce a fondo la Scuderia. Abbiamo anche due Piloti straordinari, Vettel è affamato di vittoria nonostante i suoi 4 mondiali, Sebastian sarà affiancato da Charles Leclerc che ha già dimostrato le sue capacità l’anno scorso e siamo certi che avrà un futuro radioso. Naturalmente siamo consapevoli della pressione, ma faremo di tutto affinché l’ambiente della Scuderia sia sereno. Vogliamo ringraziare i nostri tifosi e vogliamo renderli orgogliosi perché non meritano altro”.

Gli fa eco Mattia Binotto Team Principal della Scuderia Ferrari: “è una giornata speciale, sono davvero molto emozionato, ma sono orgoglioso di guidare il team e di portare avanti il sogno di Enzo Ferrari. Dobbiamo lavorare al meglio ed essere Ferrari, l’hastag di oggi, #essereferrari appunto, è qualcosa di unico, è passione, determinazione, appartenenza, integrità, eccellenza e qualcosa che ha a che fare con la tradizione che abbiamo il dovere di perseverare.  Tra una settimana iniziano i test e il GP di Australia ci sarà tra 17 giorni, abbiamo tempo, ma dobbiamo lavorare duramente. Nel 2018 non abbiamo vinto il titolo ma ci sono tanti aspetti positivi, come il GP di Australia con una grande strategia, poi il GP dell’Austria, con il sorpasso di Vettel con 2 ruote sull’erba, e poi Silverstone, perché vincere a Silverstone è sempre speciale, inoltre, a Monza anche se non abbiamo vinto abbiamo compiuto il giro più veloce. Poi c’è stato il pit-stop più rapido in Brasile, sotto i due secondi. Efficienza, potenza, e persone sono questi i 3 termini che sintetizzano il 2018”.

E da qui bisognerà ripartire per compiere quel colpo di reni che porta a superare gli avversari nel momento cruciale della competizione, in un campionato che vedrà la Ferrari correre con una monoposto dalla livrea meno carica a livello di punto di rosso, e con diversi elementi in nero, ma più avanzata nella tecnologia e nell’aerodinamica. Infatti, dalle foto, le prima arrivate in rete, si evince un frontale rivisto per adempiere alle nuove norme regolamentari del 2019, ed un posteriore più rastremato e quindi più stretto, che sottolinea un affinamento di tutta la componentistica interna.

Lo stesso Binotto sottolinea che  “al di là del colore preferisco parlare dei contenuti, abbiamo preferito evolvere la vettura del 2018, abbiamo cercato di spingere molto sull’innovazione con un retro molto rastremato grazie ad un grande lavoro su tutti i componenti che non si vedono. Ci sono cambiamenti importanti anche tra i piloti, siamo davvero molto orgogliosi di avere questo team con noi”.

Un team che vede Vettel in prima linea e chiamato a compiere l’ultimo tentativo per tornare a vincere un mondiale dopo le stagioni precedenti ed un 2018 vissuto in chiaroscuro. “Siamo tutti molto emozionati, spiega Sebastian, scopriamo l’auto, purtroppo non ho la tuta e non posso mettermi nell’abitacolo, ma non vedo l’ora di salire sull’auto”. Il tedesco poi parla del team affermando che “Mattia (Binotto) fa parte di questo team da tanti anni, negli ultimi 5 anni abbiamo lavorato bene insieme”. Quindi su Leclerc spiega. “Per Charles è un passo importante entrare in Ferrari. Non vedo l’ora di partire penso che siamo sulla strada giusta”.

Poche parole, proprio come quelle di Leclerc: “sono davvero molto emozionato per questa nuova avventura, ho sempre sognato di salire su una di queste auto, sono riuscito ad ottenere questo sedile e quindi oggi sono molto orgoglioso ed emozionato. Non sono nervoso di correre con Vettel, piuttosto la vedo come una grande opportunità perché posso imparare molto da lui e sono certo che ce la faremo, sono sicuro che sarà una grande stagione”.

Il giovane non sente la pressione, o quantomeno la maschera benissimo, e non mostra timori reverenziali nei confronti di Vettel, quindi sarà un bel duello tra i due che speriamo porti alla vittoria del mondiale 2019.

Intanto, John Elkan, Presidente Ferrari, mostra il suo entusiasmo ed il suo orgoglio nei confronti della Scuderia che è pronta ad affrontare la nuova stagione di F1. “Essere Ferrari è qualcosa di molto speciale, di unico, la storia della Scuderia Ferrari è iniziata 90 anni fa dalla passione di Enzo Ferrari e questo è rimasto nel DNA della Ferrari che deve essere sempre innovativa e spingere per trovare nuove soluzioni. Mattia sa bene quanto sia importante lavorare tutti insieme, ed essere Ferrari è l’orgoglio di una squadra che rappresenta l’intero paese ed il meglio dell’Italia e per questo è importante l’affetto dei tifosi, perché iniziamo un decennio che ci porterà al traguardo dei 100 anni”.

Un traguardo carico di suggestione che, si spera, passi per altri traguardi  che possano dare ulteriore lustro alla storia ed alla tradizione Ferrari.


Ferrari SF90 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Ferrari F8 Spider: il video

Altri contenuti