Formula 1: Hamilton conquista la pole position in Ungheria

Il pilota della Mercedes è il re della pioggia e nel Q3 riesce a mettersi dietro il compagno di squadra Bottas e le due Ferrari.

Le qualifiche del gran premio di Formula 1 d’Ungheria iniziano con la pista bagnata e le monoposto che scendono sul tracciato con gomme intermedie. Dopo soli 5 minuti, nonostante i tuoni all’orizzonte e il cielo plumbeo, ci sono alcuni piloti che tentano l’azzardo delle slick e anche la Ferrari osa le ultrasoft con Raikkonen. La pista si asciuga e anche i top team sono costretti a ripiegare su questa scelta di gomme, quindi rientrano anche Vettel e Verstappen e le due Mercedes seguite da Ricciardo e da tutti gli altri piloti rimasti con le intermedie. È fondamentale fare il tempo perché la pioggia torna a minacciare il circuito. Alla fine del Q1 Vettel è il più veloce in pista davanti a Verstappen, Bottas, Hamilton e Raikkonen. Nessuno colpo di scena dopo i primi 15 minuti, con tutti i big pronti per continuare a darsi battaglia nel Q2 dove non ci saranno Vandorne, Leclerc, Ocon, Perez e Sirotkin.

In attesa di tornare in pista piove tutt’intorno al circuito, ma il tracciato è asciutto, per cui si prevede grande traffico al rientro delle monoposto. Hamilton annuncia che c’è pioggia nell’ultimo settore dal team radio appena rientrato tra i cordoli e Vettel è l’unico del gruppo a scegliere le intermedie contrariamente agli altri, ma è la scelta vincente e tutti lo copiano. Intanto la pioggia aumenta d’intensità e Raikkonen, che è stato l’ultimo a montare le intermedie, è il pilota più svantaggiato. Iniziano i primi problemi d’aderenza con Stroll che picchia contro le protezioni, e Vettel è inavvicinabile per tutti in questa situazione. Così, il tedesco della Ferrari è sempre il più veloce anche nel Q2 davanti ad un sorprendente Sainz, a Verstappen, Hamilton, Gasly, Bottas, Hartley, Raikkonen, Magnussen e Grosjean. Rimangono esclusi Alonso, Ricciardo, Hulkenberg, Ericsson e Stroll. La pole position si deciderà durante un Q3 infuocato visto che la pista bagnata sarà impegnativa per tutti.

Le Mercedes tornano protagoniste nella parte più importante delle qualifiche mettendosi davanti a tutti fino a che Raikkonen non riesce a strappare il miglior tempo. Ma a poco più di 3 minuti dalla fine tutto può ancora succedere. Rispondono le Mercedes con Hamilton che fa il miglior giro in 1:35.658 e Bottas che chiude la prima fila. Dietro di loro Raikkonen e Vettel che precedono Sainz e Gasly. Delude Verstappen, solamente settimo con la pioggia, davanti ad Hartley, Magnussen e Grosjean. La pioggia non è stata d’aiuto alla Ferrari, che era stata la monoposto da battere su pista asciutta nelle libere, ma in gara ci saranno ottime possibilità di vittoria anche per le monoposto di Maranello.

Brabus Rocket 900 “One of Ten”: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Mercedes GLA 200d Sport 4Matic: la prova su strada

Altri contenuti