Waymo: in arrivo il servizio di taxi senza guidatore

Il reparto di Google specializzato nella guida autonoma è pronto a lanciare il servizio di taxi senza autista nella città di Phoenix composto da una maxi flotta di 62.000 Chrysler Pacifica e 20.000 Jaguar I-Pace.

Arriva una svolta fondamentale per quanto riguarda la guida autonoma: il primo servizio taxi senza autista verrà lanciato ufficialmente entro la fine del 2018. A fare il grande passo sarà la Wymo, divisione di Google specializzata nella tecnologia a guida autonoma, che proporrà questo rivoluzionario servizio di trasporti nella città americana di Phoenix.

A fine gennaio, Waymo aveva ricevuto il via libera per l’operazione da parte del Dipartimento dei Trasporti dell’Arizona. L’innovativo servizio permetterà quindi di usufruire di un servizio taxi prenotabile tramite un app, sfruttando vetture senza guidatore capaci di prendere a bordo la clientela e portarla alla destinazione desiderata.

Wymo è riuscita quindi a sviluppare questo tipo di tecnologia ed a implementarla su vetture di serie: in passato l’azienda californiana aveva infatti acquistato per la sperimentazione una flotta di 600 unità della monovolume ibrida Chrysler Pacifica. Recentemente, il colosso americano aveva invece effettuato un ordine di 20.000 unità del  crossover 100% elettrico Jaguar I-Pace a cui si è aggiunta un’altra commessa di ben 62.000 Chrysler Pacifica che verranno consegnate al termine di quest’anno. Il completamento della fornitura avverrà nel 2021, rendendo in questo modo Google – e di conseguenza anche FCA – leader nel settore della guida autonoma.

Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.