WRC Rally Italia: la Hyundai torna alla vittoria con Tanak

Valerio Verdone
05 Giugno 2022
Tanak-WRC-Rally-Italia

La Hyundai coglie il suo primo successo ibrido nel WRC Rally Italia portando sul podio anche Sordo terzo dietro Breen.

La calda domenica di Alghero è stata la cornice ideale per l’epilogo del WRC Rally Italia, dopo giornate intense in cui gli equipaggi hanno faticato non poco lungo un percorso dallo scenario incantevole ma colmo di insidie. La Hyundai, da sempre protagonista in terra sarda, ha massimizzato il feeling con la terra dell’isola, e finalmente è riuscita a tornare alla vittoria dopo le tante problematiche che affliggono il team di Alzenau da inizio stagione.

L’era ibrida sembrava stregata per la Casa coreana che, nel WRC Rally Italia, è riuscita a portare sul podio ben due equipaggi. D’ora in avanti il team potrà correre con maggiore fiducia, anche se è consapevole di dover lavorare per migliorare l’affidabilità, ma le prestazioni ci sono, eccome!

WRC Rally Italia: Tanak è il dominatore assoluto

Se c’è un pilota che più di altri ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, quello è sicuramente Ott Tanak, il pilota Hyundai ha ritrovato la grinta dei giorni migliori, ha attaccato a testa bassa dall’inizio alla fine, ed ha tratto il massimo vantaggio dalla sua posizione di partenza ad ogni prova speciale.

L’unico che sembrava poter reggere il suo ritmo era Lappi, ma ieri la sua Toyota Yaris GR Rally1 ha centrato un masso, e così Tanak è rimasto da solo in vetta alla gara fino alla fine. Ad ogni modo, la costanza al vertice dell’alfiere Hyundai è stata encomiabile e la vittoria nel WRC Rally Italia non è mai stata in discussione nelle speciali conclusive.

Con questa prestazione Tanak e la Hyundai possono pensare di infastidire lo squadrone Toyota fino al termine della stagione, continuando ad interrompere il dominio sul campo della vettura ibrida giapponese.

WRC Rally Italia: anche Sordo sale sul podio

Come spesso accade, quando un leader appare irraggiungibile, l’attenzione si focalizza sui piloti che lottano per le posizioni del podio, e anche nel WRC Rally Italia si è verificata una situazione del genere.

Nello specifico, la Hyundai i20 Rally1 di Sordo ha tentato di rincorrere la Ford Puma Rally1 di Breen dalla giornata di ieri. Con i rispettivi equipaggi, Sordo e Breen hanno corso una gara sempre all’attacco, scambiandosi spesso la posizione dietro Tanak nelle varie speciali. Il vantaggio di Breen si riduceva ed aumentava di prova speciale in prova speciale, fino a quando il pilota Ford non ha accumulato un quantitativo di secondi tale da consentirgli di mettere al sicuro il secondo posto.

Così, la Ford riporta sul podio la Puma Rally1, ma la Hyundai, grazie a Sordo, un pilota che non delude mai, sale sul podio sardo con ben 2 equipaggi!

Un rally da incorniciare per Hyundai se non fosse per la gara di Neuville

L’entusiasmo in Casa Hyundai è alle stelle, ed il tifo da stadio che ha accompagnato i piloti nella serata di sabato al rientro nell’area assistenza l’ha sottolineato abbondantemente.

L’unica nota stonata per il team di Alzenau è stata la gara sfortunata di Neuville, uno che sa come vincere in Sardegna, ma che ha dovuto fare i conti prima con un’affidabilità perfettibile, e poi con un incidente arrivato quando ormai per lui i giochi erano fatti.

Un vero peccato, perché adesso, in ottica mondiale, Rovampera scappa via, forte di una quinta posizione al WRC Rally Italia, consolidando un vantaggio difficile da recuperare.

WRC Rally Italia: la Hyundai torna alla vittoria con Tanak

Seguici anche sui canali social

Annunci Usato

Ti potrebbe interessare anche

page-background