F1 GP di Monaco: disastro Ferrari e vittoria di Perez

Valerio Verdone
29 Maggio 2022
GP di Monaco-vince-Perez

Una strategia sbagliata consegna la vittoria a Perez davanti a Sainz e Verstappen, solo quarto Leclerc che è a dir poco furioso per l’ennesima debacle.

La F1 torna nel Principato di Monaco, per il GP di Monaco, gara di Casa per Charles Leclerc, dove il pilota Ferrari è sempre molto competitivo. Le qualifiche hanno visto le due rosse in prima fila, vedremo se la gara confermerà il risultato delle prove.

GP di Monaco: la pioggia confonde le idee della direzione gara

Subito un colpo di scena: il GP di Monaco di F1 partirà con pista bagnata e si aspetta pioggia anche per la gara. Tutti montano la gomma intermedia, e ogni pilota si ritrova ad affrontare una corsa in condizioni che non sono state provate nel corso delle prove libere e delle qualifiche. A 7 minuti dalla partenza, Alonso, Norris e Vettel optano per le gomme da bagnato estremo, e poi, visto che sarà obbligatorio fare dei giri dietro la safety car, tutti sono costretti a montare le full wet. La direzione gara è in balia degli eventi, e ritarda ulteriormente la partenza. Si parte alle 15.16, c’è la comunicazione ufficiale. Dopo 2 giri di formazione dietro la safety car però la direzione gara ci ripensa. Bandiera rossa e tutte le vetture che rientrano in pit-lane.

GP di Monaco: si ritenta la partenza

Dopo 1 ora e 5 minuti si riprende la procedura di partenza, sempre facendo dei giri dietro la safety car. E già il primo giro viene contato come giro di gara anche prima dello start. In condizioni difficile è Latifi ad andare contro le barriere, sempre in regime di safety car, e anche Stroll torna ai box dopo una foratura. La safety car rientra e finalmente ci siamo. Partenza lanciata nel GP di Monaco con i piloti che non rischiano pericoli inutili. Gasly rientra e monta la gomma intermedia che sembra funzionare meglio. Al giro 7 anche Vettel e Tsunoda montano l’intermedia.

Soste a ripetizione per passare dalle intermedie alle slick e la Red Bull sopravanza la Ferrari

Al giro 12 i piloti mantengono la posizione e Leclerc amministra la leadership, mentre dai box analizzano la situazione in vista del cambio gomme. L’unico rompere gli indugi è Gasly che supera Zhou con una bella manovra e guadagna la 13esima posizione. Gasly supera anche Ricciardo e guadagna un’altra posizione. Al giro 16 Hamilton effettua la sua sosta e monta l’intermedia. Anche Perez si ferma per mettere l’intermedia. Norris effettua la sua sosta, e sceglie anche lui l’intermedia, ma intanto Perez inizia ad andare veramente forte. Rientra Leclerc al giro 19 e la scelta è conservativa, intermedie anche per lui. L’attesa è stata fatale, e Perez ha guadagnato la posizione su Leclerc. Verstappen ha cambiato anche lui e nel frattempo è arrivato a ridosso di Leclerc, mentre Hamilton non riesce a superare Ocon. Al giro 21 rientra Sainz per mettere la gomma slick e passa dai box anche Leclerc, che però perde tempo in attesa del cambio gomme del compagno di squadra. Gomma slick anche per Leclerc, ma si fermano anche le Red Bull, anche per loro gomma bianca. Perez diventa leader davanti a Sainz e Verstappen è terzo davanti a Leclerc, il monegasco è furioso!

Bandiera rossa e safety car per l’incidente di Mick Schumacher

Al giro 27 del GP di Monaco Schumacher perde il controllo della Haas e la monoposto perde il posteriore nell’impatto con le barriere. Bandiera rossa e safety car, intanto non c’è nessuna investigazione per le Red Bull che hanno superato la linea gialla all’uscita della pit-lane in occasione del cambio gomme. Un atteggiamento dei commissari di gara quantomeno discutibile. I piloti scendono dalle monoposto e nel box Ferrari la tensione è altissima.

Si riparte e le Red Bull montano le intermedie

Si riprende con le Red Bull con gomma gialla, intermedia da asciutto, e le Ferrari con mescola bianca, dura da asciutto. La ripartenza avviene senza sorprese, e l’azione in pista risulta piuttosto sterile. Alonso fa da tappo a tutti coloro che lo seguono per mantenere la settima posizione, ed i primi 4 si sfidano per il giro veloce.

Vince Perez davanti a Sainz e Verstappen, solo quarto Leclerc

Perez inizia ad avere problemi di gomme a 10 minuti dalla fine e Sainz comincia a mettergli pressione. Ma a Monaco, come è noto in F1, è difficile passare e così le posizioni rimangono congelate. Perez vince il GP di Monaco davanti a Sainz e Verstappen. Furioso al quarto posto Leclerc. Quindi, Russell, Norris, Alonso, Hamilton, Ocon, e Bottas a chiudere la zona punti.

Seguici anche sui canali social

Annunci Usato

  • volkswagen-polo-1-2-5-porte-techsound-2
    9.900 €
    VOLKSWAGEN Polo 1.2 5 porte Tech&Sound
    Benzina
    69.900 km
    08/2014
  • mercedes-benz-glc-250-d-4matic-coupe-tettuccio-led-retrocamera
    43.500 €
    MERCEDES-BENZ GLC 250 d 4Matic Coupé TETTUCCIO LED RETROCAMERA
    Diesel
    80.000 km
    02/2019
  • alfa-romeo-stelvio-2-2-turbodiesel-180-cv-at8-q4-executive
    28.000 €
    ALFA ROMEO Stelvio 2.2 Turbodiesel 180 CV AT8 Q4 Executive
    Diesel
    121.855 km
    07/2017
  • citroen-c3-aircross-puretech-82-feel-ok-neopatentati-sens-parch-post-7
    15.490 €
    CITROEN C3 Aircross PureTech 82 Feel/OK NEOPATENTATI/SENS PARCH POST
    Benzina
    33.952 km
    09/2018
  • mercedes-benz-gla-180-amg-line-parcktronic-fari-led-camera-360
    26.980 €
    MERCEDES-BENZ GLA 180 AMG Line/PARCKTRONIC/FARI LED/CAMERA 360°
    Benzina
    31.639 km
    05/2018
  • mercedes-benz-gla-180-amg-pack-cerchi-19-navigatore-keyless
    25.380 €
    MERCEDES-BENZ GLA 180 AMG Pack/CERCHI 19"/NAVIGATORE/KEYLESS
    Benzina
    49.987 km
    07/2017
  • smart-fortwo-1-0-twinamic-youngster-n30
    14.900 €
    SMART ForTwo 1.0 Twinamic Youngster n°30
    Benzina
    24.500 km
    03/2019
  • smart-fortwo-1-0-twinamic-italiana-n26-3
    14.900 €
    SMART ForTwo 1.0 Twinamic Italiana n°26
    Benzina
    32.300 km
    08/2019
  • smart-fortwo-1-0-twinamic-italiana-n35-3
    14.700 €
    SMART ForTwo 1.0 Twinamic Italiana n°35
    Benzina
    27.700 km
    08/2019

Ti potrebbe interessare anche

page-background