F1 GP di Spagna: Ferrari sfortunata e doppietta Red Bull

Valerio Verdone
22 May 2022
GP di Spagna vince Verstappen

Nel GP di Spagna vince Verstappen davanti a Perez e Russell, sfortunato Leclerc che rompe il motore da leader e così l’olandese è il nuovo leader mondiale

Archiviate le qualifiche del GP di Spagna di F1, che hanno mostrato una Ferrari in gran spolvero sul giro secco, la gara ha ancora delle incognite da dipanare, come l’usura delle gomme alla luce degli aggiornamenti. Vedremo se la Ferrari sarà in grado di tenere il passo gara della Red Bull, e se la Mercedes potrà lottare per il podio.

GP di Spagna, partenza perfetta di Leclerc, mentre Sainz perde posizioni importanti

Parte forte Leclerc nel GP di Spagna di F1, che riesce a tenersi dietro Verstappen, nello scatto iniziale Sainz retrocede al quinto posto provvisorio, mentre una toccata tra Magnussen ed Hamilton rovina la gara ad entrambi che scivolano sul fondo del gruppo. Da segnalare il recupero importante di Schumacher, che alla fine del primo giro è al sesto posto provvisorio. Al giro 6 Leclerc ha un vantaggio di 1 secondo e due decimi circa sul campione del mondo, e così l’olandese non può utilizzare ancora il DRS.

GP di Spagna, Sainz e Verstappen nella ghiaia perdono posizioni

Nella tornata successiva, alla curva 4, Sainz esce di pista in entrata e va nella ghiaia perdendo altre posizioni nel GP si Spagna. Ma al nono giro è Verstappen che va nella ghiaia nella stessa curva e si ritrova al quarto posto dietro Russell e Perez. Poi, all’11esimo giro Perez cede la sua posizione e così Verstappen diventa terzo dietro Russell che si ritrova in una preziosa seconda posizione. La Red Bull di Verstappen ha problemi al DRS, che non si apre, e l’olandese continua a perdere terreno. Quindi Russell e Verstappen entrano ai box per il cambio gomme al giro 14 con l’inglese che torna in pista davanti.

Russell tiene dietro Verstappen

Un nuovo duello rusticano si propone agli spettatori, quello tra Russell e Verstappen, ma il campione del mondo continua ad avere problemi con il DRS. Però bisogna dire che Russell tiene duro, anche confidando sulla sua velocità di punta. Nel frattempo Perez cambia le gomme e rimane Leclerc a dover effettuare la sua sosta. Al giro 19 Verstappen si avvicina moltissimo e Russell si tiene la posizione con grande caparbietà, tanto che l’olandese inizia a lamentarsi via radio.

Leclerc si ritira al giro 27 per problemi al motore

Al giro 22 rientra Leclerc, leader della gara, che effettua un pit-stop velocissimo in 2,2 secondi. Il monegasco rientra davanti a tutti e continua la sua corsa da lepre, mentre dietro Russell e Verstappen riprendono a sfidarsi curva dopo curva. La lotta è serratissima ma Russell si dimostra un fuoriclasse. Al giro 27 colpo di scena: Leclerc procede lentamente e deve rientrare ai box per ritirarsi.

La Red Bull passa al comando

Al 30esimo giro rientra Verstappen, monta la gomma rossa, e si ritrova davanti a Sainz, che arriva di gran carriera. L’olandese tiene la posizione, mentre davanti Perez supera Russell e si prende la leadership. Al giro 32 si ferma Sainz,  che riprende la gara in ottava posizione. Si rischia una doppietta Red Bull. Si ferma anche Russell al giro 37 e le due Red Bull si trovano al comando della gara. Nella tornata successiva arriva la sosta per Perez con Verstappen che diventa il nuovo leader. Al 45esimo giro è il turno di Verstappen per l’ultimo pit-stop, e le due Red Bull sono sempre al comando con autorevolezza dopo l’abbandono di Leclerc.

Verstappen torna leader della gara

I giochi di squadra non convincono Perez che si sente dire di lasciare strada a Verstappen se è più veloce, con il messicano che risponde via radio che “questo non è leale”. Al giro 49 Verstappen si riprende la prima posizione, e Perez lo lascia passare prendendosi i ringraziamenti per un copione già scritto.

Hamilton supera Sainz e risale in quarta posizione

A 6 giri dalla fine, con le prime 3 posizioni cristallizzate, l’unico duello degno di nota è quello tra Sainz ed Hamilton per la quarta posizione. Il 7 volte campione del mondo si avvicina e supera lo spagnolo della Ferrari con una manovra perfetta, e pensare che dopo il primo giro era praticamente ultimo…

Doppietta Red Bull nel GP che vedeva vincente la Ferrari

Termina il GP  con le Red Bull di Verstappen e Perez in prima e seconda posizione, ma alla fine c’è un nuovo colpo di scena con le Mercedes a limite con la benzina che favorisco il sorpasso di Sainz su Hamilton per la quarta posizione, ma non su Russell che arriva terzo. Quindi, Bottas, Ocon, Norris, Alonso e Tsunoda completano la zona punti.

Seguici anche sui canali social

Annunci Usato

  • fiat-panda-1-4-natural-power-metano-perfetta
    4.800 €
    FIAT Panda 1.4 Natural Power METANO PERFETTA
    Benzina/Metano
    177.000 km
    05/2011
  • volkswagen-golf-1-9-tdi-105cv-united-unipro
    4.990 €
    VOLKSWAGEN Golf 1.9 TDI 105CV UNITED UNIPRO
    Diesel
    220.000 km
    04/2008
  • bmw-x3-xdrive20d-xline-tetto-apribile
    39.800 €
    BMW X3 xDrive20d xLine + Tetto Apribile
    Diesel
    64.000 km
    07/2018
  • honda-hr-v-1-6i-16v-cat-5-porte-2wd-2
    1.890 €
    HONDA HR-V 1.6i 16V cat 5 porte 2WD
    Benzina/GPL
    273.000 km
    04/2001
  • jeep-compass-2-0-mjt-automatico-4x4-limited
    25.500 €
    JEEP Compass 2.0 Mjt Automatico 4x4 Limited
    Diesel
    85.800 km
    01/2018
  • fiat-tipo-1-6-mjt-ss-5-porte-navigatore
    16.900 €
    FIAT Tipo 1.6 Mjt S&S 5 porte Navigatore
    Diesel
    98.900 km
    05/2019
  • citroen-c3-puretech-82
    6.900 €
    CITROEN C3 PureTech 82
    Benzina
    123.000 km
    11/2014
  • seat-altea-xl-1-6-tdi-cr-dpf-reference
    5.900 €
    SEAT Altea XL 1.6 TDI CR DPF Reference
    Diesel
    150.000 km
    10/2011
  • peugeot-3008-1-6-hdi-112cv-business
    5.500 €
    PEUGEOT 3008 1.6 HDi 112CV Business
    Diesel
    155.000 km
    06/2011

Ti potrebbe interessare anche

page-background