Hankook Race Experience 2021: il motorsport in prima persona

La Hankook Race Experience dà la possibilità di vivere per un giorno il mondo delle competizioni a 360 gradi: rally, kart e molto altro.

Una giornata dedicata alla passione per il motorismo e all’esperienza di guida. Stiamo parlando della Hankook Race Experience, evento che consente di avere accesso esclusivo al mondo del motorsport targato Hankook.

L’evento è organizzato in collaborazione con ERTS (European Racing Tyres Service), distributore esclusivo per il mercato italiano della gamma Hankook da competizione, e prevede diverse attività all’insegna dell’emozione alla guida: dalla prova di una vettura Rally4, ad una sessione di kart da competizione, fino alla prova di un simulatore di guida professionale utilizzato dai veri piloti per l’allenamento.

All’evento possono partecipare tutti grazie al concorso organizzato da Hankook e che è stato organizzato su tre periodi differenti (dal 12 aprile al 2 maggio, dal 5 al 25 luglio e dal 25 ottobre al 14 novembre). Nelle date valide per il concorso, basta andare sul sito hankookraceexperience.it, registrarsi e giocare online alla sfida rally: chi realizza i migliori tempi ha la possibilità di vincere la giornata all’insegna del motorsport di Hankook.

L’impegno di Hankook negli sport motoristici

Negli ultimi anni, il produttore di pneumatici coreano ha supportato le sfide e la passione del motorsport attraverso la sponsorizzazione di numerose categorie. Hankook si è infatti posta l’ambizioso obiettivo di aiutare i piloti di tutto il mondo a raggiungere nuovi traguardi ed a fissare nuovi record.

D’altronde la passione per la guida è nel DNA del marchio fin dalla sua fondazione ed è ben rappresentata dalla filosofia che muove l’operato dell’azienda, sintetizzato dall’espressione “Driving Emotion”, attraverso la quale Hankook punta a fornire le migliori performance e il massimo piacere di guida attraverso prodotti altamente tecnologici.

In occasione della Hankook Race Experience di Cecina abbiamo avuto modo di intervistare Fabrizio Bardi, proprietario di ERTS. Fabrizio ha così commentato le sponsorizzazioni del produttore coreano negli sport motoristici:

Hankook è giovanissima nel motorsport se paragonata ad altri competitor, però si muove con decisione e con passi ben ponderati.

L’impegno del produttore di pneumatici si divide tra le categorie da pista e rally, che richiedono un approccio completamente differente anche dal punto di vista degli pneumatici, come ci spiega Fabrizio Bardi:

Sono completamente diverse, si tratta di gomme che hanno bisogno di avere caratteristiche specifiche. Nella pista ci sono molte meno variabili però si gioca sul decimo di secondo, nei rally ci sono talmente tante variabili che la componente tattica nello scegliere quale pneumatico utilizzare è influenzata anche dallo svolgimento della gara, da come si ripetono le prove, dal meteo.

A bordo di una vettura Rally4

All’Hankook Race Experience di Cecina abbiamo fatto qualche giro di pista con il rally driver Fabio Pinelli che ci ha spiegato la Fiesta con la quale di lì a poco avremmo affrontato la pista:

Le vetture Rally4 sono le new entry della Federazione che stanno prendendo il nome di Rally5, Rally4, Rally3 fino alle Rally2 e Rally1, che sono le vecchie R5. Questa è una vettura Ford Fiesta Rally4, è un 1000 sovralimentato con – in gergo tecnico – il bang, quindi abbiamo una sola alimentazione comandata elettricamente.

Gareggiare in questa categoria comporta delle difficoltà specifiche e di conseguenza è necessario adottare uno stile di guida adatto. Ci spiega Fabio:

Siamo sempre su macchine, seppur sovralimentate con una pressione del turbo molto interessante quindi in grado di erogare una decisa potenza, che sono un 998 di cilindrata. È molto importante mantenerla sempre su di giri, non farla mai calare perché non avendo ovviamente le potenze delle sorelle superiori, qui è necessaria una guida molto pulita, molto fluida, sfruttando moltissimo le traiettorie e cercare di non rallentarla mai inutilmente perché comunque fa fatica a riprendere il ritmo.

Rally: gli pneumatici Hankook

L’impegno di Hankook nei rally diventa anno su anno sempre più importante. Chiediamo a Fabrizio Bardi di ERTS quali sono le caratteristiche degli pneumatici realizzati per le varie categorie di questa disciplina motoristica:

«Sono tre le famiglie principali di pneumatici da rally. Abbiamo il pneumatico da asfalto che con il  nuovo regolamento copre con un disegno sia asciutto che bagnato, il pneumatico da terra e il pneumatico neve».

Il travaso tecnologico tra il motorsport e gli pneumatici che i clienti possono comprare è elevato, anche e soprattutto dal lato sicurezza, come ci conferma Fabrizio:

Una performance raggiunta nell’ambito delle competizioni, quindi portata agli estremi, diventa poi più facile scalarlo fino un livello di utilizzo sulle macchine di tutti i giorni, ma a quel punto con un livello di sicurezza importantissimo perché è quello che avevi raggiunto per l’utilizzo nella competizione.

Simulatore: l’allenamento dei piloti

All’Hankook Race Experience abbiamo potuto allenarci come i veri piloti grazie ad un simulatore di ultimissima generazione, che oggi rappresenta uno strumento affidabile da affiancare ai giri in pista “reali” per il miglioramento delle prestazioni dei piloti.

L’occasione era perfetta per scoprire come è strutturato un moderno simulatore professionale. La postazione comprende il volante, un sedile sportivo, uno schermo immersivo, la pedaliera (solo con freno e acceleratore) e l’hardware che gestisce tutto il sistema. Fare qualche giro veloce “a bordo” di questa meraviglia della tecnologia è stato davvero un’opportunità unica che ci ha regalato l’Hankook Race Experience.

Formula E: Hankook è fornitore in esclusiva

Infine, abbiamo parlato con Fabrizio Bardi dell’ultima importantissima novità che riguarda il motorsport di Hankook: la fornitura in esclusiva degli pneumatici per la Formula E a partire dalla prossima stagione. Ecco quello che Fabrizio ci ha detto:

Sicuramente è un campionato impegnativo dal punto di vista dello sviluppo perché ha delle caratteristiche richieste da quello che il campionato vuole trasmettere, quindi un disegno che deve essere di tipologia stradale, una durata che prevede che con un set di gomme si debba fare un completo weekend di gara. A questo si aggiungono le caratteristiche tecniche della vettura, che sono già di per sé particolari: la vettura ha una coppia importante, caratteristica del motore elettrico, che è uno stress per la carcassa non indifferente, in più il peso perché i pacchi batteria hanno un peso importante. Sono tutti componenti che messi insieme diventano impegnativi da gestire.

Il kart per concludere la Race Experience

La nostra esperienza nel mondo del motorsport targato Hankook si è conclusa sulla pista di go-kart, dove abbiamo potuto guidare dei “due tempi” da 125 centimetri cubici. Inutile dire che è stato il modo migliore per terminare le sessioni di lavoro dell’Hankook Race Experience 2021, un’opportunità irripetibile per vivere in un solo giorno tante discipline diverse del motorismo.

Hankook Race Experience: le immagini Vedi tutte le immagini
Altri contenuti