Formula 1: Grosjean e Magnussen annunciano l’addio alla Haas F1

Strano addio per i due piloti della Haas che probabilmente lasceranno il posto a Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

La Formula 1 si rinnova anche passando per un cambiamento generazionale di piloti che si contrappone alla permanenza di grandi campioni come Raikkonen ed al ritorno di un leone del volante come Alonso. L’ultimo team che vedrà un avvicendamento a livello di driver è quello di Gunther Steiner, la squadra Haas F1, in cui al momento corrono Grosjean e Magnussen.

Doppio addio annunciato sui social network

L’aspetto che balza all’occhio, è proprio il caso di dirlo, è che entrambi i piloti titolari, Grosjean e Magnussen, abbiano annunciato a sorpresa, prima del gran premio del Portogallo, il loro addio al team dal 2021 affidandosi ai social network. E’ raro che due driver lascino entrambe una squadra, ancora più inconsueto che lo rendano pubblico a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro attraverso i canali social. Ma è una situazione figlia dei nostri tempi, nei quali identità reale e virtuale tendono a sovrapporsi.

Una storia lunga per entrambi con il team Haas F1

Sia Grosjean che Magnussen hanno corso per tanto tempo con questa squadra di cui erano diventati parte integrante e con cui lotteranno per posizioni che possano portare punti mondiali fino al termine della stagione attuale, anche se navigano stabilmente nelle retrovie. Il primo è stato colui che ha consentito alla Haas di esordire al massimo delle sue possibilità nella stagione iniziale contribuendo alla causa attraverso la sua esperienza. Mentre il secondo ha contribuito in alcune occasioni a conquistare ad altri punti iridati con la sua concretezza. Nello specifico, Grosjean ha militato in Haas F1 per 5 anni, mentre Magnussen per 4 stagioni, ma adesso è quasi arrivato il tempo dei saluti che da virtuali diventeranno reali.

Schumacher Jr e Mazepin i due sostituti designati

I rumors indicano nei nomi di Mick Schumacher e Nikita Mazepin i due piloti che andranno a prendere il posto degli attuali titolari dei sedili delle monoposto Haas. Un cambiamento radicale, con giovani promesse in luogo di driver navigati, un netto cambio di rotta che pone una certa curiosità su cosa riusciranno a fare in pista questi due protagonisti della categoria propedeutica alla Formula 1, quella Formula 2 che sembra già essere una conquista annunciata di Schumi Jr. Certo, mancano ancora i crismi dell’ufficialità ma con Giovinazzi e Raikkonen confermati in Alfa Romeo i giochi dovrebbero essere fatti.

La Haas ringrazia tramite il suo patron Gunther Steiner

In questo contesto la Haas non è stata a guardare, e così il proprietario Gunther Steiner ha risposto con parole di ringraziamento per i due piloti arrivati alla fine di un ciclo sportivo molto importante anche per il suo team. “Romain è stato parte fondamentale, perché all’inizio della nostra avventura abbiamo scelto un pilota di esperienza e molto veloce. I suoi risultati ottenuti a inizio 2016 sono stati una giusta ricompensa non solo per il suo talento, ma anche per l’impegno che la squadra ha profuso per essere già in griglia nel corso di quella stagione. Quando Kevin è entrato a far parte del team, una stagione più tardi, abbiamo visto entrambe le monoposto andare a punti e, naturalmente, il doppio arrivo a punti a Monaco in quella stagione. Abbiamo tanti bei ricordi assieme, in particolare la stagione 2019, quando siamo arrivati quinti nella classifica Costruttori al nostro terzo anno in Formula 1. Romain è Kevin hanno avuto un ruolo significativo in questo successo. Naturalmente nella stagione 2020 ci sono ancora tante gare da disputare. E’ stato un anno impegnativo, non c’è dubbio, ma entrambi i piloti hanno dato il massimo al volante della VF-20. Apprezziamo i loro contributi e la loro esperienza per continuare a spingere il team verso il Gran Premio di Abu Dhabi che si terrà a dicembre”.

I Video di Motori.it

Hankook Winter i*cept evo2 e Winter i*cept evo2 SUV

Altri contenuti