Formula 1: Hamilton vince il GP dell’Eifel ed entra nella storia

Il campione del mondo sale a quota 91 vittorie come il mitico Schumi e con il ritiro di Bottas vede la strada spianata per il settimo titolo mondiale

In Germania la temperatura è fredda, ma la partenza del gran premio di Formula 1 dell’Eifel si annuncia caldissima, soprattutto con Verstappen e Leclerc in seconda fila che sono pronti a tentare di sopravanzare già dalla prima curva le due Mercedes.

Bottas tiene a bada Hamilton e comanda la gara

Si parte con Bottas che porta quasi fuori Hamilton e tiene la prima posizione con un’autorità fino ad oggi mai vista. Leclerc si esibisce in un bloccaggio ma riesce a tenere la posizione dopo la prima curva. Dopo 4 giri Ricciardo si fa vedere in maniera minacciosa sugli scarichi della Ferrari di Leclerc che gira ad 1 secondo ed 8 decimi da Bottas. Già al quinto giro i primi 3 sembrano aver preso il largo con il pilota Ferrari numero 16 ad 11 secondi da Verstappen. Comunque è attesa la pioggia, anche se leggera, e questo potrebbe cambiare i piani delle squadre, intanto al giro numero 8 Albon torna ai box per la prima sosta della giornata e monta gomme gialle. Al giro successivo, dopo diversi tentativi, Ricciardo supera Leclerc di forza e si prende la quarta posizione. Adesso c’è un nuovo problema per il pilota Ferrari ed ha il nome di Lando Norris che nel contempo viene insidiato da Perez.

Problemi per Bottas che si ritira

Leclerc rientra ai box al giro numero 11 e mette la gomma gialla, mentre Vettel si gira in seguito ad un tentativo di sorpasso su Giovinazzi, e torna in pista quando occupa la 13esima posizione. Poi si ferma anche lui ai box e mette la gomma bianca tentando un’altra strategia. La corsa si infiamma al 13esimo giro con Bottas che va lungo e viene sopravanzato da Hamilton con tanto di contatto tra le due Mercedes. In seguito il finlandese effettua la sosta ai box e monta la gomma gialla. Al giro 15 c’è un contatto tra Raikkonen e Russell con pilota Williams costretto a fermarsi a bordo pista; davanti Bottas ingaggia un duello con Ricciardo e riesce a sopravanzarlo rapidamente guadagnando la posizione. Nella 16esima tornata entra la virtual safety car e ne approfittano sia Hamilton che Verstappen, mentre rimane beffato dalla situazione Bottas. Neanche il tempo di riprendere la corsa che Kvyat tampona Albon, e Bottas parla con i box dichiarando di non avere potenza e poi è costretto a tornare in pit-lane per ritirarsi.

Leclerc risale fino alla quinta posizione

Adesso la lotta per la vittoria è tutta nelle mani di Hamilton e Verstappen, e ci sono piloti veloci come Norris e Perez dietro di loro che ancora devono fermarsi. I problemi tecnici affliggono anche Ocon ed Albon che sono costretti al ritiro. Al giro 26 anche Norris inizia a rallentare ed ha problemi, ma pare aver risolto con delle indicazioni dal muretto box. Due giri più tardi Leclerc supera Gasly e guadagna la settima posizione. Poi, con Perez e Norris che effettuano la loro sosta ai box, passa in quinta posizione e tiene anche un ritmo interessante.

Hamilton aumenta il vantaggio su Verstappen ed è sempre più leader

Dopo più di metà gara Hamilton ha un vantaggio di oltre 5 secondi su Verstappen, ma il campione del mondo si lamenta delle gomme via radio e dovrebbe fermarsi per un altro pit-stop. Al giro 34 inizia un duello furibondo tra Perez e Leclerc, con il driver della Racing Point che prende la posizione sul pilota Ferrari ma poi la riperde, fino a poi conquistarla definitivamente due giri dopo, quando Leclerc ne approfitta per tornare ai box e mettere di nuovo la gomma gialla. Al rientro in pista però Leclerc è chiamato a fare gli straordinari per difendere la decima posizione provvisoria da Gasly che ha gomme bianche. Intanto, davanti il distacco di Hamilton su Verstappen aumenta ad oltre 8 secondi quando siamo giunti al 39esimo giro.

Entra la safety car ma Hamilton mantiene la prima posizione

Si ferma anche Norris al giro 44 e saluta la compagnia in una gara che vede diversi piloti colpiti da problemi tecnici. Così, per rimuovere la McLaren entra la safety car e inizia la fila in pit-lane per l’ultimo cambio gomme della giornata. Riparte bene Hamilton al rientro della safety car e Ricciardo riesce a difendere la terza posizione da Perez, poco fortunata la scelta della Ferrari di tenere la gomma media, visto che Leclerc viene sopravanzato da Gasly e retrocede al settimo posto. Se Hamilton sembra essere padrone della situazione su Verstappen, che rimane cristallizzato in seconda posizione, Perez insidia Ricciardo per un duello tutto da vivere fino alla fine.

Hamilton entra nella storia con 91 vittorie come Schumacher

Vince Hamilton, conquista la 91esima vittoria come Schumacher per entrare nella storia della Formula 1 e puntare ad un futuro leggendario. Secondo Verstappen, mentre Ricciardo conquista una grandissima terza posizione. Settimo Leclerc, solo undicesimo Vettel.

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti