24 Ore di Le Mans 2020: programma, orari, TV e streaming

Il weekend da corsa più lungo dell’anno è arrivato: l’edizione numero 88 della maratona della Sarthe scatterà nel primo pomeriggio di sabato 19 settembre. Tutte le informazioni utili per seguire la gara.

Questo fine settimana, la breve pausa del fitto calendario della Formula 1 regala agli appassionati un motivo in più per… non perdere il vizio: va in scena la 24 Ore di Le Mans, 88esima edizione della gara di durata più famosa al mondo e che, storicamente, richiama centinaia di migliaia di enthusiast, lungo i 13,626 km del circuito della Sarthe che si snoda fra due tratti di strade “dipartimentali” (la D338 e la D139) normalmente aperte alla circolazione dei veicoli, ed una porzione del Circuito Bugatti (attuale sede del Gran Premio di Francia della MotoGP); e incolla davanti al televisore, al monitor del Pc (oltre che, da qualche anno, al proprio smartphone) milioni di tifosi. Davvero niente da invidiare alla Formula 1, a dimostrazione che l’Endurance, e Le Mans in particolare, mantiene ben saldo il proprio ruolo di categoria ai vertici del motorsport mondiale.

>> 24 Ore di Le Mans: vince la Toyota e Alonso è campione del mondo

Per la prima volta senza pubblico…

In più, per il fatto che la 24 Ore di Le Mans 2020 (settimo atto della stagione 2019-2020 del WEC che si concluderà a novembre con la 8 Ore del Bahrain) si svolgerà “a porte chiuse” in ordine alle disposizioni anti-Covid, il coinvolgimento di pubblico attraverso lo schermo si prevede, quest’anno, notevolmente più ampio rispetto ai pur ottimi risultati delle scorse edizioni. L’Automobile Club de l’Ouest, che storicamente organizza la gara, ha per questo motivo ampliato le possibilità di seguire Le Mans “da remoto” (ne parliamo diffusamente più sotto). I motivi per non perdere la “Marathone” 2020 ci sono dunque tutti.

… ma per la seconda volta (dal 1924) a fine settembre

Non fosse altro che chi segue Le Mans 2020 è testimone di un episodio epocale: per la seconda volta nella quasi centenaria storia della gara (la prima edizione si tenne nel 1924), il suo svolgimento è stato spostato a fine settembre: soltanto nel 1968, in seguito ai disordini del “Maggio francese”, gli organizzatori decisero di rinviarla dalla tradizionale collocazione di metà giugno.

Categorie ed equipaggi italiani

Le Mans 2020 vede al via 59 equipaggi, suddivisi in quattro categorie:

  • LMP1 (5 vetture)
  • LMP2 (24 vetture)
  • GTE Pro (8)
  • GTE Am (22).

La classe GTE Am è quella con il maggiore numero di equipaggi italiani. Nel dettaglio, il “Tricolore” svetta con Cetilar Racing (LMP2) affidata a Roberto Lacorte, Andrea Belicchi e Giorgio Sernagiotto.

In GTE Pro, riflettori puntati sulla Ferrari 488 GTE-AF Corse con Alessandro Pier Guidi, James Calado e Daniel Serra; e sull’altra 488 GTE (numero 71) con Davide Rigon, Miguel Molina e Sam Bird; con il numero 91 sulle porte, la Porsche 911 RSR condotta da Gianmaria Bruni, Richard Lietz e Frédéric Makowiecki.

In GTE Am, l’Italia a Le Mans viene rappresentata dalla Ferrari 488 GTE (numero 54) di Giancarlo Fisichella, Francesco Castellacci e Thomas Flohr; dalla 488 GTE (numero 61) del team Iron Lynx affidata a Claudio Schiavoni, all’ex rallysta Sergio Pianezzola ed a Paolo Ruberti; la terza Ferrari (numero 75) viene portata in gara da Rino Mastronardi, Matteo Cressoni ed Andrea Piccini; nell’abitacolo della Porsche numero 56, troviamo Matteo Cairoli, Egidio Perfetti e Larry Ten Voorde; con il numero 77, la Porsche 911 del team Dempsey Proton per Riccardo Pera, che si alternerà con Christian Riel e Matt Campbell; e, con il numero 78, la Porsche 911 RSR del team Proton Competition per Michele Beretta, Horst Felbermayr Jr e Max Van Splunteren.

Orari e programmazione TV e streaming

Di seguito la “tabella di marcia” della 24 Ore di Le Mans 2020, penultimo appuntamento con la stagione 2019-2020 del WEC, ufficialmente iniziato giovedì 17 settembre con le prime tre sessioni di prove libere e la prima sessione di qualifiche.

Venerdì 18 settembre

  • Prove libere 4 dalle 10 alle 11
  • Hyperpole dalle 11,30 alle 12.

Sabato 19 settembre

  • Warm-up dalle 10,15 alle 11
  • Via alla gara dalle 14,30.

Domenica 20 settembre

  • Arrivo di gara alle 15.

Diretta TV e streaming

L’intero svolgimento della 24 Ore di Le Mans 2020 può essere seguito, in Italia, tanto in streaming quanto in diretta televisiva. I vertici ACO hanno provveduto allo sviluppo di un “pacchetto” esclusivo per la corsa, che permette agli enthusiast di “tuffarsi” nella “Marathone de la Sarthe” in streaming e di vivere ogni minuto dei “dietro le quinte” attraverso una piattaforma digitale ad hoc disponibile sul sito Web dedicato.

Anche DAZN propone l’intera gara in streaming.

La copertura televisiva viene garantita da Eurosport (canale satellitare 211) che offre altresì la diretta streaming attraverso la propria App Eurosport Player; e, “in chiaro”, da Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre).

Di seguito i dettagli del palinsesto televisivo di Le Mans 2020.

Prove libere

Venerdì 18 settembre

  • FP4: dalle 10 in diretta su Eurosport
  • Hyperpole: dalle 11,30 in diretta su Eurosport.

Sabato 19 settembre e domenica 20 settembre

  • 24 Ore di Le Mans: dalle 14,30 di sabato in diretta su Eurosport e Sportitalia.
Ferrari: una mostra per i 70 anni di successi alla 24 Ore di Le Mans Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti

Il 31 ottobre verrà assegnato il premio Auto Europa 2021 alla vettura in grado di offrire il migliore mix tra innovazione, design, qualità, prezzo e sostenibilità ambientale.