Ferrari Portofino M, ora è “modificata”: 620 CV e nuovo cambio

Le consegne della nuova Ferrari aggiornata nella meccanica e nell’estetica sono previste nel secondo trimestre del 2021.

La Ferrari Portofino si evolve e diventa M, dove M, come è ormai noto nel gergo Ferrari, sta per Modificata, ma non cadete nell’errore di pensare che si tratti di un restyling o di un facelift, perché i cambiamenti apportati sono molto più profondi di quanto si possa immaginare. Infatti, oltre al design, è stata evoluta la meccanica. Il prezzo è di 206.000 euro e i primi clienti la guideranno nel secondo trimestre del 2021.

Solo modifiche funzionali per l’estetica

A livello estetico la maggiore potenza è sottolineata da nuove prese d’aria anteriori e da nuovi sfoghi che si estendono a quelli presenti sui passaruota. Cambia anche la calandra con elementi in alluminio differenti per enfatizzare questo dettaglio. Dietro, lo scarico con ingombri inferiori ha consentito di cambiare il disegno del paraurti rendendolo più snello e più in linea con quello anteriore. In generale dunque, la Portofino non è stata rivoluzionata, ma semplicemente rivista in funzione dei cambiamenti meccanici presenti sotto pelle. Con il tetto retrattile, che consente di avere due auto in una, grazie al suo design che non appesantisce la linea quando è chiuso, la Portofino M può essere una spider affascinante o una bellissima coupé.

Gli interni non sono stati rivoluzionati adottando l’infotainment della Roma, e il motivo è molto semplice, con un’operazione del genere si sarebbe dovuto ridisegnare l’abitacolo. Ma in ogni caso c’è sempre un sistema multimediale al passo con i tempi grazie ad uno schermo touchscreen da 10,25 pollici, mentre la strumentazione divisa in 3 elementi mantiene l’elemento centrale analogico a sfondo giallo che ospita il contagiri tanto apprezzato dagli appassionati della guida sportiva.

Motore più pulito e più potente, nuovo cambio, e modalità Race

Le vere novità però sono sottopelle dove troviamo un V8 3.9 sovralimentato che guadagna 20 CV, arrivando a 620 CV a 7.500 giri, grazie all’utilizzo di un albero a camme con nuovi profili e ad una turbina capace di operare fino a 5.000 giri/min mediante un sensore di velocità dei giri di rotazione, il quale, insieme al filtro antiparticolato presente nel nuovo scarico, consente alla vettura di rispettare la normativa Euro 6D.

Anche il cambio è tutto nuovo con una trasmissione automatica a doppia frizione ad 8 rapporti che vanta ingombri ridotti del 20% e permette di trasmettere una coppia superiore del 35% (760 Nm in settima ed ottava marcia). Le prestazioni sono da sportiva autentica con uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 3,45 s, un’accelerazione da 0 a 200 km/h che avviene in 9,8 secondi, per una velocità massima superiore a 320 km/h. Per questo il manettino, regolabile in 5 posizioni, presenta anche la modalità Race, che, in abbinamento al Ferrari Dynamic Enhancer, consente di elevare ulteriormente il piacere di guida sfruttando il controllo della dinamica laterale.

ADAS per incrementare la sicurezza attiva

Inoltre, se nella guida di tutti i giorni non vi disturba l’azione degli ADAS, sappiate che sulla Portofino M si possono sfruttare ausili alla guida come il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco, il cruise control adattivo, il riconoscimento dei segnali stradali, e gli abbaglianti automatici.

Ferrari Portofino M: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti