Formula 1: a Silverstone vince Hamilton ed è sempre più leader

Dietro di lui Verstappen e Leclerc, ma le Mercedes sono irraggiungibili ed Hamilton ha anche la fortuna dalla sua parte

E’ tutto pronto a Silverstone per un gran premio di Formula 1 nel quale la Ferrari cerca il rilancio nei confronti di una Mercedes saldamente in testa dopo le prime gare stagionali. Ma attenzione alla Red Bull di Verstappen ed alle McLaren che giocano in casa. Subito un colpo di scena, Hulkenberg ha un problema alla power unit e non prenderà parte alla corsa nonostante il suo impegno per farsi trovare pronto.

Due safety car nelle fasi inziali con le Mercedes al comando

Primo giro con il botto con Albon che tocca Magnussen e fa uscire la prima bandiera gialla, mentre nelle prime file si consumava il primo duello tra Verstappen e Leclerc. Entra la safety car e al giro numero 6 riprendono le ostilità in pista. Le Mercedes si mettono al comando ma al giro 16 esce di pista Kvyat con l’Alpha Tauri e rientra la safety car con le monoposto che ne approfittano per cambiare le gomme. Gli equilibri possono cambiare rapidamente con questi colpi di scena anche se è palese la superiorità tecnica della Mercedes con Bottas che era a caccia di Hamilton fino all’incidente di Kvyat. Si rientra in pista al giro numero 19 con Sainz e Norris che superano Ricciardo, ma c’è grande accortezza per non consumare eccessivamente gli pneumatici. Le due monoposto nere della Stella a Tre Punte dominano la scena in maniera perentoria, Verstappen, a 7 secondi da Bottas, al giro 32 ha circa 14 secondi su Leclerc, e le posizioni di vertice appaiono così cristallizzate che il telecronista si esalta per un duello nelle retrovie tra Gasly e Giovinazzi per la 12esima posizione. La situazione per la Ferrari si fa a dir poco difficile se si pensa che Vettel è stato superato da Gasly al giro numero 38 per la decima posizione.

Le Mercedes sembrano inattaccabili

Hamilton si mette al riparo dagli attacchi di Bottas, che è a 2 secondi e 6 decimi al 42esimo giro quando fa il giro veloce Max Verstappen. Al momento, con l’olandese che ha messo al sicuro il terzo posto e che si trova lontano da Bottas, e con Leclerc a ben 15 secondi dal pilota della Red Bull, sono le due McLaren, rispettivamente al quinto e sesto posto con Sainz e Norris, a sorridere. Anche se Ricciardo arriva minaccioso sul driver inglese delle monoposto orange. Intanto dietro, al giro 49, gasly supera Stroll ed ottiene la nona posizione.

Finale elettrizzante

Colpo di scena: al giro 50 Bottas, a 2 giri dalla fine, ha avuto un cedimento ed è dovuto tornare ai box perdendo diverse posizioni. Così, Verstappen è entrato ai box per cercare il giro veloce, e Leclerc è salito in terza posizione provvisoria. Si accende la gara all’ultimo giro con Hamilton che ha la gomma anteriore sinistra a terra ma taglia il traguardo in maniera epica. Dietro arriva Verstappen che se non si fosse fermato avrebbe vinto comodamente, mentre Leclerc sale sul terzo gradino del podio. La corsa si conclude con Vettel che difende stoicamente la decima posizione su Bottas.

C’è tanto lavoro da fare per recuperare il gap dalle Mercedes

Questa stagione più che mai il vantaggio tecnico della Mercedes è talmente ampio da costringere gli altri team ad un superlavoro per tentare di recuperare terreno. Il primo round di Silverstone si è chiuso in maniera rocambolesca, ma con la situazione attuale il mondiale, anzi, i mondiali, potrebbero chiudersi prima del previsto.

I Video di Motori.it

Osservatorio Mobilità e Sicurezza Continental 2020

Altri contenuti