Formula 1: in Ungheria Hamilton domina le qualifiche e fa il record

Ottima prestazione del campione del mondo che conquista la pole davanti a Bottas, tutta Racing Point la seconda fila, solo quinta e sesta la Ferrari

Si torna in pista per le qualifiche del gran premio d’Ungheria, una gara nella quale le prove si rivelano spesso determinanti per le caratteristiche del tracciato. La Formula 1 è già al terzo appuntamento nel 2020 a causa di un calendario con date ravvicinate imposto dalla pandemia.

Q1: la Racing Point mostra i muscoli

Occhi al cielo dai muretti box perché si attende la pioggia e così le attività in pista iniziano senza indugio. Le Mercedes dettano il passo ma a due decimi troviamo la Racing Point di Stroll. Al primo tentativo Vettel si piazza in settima posizione ad oltre 1 secondo da Bottas che guida la classifica provvisoria. Buono il tempo fatto segnare da Leclerc che gli assicura una provvisoria quinta piazza. Ma intanto iniziano a cadere delle gocce sul tracciato. A 3 minuti dalla fine Russell fa il quarto tempo e Latifi, sempre con la Williams raggiunge l’ottava piazza provvisoria. Le Racing Point fanno la voce grossa e si mettono al comando della graduatoria provvisoria con Perez e Stroll. Nonostante un altro tentativo di Hamilton rimangono in vetta mentre i primi esclusi sono Magnussen, Kvyat, Grosjean, Giovinazzi e Raikkonen. Vanno fortissimo i piloti motorizzati Mercedes, con entrambe le Williams che accedono al Q2, appare più performante la Ferrari, e si conferma un’ottima monoposto la McLaren. Meno in palla di quanto ci si aspettava la Red Bull.

Q2: Hamilton fa il record della pista con gomme gialle, Albon fuori dal Q3

Hamilton vola: 1:14.261 e record della pista con gomma gialla! Vettel al terzo posto provvisorio mentre Leclerc fa i numeri per tenere l’auto in pista. Lamentele via radio da parte di Verstappen, che nel Q1 non gradiva l’erogazione della sua power unit, e nel Q2 non è soddisfatto dell’equilibrio generale. Con la prestazione di Gasly, che sale al decimo posto, Leclerc è chiamato a scendere di nuovo in pista per non rischiare in vista del Q3 e centra un ottimo quarto posto. Clamorosa l’esclusione di Albon, che si lamenta con il box per essere uscito nel traffico, e paga ancora una volta a caro prezzo il confronto con Verstappen, terzo, e rimane fuori dal Q3 insieme a Ricciardo, Russell, comunque dodicesimo, Ocon e Latifi. Le Mercedes passano il turno con gomma gialla così come le Racing Point, a testimonianza di una superiorità tecnica disarmante.

Q3: giro pazzesco di Hamilton e superiorità Mercedes, seconda fila per le Racing Point

Hamilton è semplicemente incredibile con il tempo di 1:13.613 e stabilisce un record della pista pazzesco! Vettel gravita ad oltre 1 secondo e 6 decimi dal campione del mondo e Leclerc è a quasi 2 secondi. Mancano ancora 5 minuti ma è difficile che qualcuno, Bottas escluso, possa fare meglio. Hamilton è in versione hummer e fa segnare un ulteriore tempone abbassando il record a 1:13.447! Bottas ha provato a sottrarre la pole position numero 90 al campione del mondo ma ha dovuto accontentarsi della seconda posizione. Seconda fila tutta Racing Point con Stroll e Perez, mentre al quinto e sesto posto troviamo Vettel e Leclerc che partiranno affiancati. Solamente settimo Verstappen, poi ottava e nona la McLaren con Norris e Sainz, chiude la classifica dei primi 10 in griglia Gasly.

I Video di Motori.it

Aci Rally Italia Talent: a Cuneo l’ultima selezione

Altri contenuti