Formula 1: le ipotesi di Ross Brawn per il campionato 2020

Si tenderà ad eliminare la pausa estiva e si potrebbero correre 18 gare in weekend da 2 giorni ma ancora è tutto da decidere

La Formula 1 è in pausa forzata, il personale dei team come tutti noi è impossibilitato a condurre una vita normale a causa del corona virus, che determinerà la ripresa delle gare a seconda di quanto durerà questo periodo di emergenza che ha costretto tutti ad una quarantena forzata. Così, Ross Brawn ha fatto alcune ipotesi per la nuova stagione ai microfoni di Sky Sport F1.

Si pensa ad un campionato che possa arrivare a circa 18 gare

“Ci muoviamo in un territorio inesplorato, sono piuttosto fiducioso riusciremo a disputare un buon campionato su 17 o 18 gare, o anche di più. Penso potremo spremerle dentro ma dipenderà da quando inizierà la stagione”. Ha spiegato l’ex stratega della Ferrari dell’epoca Schumacher. Chiaramente, l’idea è quella di sfruttare la pausa estiva per recuperare alcuni appuntamenti saltati ad inizio stagione. “Ci prendiamo una pausa e usiamo l’opportunità per dire bene, questa volta a inizio anno non correremo gare e guarderemo al ricollocamento in una fase successiva dell’anno. Penso che liberare la pausa di agosto ci darà diversi week end nei quali potremo disputare una gara. E credo potremo costruire un calendario discreto per il resto dell’anno. Avrà sembianze diverse ma preserverà un buon numero di gare e sono gare avvincenti. Questa stagione inizierà più tardi ma penso sarà altrettanto divertente”.

Tutto si svolgerà in 2 giorni

Insomma, sarà un campionato compresso, per forza di cose, con le attività in pista condensate in soli 2 giorni per accorciare i weekend, con tutto quello che ne conseguirà a livello di stress psicologico per piloti e personale del box impegnati a trovare il miglior settaggio delle monoposto. “Una cosa della quale abbiamo discusso, continua Brawn, sono i week end su due giorni, quindi se dovessimo avere tre gare di seguito su week end di due giorni, potrebbe essere un’opzione. Ciò che ci serve dai team quest’anno è flessibilità. Dovranno dare un’opportunità a queste cose, siamo in circostanze molto insolite e dobbiamo garantirci di correre una stagione che dia possibilità economiche alle squadre”.

Si potrebbe partire da Monaco o da Baku

Con la situazione in continuo divenire, le ipotesi per la partenza della stagione sono 2: Monaco il 24 maggio o Baku il 7 giugno, mentre non è detto che Abu Dhabi sia l’ultimo gran premio del 2020, perché potrebbero esserci altre gare da recuperare in seguito.

I Video di Motori.it

Ferrari: il teaser del corto “Le grand rendez-vous”

Altri contenuti