Formula 1: il Coronavirus minaccia il gran premio d’Australia

Un caso riscontrato nell’hotel Albert Park vicino al circuito e tre persone di due team di Formula 1 che attendono l’esito del tampone

Mentre per un attimo tentiamo di distrarci dalla situazione d’isolamento che ognuno di noi sta vivendo in Italia, magari occupandoci dell’imminente gran premio di Formula 1 d’Australia, ecco che il Coronavirus irrompe nei pressi del circuito semipermanente di Albert Park e potrebbe costringere all’annullamento della prima gara stagionale.

Un caso nell’albergo adiacente al circuito

Tutto nasce dal fatto che un ospite dell’hotel Albert Park è risultato positivo al tampone, proprio nella struttura vicina alla pista deputata ad ospitare il gran premio di Melbourne. L’esito della positività è arrivato domenica e, al momento, la struttura non è stata riaperta, mentre tutto il personale è stato messo in quarantena. La speranza è che non ci siano altri casi nelle vicinanze che possano portare gli organizzatori della gara ad un eventuale blocco delle attività sul circuito.

Tre persone dei team McLaren ed Haas con sintomi sospetti

Intanto un’altra notizia provoca non poca apprensione: 2 membri del team Haas ed 1 della McLaren hanno manifestato sintomi influenzali e si trovano isolati in hotel in attesa dell’esito del tampone che non arriverà prima di un arco temporale compreso tra 2 e 5 giorni visto il superlavoro attuale dei laboratori di analisi.

Nessun cambiamento di programma

Per il momento però, si tratta di situazioni che non hanno portato a decisioni drastiche, per cui la corsa e tutto l’iter che precede lo spegnimento dei semafori non sembra essere in discussione. E’ chiaro comunque che le autorità stanno monitorando tutto quello che succede dentro ed intorno al paddock. Per cui vi terremo aggiornati in caso di novità dell’ultima ora.

I Video di Motori.it

Aci Rally Italia Talent: a Cuneo l’ultima selezione

Altri contenuti