Audi RS Q8 by Abt: 700 CV bastano?

Il nuovo SUV-coupé secondo la factory tedesca: un intervento all’elettronica di gestione regala il 17% di potenza in più al poderoso V8 biturbo.

La produzione Audi si conferma ai vertici della ideale graduatoria dei modelli più “gettonati” da parte delle aziende specializzate nelle elaborazioni aftermarket: sono in effetti decisamente numerosi gli esempi di “upgrade” (in termini di immagine e, all’occorrenza, di re-engineering ad assetto e meccatronica) messi a punto dei “tuner”. Molti dei quali hanno sede in Germania, dagli appassionati considerata la “patria” europea del tuning. Abt, in questo senso, non costituisce alcuna eccezione: e, in riferimento al marchio dei Quattro Anelli, la factory di Kempten (Svevia) è, da sempre, fedelissima alla lineup di Ingolstadt.

Appena presentata, è già tempo di tuning

In particolare, i riflettori vengono puntati su Audi RS Q8, la nuova declinazione-monstre della lineup SUV di Ingolstadt. Vettura “estrema” già nella configurazione di serie che ha fatto bella mostra di se in occasione del Salone di Los Angeles 2019, Audi RS Q8 porta in dote – rispetto ad Audi Q8 – un ampio ventaglio di aggiornamenti estetico-aerodinamici ed il ricorso al sistema mild-hybrid di supporto all’unità motrice 4.0 V8 biturbo. All’atto pratico, la nuovissima variante “extreme” di Audi Q8 eroga 600 CV ed 800 Nm di coppia massima.

Ce ne sarebbe abbastanza per entusiasmarsi, tuttavia i tecnici Abt hanno pensato che la poderosa motorizzazione “Ottovù” di Audi RS Q8 (dichiarato “rivale” nei confronti di Lamborghini Urus) potesse essere ulteriormente “riveduta e corretta”, allo stesso modo della configurazione esterna, per offrire agli enthusiast… dalle capacità finanziarie adeguate una vera e propria supercar “a ruote alte”. Tutto secondo la consueta “vision” dell’elaboratore tedesco, dunque.

I primi dettagli di elaborazione

Nel dettaglio, il capitolato degli interventi Abt per Audi RS Q8 prevede, relativamente al corpo vettura, l’adozione di un kit di cerchi in alluminio, di misure e disegno specifici. La factory sveva svelerà, a breve, un completamento al programma di tuning per Audi RS Q8, finalizzato allo sviluppo di un kit aerodinamico supplementare (“ovviamente” in fibra di carbonio).

L’upgrade meccatronico

Sotto il cofano, il 4.0 V8 sovralimentato con due turbocompressori riceve un aggiornamento all’elettronica di gestione: con la nuova centralina ABT Power Performance, già certificata TÜV e di conseguenza provvista di garanzia della Casa, la già notevole “cavalleria” standard riceve un notevole “boost”, addirittura del 17%, andando quindi a raggiungere quota 700 CV. Invariati la coppia massima (800 Nm che nella versione “standard” sono disponibili fra 2.200 e 4.500 giri/min) e la trasmissione, che si avvale del cambio Tiptronic ad otto rapporti provvisto di convertitore di coppia ed alla trazione integrale permanente nella consueta tecnologia Quattro.

La nuova “famiglia” RS secondo Abt

Accanto ad Audi RS Q8, il tuner di Kempten ha sviluppato una serie di “pacchetti” di elaborazione anche per gli altri ultimi arrivi della stirpe “RallyeSport” di Ingolstadt, che nel 2019 ha celebrato i venticinque anni dall’esordio sul mercato. Si tratta, nellospecifico, della “compatta” RS4, che da 450 CV di serie ora sprigiona 510 CV e 600 Nm di coppia massima; e delle varianti RS6 ed RS7, equipaggiate con il medesimo 4.0 V8 biturbo di RS Q8 e, quindi, anch’esse portate a 700 CV e 800 Nm di potenza e forza motrice disponibile.

Audi SQ8: tuning by ABT Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi R8 Green Hell

Altri contenuti