Continental: ecco le novità che debuttano al CES 2020

Continental presenta al CES 2020 alcune delle più interessanti novità tecnologiche che debutteranno sulle auto dei prossimi anni.

Nonostante sia conosciuta soprattutto per i suoi pneumatici, Continental è in realtà un produttore di componentistica e tecnologia a tutto tondo per il mondo dei trasporti ed è proprio in questa veste che l’azienda tedesca si sta facendo notare in questi giorni al CES 2020.

Continental progetta l’auto che “ascolta”

Alla fiera dell’elettronica di Las Vegas Continental ha portato diverse soluzioni che riguardano le auto connesse, la sicurezza e l’intrattenimento di bordo. Tra queste novità c’è il Contact Sensor System (CoSSy), un software in grado di “ascoltare” quello che accade attorno al veicolo sfruttando un’apposita rete di sensori.

Lo scopo non è solo migliorare la precisione delle manovre in fase di parcheggio, ma anche quello di riuscire a percepire piccoli impatti a velocità ridotta, eventuali atti vandalici, sirene dei mezzi di emergenza che si avvicinano e riconoscere perfino la voce del proprietario. Insieme a Bmw ed Apple, inoltre, Continental è al lavoro sulla tecnologia UWB, un acronimo che sta per “Ultra-Wideband”.

Il sistema in questione consente di sfruttare lo smartphone per gestire diverse funzioni della vettura, tra cui il parcheggio e l’accesso alla vettura. A differenza di altre soluzioni basate su onde radio e sfruttabili da potenziali ladri, la soluzione in sviluppo presso Continental promette di essere più sicura, oltre che utilizzabile su qualsiasi telefonino a prescindere dal sistema operativo installato.

Debutta a bordo lo schermo 3D senza occhiali e in 4K

Sul fronte infotelematico si segnala invece il Natural 3D Display, uno schermo in grado di assicurare una visione stereoscopica senza la necessità di indossare degli occhiali specifici, a differenza di quanto avveniva invece qualche anno fa con i televisori 3D.

Il display di Continental è progettato per disporre le informazioni su diversi livelli di profondità e, a differenza del prototipo mostrato al CES dell’anno scorso, è adesso in grado di offrire una risoluzione 4K e di restituire dei feedback aptici durante l’utilizzo dei menu.

I diffusori vanno in pensione

Sempre in tema di sistemi multimediali e intrattenimento, Continental ha annunciato al Consumer Electronics Show di Las Vegas un accordo con Sennheiser per lo sviluppo di nuove tecnologie di diffusione dell’audio nell’abitacolo. La soluzione proposta combina la tecnologia Ac2ated Sound del produttore di Hannover con l’Ambeo Mobility di Sennheiser ed è in grado di trasmettere il suono senza l’ausilio dei classici diffusori. A distribuire nell’ambiente le onde sonore sono infatti delle superfici progettate tenendo in mente gli stessi principi che da secoli fanno funzionare gli strumenti musicali in legno.

Degli attuatori inducono delle specifiche vibrazioni dei materiali presenti nei rivestimenti interni della vettura, amplificando e trasmettendo il suono ai passeggeri esattamente come se fossero presenti degli altoparlanti. La differenza, rispetto a questi ultimi, è nel contenimento del peso e in una maggiore libertà d’azione per i progettisti, che possono disegnare l’abitacolo senza dover necessariamente trovare spazio per i diffusori tradizionali.

Al CES 2020 si parla anche del Continental Cooperation Portal, una piattaforma online nata per uniformare e semplificare gli aggiornamenti del software dei sistemi di bordo dei veicoli, mentre tecnologie come il Transparent Hood e la Sorround View sono valse all’azienda tedesca il riconoscimento CES 2020 Innovation Award.

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti