Dakar: l’edizione 2020 è pronta al via

E’ tutto pronto per la Dakar numero 42 che andrà in scena in Arabia Saudita dopo diversi anni in America Latina

Ci siamo, si scaldano i motori in vista della partenza della prossima edizione della Dakar, quella numero 42, che abbandona gli scenari del Sud America per trasferirsi in Medio Oriente, precisamente in Arabia Saudita.

Dal 5 al 17 gennaio si correranno 12 tappe

Si parte domenica 5 gennaio a Jeddah e gli equipaggi si sfideranno attraverso 12 tappe per un totale di 5.097 km di prove speciali che diventeranno 7.856 km con i trasferimenti. Le dune arriveranno nella seconda parte del programma intervallate da un giorno di sosta, mentre nella prima metà della gara saranno le piste a farla da padrone.

In questa edizione, che si correrà nella stessa nazione come avvenne in Perù nel 2019, si passa dai 334 mezzi dello scorso anno a 347 veicoli, con 572 partecipanti rispetto ai 541 del 2019. Gli equipaggi saranno particolarmente impegnati nelle tappe 10 ed 11, definite Marathon, dove non sarà possibile ricevere assistenza. Un ulteriore particolare a cui prestare attenzione saranno le ore di luce, con il tramonto che in questo periodo avviene alle 17.00, per cui non saranno pochi quelli che arriveranno al bivacco con il buio.

Alonso al debutto

I nomi da tenere d’occhio sono quelli di Fernando Alonso, che si cimenta per la prima volta in questa classica, di Nasser Al-Attiyah, reduce dalla vittoria del 2019, di Toby Price, di Carlos Sainz, di Laia Sanz, e del veterano Stéphan Peterhansel.

Il tutto si concluderà il 17 gennaio ad Haradh e per vederla ci si potrà sintonizzare su Eurosport ogni giorno dalle 23.00 alle 23.30. La buona notizia per gli appassionati è che si potrà vedere anche in chiaro sul canale 20 di Mediaset dalle 18.00 alle 18.30.

Toyota GAZOO Racing alla Dakar 2020: foto ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti