Salone di Ginevra: l’edizione 2020 si rinnova

Per l’edizione numero 90, gli organizzatori puntano ad un coinvolgimento ancora più ampio del pubblico. Ecco gli eventi che debutteranno il prossimo marzo.

L’edizione 2020 del Salone di Ginevra inizia a delinearsi: e lo fa puntando i propri riflettori su una serie di novità finalizzate a creare un maggiore coinvolgimento per il pubblico. Si tratta, come è facile aspettarsi, di progetti finalizzati all’esposizione delle tecnologie “new gen” riguardo al concetto di mobilità nel senso più ampio del termine, da tempo orientato verso una “evoluzione-rivoluzione” delle proprie peculiarità che segue di pari passo il graduale – per quanto piuttosto rapido – sviluppo dei sistemi di alimentazione in chiave elettrificata, delle funzionalità di bordo e delle tecnologie di auto connessa e guida autonoma.

Le prime anticipazioni sull’edizione numero 90 del Salone di Ginevra (la prima grande rassegna europea 2020 delle novità automotive si svolgerà dal 5 al 15 marzo prossimi), pubblicate nel sito Web corporate del Geneve International Auto Show ed illustrate attraverso un breve video-teaser di anteprima, fanno riferimento a tre marco-aree di settore: “Gims Discovery”, “Gims Tech” e “Gims Vip Day”.

Test drive a bordo di novità eco friendly

La prima delle novità di rilievo attese al Salone di Ginevra 2020 si chiama “Gims Discovery”: a disposizione dei visitatori (per i quali verrà allestito un percorso di 456 m di estensione, all’interno del Padiglione 7, dunque al riparo da qualsiasi incertezza meteo), ci sarà una panoramica di veicoli ad alimentazione “green” – propulsione ibrida ed elettrica, fuel-cell a idrogeno ed a metano) formata da 48 autovetture appartenenti a ciascuna delle Case costruttrici che faranno bella mostra di sé, in forma “ufficiale”, a Ginevra 2020. Ogni “brand” partecipante a Gims Discovery si avvarrà della collaborazione di tecnici poliglotta, i quali saranno in grado di rispondere a qualsiasi domanda attinente le vetture presentate ai test drive in relazione al rispettivo utilizzo quotidiano. Ogni test drive avrà una durata di 10 minuti: la loro effettuazione è gratuita per il pubblico, che potrà registrarsi attraverso la App Gims di prossima realizzazione.

La piattaforma per gli specialisti della nuova mobilità

Ingegner, “addetti ai lavori” o, in senso più ampio, automobilisti appassionati che desiderino sapere “qualcosa in più” sulle soluzioni dedicate al comparto automotive del futuro avranno la possibilità di ricevere un cospicuo “upgrade” attraverso la sezione Gims Tech, che, indicano gli organizzatori del Salone di Ginevra 2020, “Rappresenta ‘la’ piattaforma che richiama gli specialisti attivi nei progetti di evoluzione della mobilità”. In cartellone dal 3 al 15 marzo (prenderà il via, dunque, due giorni prima rispetto alla data di apertura della rassegna al grande pubblico), Gims Tech viene organizzata per favorire la scoperta delle aziende di appalto e start-up di nuova generazione che fanno capo alla filiera automotive, così come società di fornitura di mobility service e aziende che si occupano di nuove tecnologie. L’area Gims Tech verrà organizzata su una superficie di 2.000 metri quadri, a stand modulari, in modo da fornire ai visitatori un innovativo layout che racchiude esibizioni, spazi espositivi, aree test drive e padiglioni dedicati ai meeting. Da segnalare, a questo proposito, il Forum Shift Automotive: l’evento, che fa parte dell’IFA di Berlino ed è dedicato a tutti gli epositori al Gims Tech che desiderano presentare i loro prodotti e servizi o discutere argomenti relativi alla mobilità, ha per tema principale le questioni che riguardano l’elettrificazione dei veicoli, la mobilità connessa, i veicoli autonomi e la fornitura di servizi digitali nei trasporti.

Incontro con i leader della filiera automotive

Stante il proprio ruolo di evento fra i più importanti a livello mondiale per il comparto della mobilità, il Salone di Ginevra rappresenta da sempre una ghiotta occasione per osservare lo “stato dell’arte” del settore. Lo sviluppo di strategie e comunicazione in atto, sempre più capillare nella rete delle connessioni fra partecipanti, visitatori e specialisti del settore, ha suggerito agli organizzatori della rassegna l’istituzione di un “Gims Vip Day”: un esclusivo programma di incontri che si prefigge l’obiettivo di attirare, nello spazio di un giorno, più di 30.000 “Vip”, fra amministratori delegati di Case costruttrici ed aziende dell’indotto, top manager, leader di Governo e rappresentanti delle istituzioni, media ed analisti, appassionati di auto e nuove tecnologie. Il “cuore” del Gims Vip Day (al quale sarà possibile registrarsi, per prendervi parte, attraverso il portale Web del Salone di Ginevra oppure mediante la App Gims di imminente realizzazione; questi i prezzi: 200 franchi, corrispondenti a 182,69 euro, per le iscrizioni che verranno effettuate entro il 31 gennaio 2020, e 250 franchi – ovvero 228,36 euro – per le adesioni che perverranno agli organizzatori a partire dal 1 febbraio 2020) verterà su alcuni dei temi di più rilevante attualità:

  • Nuovi sviluppi nella “rivoluzione” della guida autonoma
  • Lo sviluppo del settore dell’auto elettrica ed il ruolo dell’industria dell’auto nella sostenibilità globale
  • Programmi e strategie rivolte all’evoluzione delle tecnologie e delle performance nel motorsport in un’ottica di diffusione alla produzione di serie
  • L’impatto della trasformazione digitale nelle nuove tecnologie in ambito automotive.

Auto dell’anno 2020

Ricordiamo, fra gli eventi principali nel novero del Salone di Ginevra, la proclamazione dell’Auto dell’Anno 2020. Di seguito i modelli candidati al titolo, corrispondenti alle 35 vetture finaliste (introdotte nei dodici mesi precedenti la data di elezione del titolo di “Car of the Year”): fra questi, la giuria internazionale (quest’anno composta da 60 giornalisti specializzati, in rappresentanza di 23 Paesi europei) sceglierà la vettura in possesso dei migliori requisiti in materia di versatilità, dotazioni hi-tech e comfort a bordo, consumi e prestazioni.

  • Audi e-tron
  • Bmw Serie 1
  • Bmw X6
  • Bmw X7
  • Bmw Z4
  • DS3 Crossback
  • Ferrari F8 Tributo
  • Ford Puma
  • Kia e-Soul
  • Mazda3
  • Mazda CX-30
  • Mercedes CLA
  • Mercedes GLB
  • Mercedes GLS
  • Mercedes EQC
  • Nissan Juke
  • Opel Corsa
  • Peugeot 208
  • Porsche 911
  • Porsche Taycan
  • Range Rover Evoque
  • Renault Clio
  • Renault Captur
  • Renault Zoe
  • Skoda Scala
  • Skoda Kamiq
  • SsangYong Korando
  • Subaru Forester
  • Tesla Model 3
  • Toyota Corolla
  • Toyota Rav4
  • Toyota GR Supra
  • Toyota Camry
  • Volkswagen Golf 8
  • Volkswagen T-Cross

I Video di Motori.it

Nuova Opel Corsa: intervista ad Angelo Simone

Altri contenuti