Auto elettriche: Hyundai e Kia entrano nel consorzio Ionity

Hyundai e Kia entrano ufficialmente in Ionity, la joint venture che mira a realizzare un’estesa ed efficiente rete di ricarica per auto elettriche.

Hyundai e Kia entrano in Ionity, il consorzio fondato nel 2017 da costruttori come Bmw, Mercedes, Volkswagen, Porsche e Ford per la creazione di una rete di ricarica per auto elettriche ad alta capacità.

Ricarica rapida e pagamenti digitali con le strutture HPC di Ionity

La decisione di Hyundai e Kia di unirsi alla joint venture avrà i suoi primi effetti dal 2021, quando arriveranno sul mercato i primi modelli dei due marchi equipaggiati con un sistema di ricarica a 800 volt, quindi perfettamente compatibili per ricevere la ricarica dalle stazioni a 350 kW di Ionity.

A beneficiare della novità saranno i clienti europei di Hyundai e Kia, che potranno accedere alle strutture HPC di Ionity dotate di sistemi di pagamento digitale. Sottolinea Thomas Schemera, Executive Vice President and Head of Product Division di Hyundai Motor Group: “La nostra partecipazione a questa joint venture ribadisce l’impegno del Gruppo sulla futura mobilità elettrica. Sono fiducioso che il nostro lavoro con Ionity darà inizio a una nuova era per le esperienze di ricarica ad alta potenza, dove ricaricare per i nostri clienti sarà sempre più senza soluzione di continuità e più facile rispetto al rifornimento di carburante”.

Il consorzio, per voce del suo CEO Michael Hajesch, si dice a sua volta lieto di dare il benvenuto a bordo al nuovo socio: “Hyundai Motor Group porta una significativa esperienza internazionale e di know-how con un pieno impegno strategico verso la mobilità elettrica. La partecipazione di nuovi investitori in IONITY è un chiaro segnale di fiducia e sta ad indicare che il lavoro della nostra giovane società sta già dando i suoi frutti”.

Ionity: entro il 2020 400 stazioni di ricarica elettrica in Europa

Ionity possiede attualmente quasi 140 stazioni di ricarica in tutta Europa, con altre 50 che presto si aggiungeranno alla sua rete per arrivare a quota 400 entro il 2020, con una media programmata di almeno un’area di ricarica ogni 120 chilometri lungo le più importanti autostrade europee.

I sistemi usati dalla joint venture prevedono una capacità di ricarica fino a 350 kW tramite standard di carica universale Combined Charging System (CSS), che assicura la massima compatibilità a tutti i veicoli elettrici in commercio.

Hyundai Kona Electric Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Hyundai Tucson 2021

Altri contenuti