Mercato auto: in Europa stabile nel 2018

Il mercato europeo dell’auto ha chiuso il 2018 in sostanziale pareggio rispetto al 2017, ma preoccupa il netto calo registrato nel mese di dicembre.

Mercato auto: in Europa stabile nel 2018

di Giuseppe Cutrone

16 Gennaio 2019

Il mercato automobilistico europeo ha chiuso il 2018 in maniera sostanzialmente stabile rispetto a quanto registrato nel 2017. Lo confermano i dati dell’ACEA (l’associazione delle case automobilistiche europee) riguardanti i paesi dell’Unione Europea più i paesi EFTA, ovvero Svizzera, Islanda e Norvegia.

Nell’anno appena concluso sono state vendute 15.624.486 vetture, con una leggerissimo calo dello 0,04% rispetto ai dodici mesi precedenti che fa tuttavia evidenziare un segno negativo per la prima volta dal 2013. A preoccupare maggiormente gli osservatori è però il dato riguardante il mese di dicembre 2018, che ha fatto registrare un calo dell’8,7% rispetto a dicembre 2017, per un totale di 1.038.984 veicoli consegnati e stime non ottimistiche per l’andamento delle immatricolazioni nell’anno in corso.

Guardando ai singoli paesi si nota la crescita in controtendenza del mercato spagnolo, che ha visto le vendite aumentare del 7%, e di quello francese, dove le consegne sono cresciute del 3%. Solo una leggerissima flessione per la Germania, che ha chiuso il 2018 con un -0,2%, mentre sono stati più sensibili i cali del mercato italiano, sceso del 3,1%, e britannico, crollato addirittura del 6,8%.

Sul fronte FCA il 2018 si è chiuso con 1.021.311 vetture vendute corrispondenti al 2,3% in meno rispetto al 2017. Per il gruppo con sede fiscale a Londra la quota mercato si è così ridotta dal 6,7 al 6,5% e questo nonostante il vero e proprio balzo fatto segnare da Jeep, cresciuta del 55,&% su base annua a conferma dell’ottima accoglienza riservata dal pubblico ai nuovi modelli.