Mercato auto: crescita a due cifre per Citroen

L’analisi dei risultati relativi ai primi otto mesi 2018 vede il Double Chevron sfiorare 70.000 nuove immatricolazioni fra autovetture e veicoli commerciali. C3 è il modello-portabandiera. Tutti i dettagli.

Mercato auto: crescita a due cifre per Citroen

Tutto su: Citroën

di Francesco Giorgi

11 settembre 2018

In un mercato autovetture che in Italia, nei primi otto mesi del 2018, ha fatto segnare una leggera flessione (-0,07%), Citroen ha messo a segno uno dei risultati di maggiore rilievo fra i “marchi generalisti”. La tabella delle performance di vendita relativa al periodo 1 gennaio-31 agosto vede il Double Chevron crescere del 10,92%, in virtù delle oltre 60.000 nuove immatricolazioni di autovetture (60.312 unità), che sommate ai veicoli commerciali portano tale cifra a sfiorare quota 70.000 esemplari, ed a raggiungere una quota di mercato del 4,7% (ricordiamo che, nel 2017, le vendite di autovetture Citroen nel nostro Paese relative al periodo 1 gennaio-31 agosto furono 54.374, con una incidenza di mercato che si assestò sul 3,98%). Discorso analogo riguardo al settore veicoli commerciali, dove Citroen in Italia ha aumentato le proprie nuove immatricolazioni del 12% rispetto ai primi otto mesi del 2017.

Prendendo in considerazione il solo mese di agosto, Citroen occupa la nona posizione della ideale “Top Ten” dei marchi più venduti in Italia: 3.916 autovetture vendute dal Double Chevron contro le 3.634 dello stesso mese 2017, una variazione positiva dell’8,89% ed una quota di mercato sostanzialmente invariata (4,32% contro 4,34% di dodici mesi prima).

Il traino delle performance di mercato, indica una nota dell’azienda di PSA Groupe diramata in queste ore, va soprattutto a Citroen C3, che dall’inizio di quest’anno ha raggiunto quasi 30.000 nuove immatricolazioni e conferma il gradimento da parte del pubblico, posizionandosi al quarto posto nel suo segmento, oltre a rientrare tra i 10 modelli di autovetture più vendute in assoluto in Italia: la “compatta” del Double Chevron giunta alla terza generazione, del resto, ha in questi giorni celebrato 400.000 esemplari (oltre 71.000 in Italia) venduti in meno di due anni, il che conferma la “segmento B” francese bestseller di marchio.

Da segnalare, indica il comunicato istituzionale, l’escalation fatta registrare da Citroen C3 Aircross: il “B SUV” (qui la nostra prova su strada effettuata sulla versione 1.6 BlueHDi) è stato preferito, dall’inizio di quest’anno, da oltre 12.000 nuovi clienti: un ottimo risultato, anche in questo caso, che oltre a contribuire all’ingresso di C3 Aircross fra i primi dieci modelli di segmento più venduti ad agosto, è stato anch’esso sottolineato nelle scorse settimane dal raggiungimento di 100.000 esemplari venduti (circa 15.000 dei quali nel nostro Paese) dal debutto sul mercato, avvenuto lo scorso autunno.

Andamento positivo anche per Citroen C4 Cactus (qui il nostro primo contatto): la berlina di segmento C, che al momento del lancio (2014) portò al debutto i caratteristici Airbump poi divenuti uno dei più recenti “marchi di fabbrica” Citroen, aggiornata all’inizio di quest’anno su stilemi ispirati proprio a C3 e C3 Aircross, entra nella Top Ten di segmento. Discorso analogo per i modelli “derivati”: i monovolume C4 SpaceTourer e Grand C4 SpaceTourer si confermano fra i primi cinque posti nel proprio segmento di mercato (terza posizione, ad agosto, per Space Tourer). Da notare, indica Citroen, l’ottimo risultato nel canale dei privati in Italia, nel quale il Double Chevron ha ottenuto una crescita superiore al 2% rispetto al 2017, in controtendenza rispetto al mercato che, al contrario, registra una flessione superiore al 3%.

Infine, un cenno al comparto veicoli commerciali: con oltre 9.300 nuove immatricolazioni raggiunte dal 1 gennaio al 31 agosto, Citroen ha registrato un +12% in rapporto ai primi otto mesi dello scorso anno: cifra che pone la lineup del marchio francese in quinta posizione nella “graduatoria” per “brand”. Il modello che ha contribuito maggiormente a queste performance è Citroën Jumper che ha incrementato le vendite del 33%, seguito da Jumpy (+ 14 %) e Berlingo.