PSA: nel primo semestre 2020 mantiene la redditività al 3,7%

Il Gruppo francese dimostra di saper affrontare la crisi con risultati finanziari solidi, nonostante la difficile situazione del comparto auto a seguito dell’emergenza Coronavirus.

Il Gruppo PSA presenta i risultati finanziari del primo semestre 2020, uno dei più difficili a causa della pesante crisi causata dal Coronavirus e dal lockdown, che ha colpito pesantemente il settore auto con un crollo verticale delle vendite nei mesi di marzo e aprile.

In questo contesto il Gruppo francese, che sta vivendo il processo di fusione con FCA – la nuova realtà si chiamerà Stellantis e sarà il quarto Gruppo al mondo – ha dimostrato solidità e capacità di resilienza.

Secondo quanto annunciato dal Presidente del Direttorio, Carlos Tavares, il Gruppo ha fatto registrare un fatturato di 25,1 miliardi di euro (in calo del 34,5% rispetto al primo semestre 2019) con un margine operativo per la divisione automotive del 3,7% (731 milioni di euro) e un risultato netto quota gruppo pari a 595 milioni di euro. Il fatturato della divisione automotive è pari a 19,5 miliardi di euro con un cash flow positivo di 153 milioni di euro.

Nonostante un calo importante dei volumi, il livello di redditività è stato mantenuto al 3,7% grazie alla riduzione dei costi e al mix di prodotto favorevole. L’obiettivo che guiderà il Gruppo nel secondo semestre è quello di raggiungere un margine operativo corrente medio superiore al 4,5% per la divisione auto nel periodo 2019-2021. Ovviamente il contesto resta difficile, dato che il Gruppo stima un calo del mercato auto del 25% in Europa, del 30% in Russia e in America Latina e del 10% in Cina.

Carlos Tavares, Presidente del Direttorio di Groupe PSA, ha dichiarato: «Questo risultato semestrale dimostra la resilienza del Gruppo e ricompensa 6 anni consecutivi di intenso lavoro per aumentare la nostra agilità e abbassare il nostro punto di pareggio. Il Gruppo supera anche questa crisi grazie all’impegno delle equipe, desiderose di offrire una mobilità pulita, sicura e accessibile ai nostri clienti. Siamo determinati a realizzare un forte rimbalzo nel secondo semestre e a portare a termine la nascita di Stellantis  entro la fine del 1° trimestre 2021.»

I Video di Motori.it

Intervista a Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia

Altri contenuti