Volkswagen ID R: ora l’obiettivo è il record al Nurburgring

Il prototipo 100% elettrico VW, vittorioso alla Pikes Peak, si presenta sulla Nordschleife, debitamente aggiornato, per strappare a NIO il primato sul circuito tedesco.

La vittoria (con tempo record) ottenuta da Volkswagen alla Pikes Peak lo scorso anno può essere replicata da nuove imprese che sanciscano l’affermazione dei sistemi di propulsione elettrificata “new generation”. Ed ecco, nelle scorse settimane, l’annuncio della prossima scalata alla “Strada per il Paradiso”, in programma a settembre lungo gli 11 km (con 99 tornanti) della cinese Big Gate Road, nella quale tornerà protagonista il binomio trionfatore alla “Race to the Clouds” 2018 formato dall’esperto driver francese Romain Dumas ed il prototipo hi-tech Volkswagen ID R (qui la nostra anticipazione delle scorse settimane). E c’è un terzo progetto a firma Volkswagen Motorsport, la Divisione racing del colosso di Wolfsburg guidata dal dinamico Sven Smeets: si tratta della caccia al primato sul giro al Nurburgring.

Un impegno che avrà luogo nei prossimi giorni, sempre con Romain Dumas al volante (il quarantaduenne di Alès ormai conosce la supercoupé elettrica di Volkswagen come le proprie tasche, avendone preso parte anche alle fasi di sviluppo). L’obiettivo dichiarato dai responsabili VW Motorsport è, ovviamente, l’affermazione della propulsione elettrica anche sulla prestigiosa Nordschleife, circuito-simbolo per lo sport automobilistico a livello mondiale (e, incidentalmente, “connazionale” di Volkswagen) e nel quale, attualmente, il record appartiene alla hypercar cinese NIO EP9, che nel 2017 fece fermare i cronometri in un tempo di 6’45” sul giro migliore.

In queste ore, come accennato, il team Volkswagen Motorsport, con Romain Dumas e la ultracoupé elettrica VW ID R, è impegnato in una serie di test preliminari al Nurburgring; e, ad evidenziare l’imminenza dell’”assalto” alla Nordschleife, ci sono delle immagini di anteprima, che ritraggono la ID R allestita con una livrea che, stante l’assenza di qualsiasi “camuffatura”, può a buon diritto essere considerata come definitiva. Oltre agli stilemi in tinta bicolore blu-grigio (ovvero i colori che contraddistinguono gli allestimenti “R” esclusivi di Volkswagen), il prototipo ID R sembra rivelare un inedito studio aerodinamico, peraltro funzionale dal layout di pista che contraddistingue il tortuoso tracciato dell’Eifel. In questo senso, la variante pronta a dare la caccia al record sul giro al Nurburgring porta in dote un DRS all’alettone mobile posteriore strettamente imparentato con la tecnologia in uso nella F1, e studiato per l’ottimizzazione della velocità lungo i tratti rettilinei senza incidere sulla downforce nelle fasi di curva. L’upgrade tecnico riguarda anche il sistema powertrain e di trasmissione: Volkswagen ID R “Nurburgring” ha ricevuto un re-engineering ai motori elettrici da 680 CV, ed una serie di modifiche alla trasmissione ed al dispositivo di recupero dell’energia cinetica nelle fasi di decelerazione e di frenata. Così “riveduta e corretta”, Volkswagen ID R viene annunciata per una velocità massima che si attesta (dati al simulatore) su 270 km/h, ed una velocità media sul giro al Nurburgring di oltre 180 km/h.

Volkswagen T-Roc Cabrio Vedi tutte le immagini
Altri contenuti