Auto elettriche: Bmw iX3, i4 e iNext in prova sulla neve

Bmw prosegue i test nel rigido clima polare per mettere alla prova le elettriche iX3, i4 e iNext.

Auto elettriche: Bmw iX3, i4 e iNext in prova sulla neve

di Giuseppe Cutrone

26 Marzo 2019

‎I terreni innevati nei pressi di Arjeplog, in Svezia, fanno da sfondo al lavoro di messa a punto che Bmw sta effettuando in questo periodo su alcuni nuovi modelli elettrici. La cittadina svedese ospita infatti un centro di sviluppo che la casa di Monaco utilizza per testare il rendimento in un clima rigido delle future iX3, i4 e iNext.

Tutti i modelli arriveranno sul mercato a partire dal prossimo anno: la Bmw iX3 è attesa infatti al debutto nel 2020, mentre nel 2021 sarà la volta della Bmw i4 e della Bmw iNext. Le vetture vengono provate in condizioni proibitive dovute alla vicinanza del Circolo polare artico, per cui viaggiano quotidianamente sulle superfici dei laghi ghiacciati, sulla neve e in generale nel freddo pungente che mette a dura prova i motori elettrici, le batterie e i cablaggi della tecnologia Bmw eDrive.

Per il SAV (Sports Activity Vehicle) iX3, la casa tedesca promette percorrenze nell’ordine dei 400 chilometri con una piena ricarica e la possibilità di utilizzare stazioni da 150 kW per rifornire di corrente il pacco batterie in dotazione. Il modello sarà il primo frutto della joint venture Bmw Brilliance Automotive ad essere prodotto in Cina, a Shenyang, per poi essere esportato in tutto il mondo.

La Bmw i4 è invece una coupé quattro porte capace di offrire un’autonomia di oltre 600 chilometri e di scattare da 0 a 100 km/h in 4 secondi, oltre a raggiungere una velocità massima di 200 km/h. La produzione è prevista dal 2021 nello stabilimento di Monaco di Baviera.

Si colloca infine nel segmento dei SUV di lusso la Bmw iNext, un modello elettrico che punta molto sul piacere di guida senza dimenticare i diversi sistemi di assistenza elettronica che le consentono di essere una vettura con guida autonoma di Livello 3. Il sistema eDrive di cui è dotata assicura inoltre percorrenze superiori a 600 chilometri con una ricarica, mentre la dotazione punta molto sulla connettività. La produzione della iNext partirà tra un paio d’anni nello stabilimento di Dingolfing.

Tutto su: BMW