Kawasaki KX 250: si rinnova per il 2020

Kawasaki rinnova completamente la sua KX250 per incrementarne la potenza e la brillantezza. Le migliorie portano ad un altro livello la fuoristradista di Kawa.

Kawasaki ha in serbo una manovra per ravvivare e aggiornare la propria gamma, una delle destinatarie di tale operazione è la Kawasaki KX250, la moto “un quarto di litro” per il divertimento fuoristradistico. L’idea è quella di avvalersi della conoscenza di tutti i tecnici della Casa giapponese presenti nelle varie categorie del motorsport per migliorare la KX 250 relativamente al comparto delle sospensioni  e soprattutto per dare alla piccola nipponica una maggiore potenza. Il primo passo è l’adozione di una testata che riprende quanto visto sulla Ninja ZX-10RR, una moto che ha dominato gli ultimi anni e che continua tutt’ora a stupire nel mondiale Superbike.

Le nuove soluzioni scelte, assicurano quelli di Kawasaki, hanno fatto guadagnare al motore sia giri che potenza, tanto che conti alla mano si è avuto un innalzamento della potenza di 3,3 CV rispetto al modello precedente, intorno ai 10.000 giri. Anche a livello ciclistico sono state scelte delle soluzioni che portano ad avere una maggiore dinamica, prima su tutte l’accoppiata di sospensioni Kayaba comprensiva di una nuova forcella rovesciata da 48 mm con pistoni maggiorati, per avere un’azione più sincera e uno smorzamento più duro, senza dimenticare molle più rigide per adeguare la KX250 alla maggiore potenza.

Prezzo da definire

Le migliorie non finiscono qui, perché i tecnici di Kawasaki hanno scelto anche un airbox rivisitato, con collettore di aspirazione conico più corto  per avere un aumento delle prestazioni specialmente agli alti regimi. In più su questa versione 2020 è stato scelto un doppio iniettore che sfrutta un iniettore a valle della valvola a farfalla, che grazie al corpo farfallato di diametro superiore consente di avere un maggiore volume d’aria, che di conseguenza fa acquistare potenza e migliora le prestazioni. Sempre relativamente a quest’ultimo punto, il  riposizionamento del condotto di aspirazione offre un percorso ancora più diretto per l’aspirazione a consolidamento della progressione delle prestazioni. La nuova creatura di Kawasaki è pronta a sbarcare anche nel mercato italiano, anche se non sono state ancora rilasciate delle dichiarazioni relative il listino prezzi.

Altri contenuti