Kawasaki: ecco i prezzi delle moto presentate ad EICMA 2018

Kawasaki ha rilasciato i prezzi di listino ufficiali per le sue ultime creazioni, viste anche durante EICMA 2018. I modelli in questione sono: Z400, Ninja ZX-6R, Ninja H2 SX SE+ e Versys 1000.

Kawasaki: ecco i prezzi delle moto presentate ad EICMA 2018

di Tommaso Giacomelli

26 novembre 2018

Kawasaki ha rilasciato i prezzi ufficiali delle sue ultime creazioni, che corrispondo a: Z400, Ninja ZX-6RNinja H2 SX SE+ e Versys 1000. Partendo dalla prima di questo elenco, la Z400 è una moto attraente che ricorda in tutto e per tutto il design delle sorelle maggiori, ma è una due ruote facile e versatile che può essere guidata anche da chi possiede solamente la patente A2. Il telaio è a traliccio in acciaio, mentre alle sospensioni troviamo una forcella telescopica con steli da 41 mm (ed escursione 120 mm) e un forcellone (130 mm di escursione). I cerchi sono da 17” sia all’anteriore che al posteriore: davanti il sistema frenante con Abs di serie è provvisto di un monodisco da 286 mm con pinza semiflottante della Nissin, al retro troviamo sempre un disco ma con diametro di 193 mm. Il serbatoio è da 14 litri di capacità e pesa in ordine di marcia 167 kg. Prezzo di 5.590 euro f.c.

Altra novità è stata la Ninja ZX-6R, una moto che torna sui palcoscenici italiani con un look decisamente attraente. Abbiamo a disposizione fari full led che si sposano ad un frontale più cattivo e ad un codino più aerodinamico, simile a quello della ZX-10R. Come motore viene adoperato il quattro cilindri 636 da 131 CV, adesso dotato di quickshift e adeguato alla normativa Euro4. Sulla nuova Ninja cambia anche lo scarico, la rapportatura finale (che è adesso più corta) e la strumentazione (ora c’è anche l’autonomia carburante). Il costo è di 11.890 euro f.c., 12.090 per la versione KRT.

La Ninja H2 SX SE+ allarga questa famiglia speciale, con una versione che prevede delle dotazioni elettroniche e componentistiche di primissimo piano. La versione top adesso prevede quattro riding mode (sport, road, rain e manuale, cioè personalizzabile dal pilota) che gestiscono in modo intelligente l’ausilio del controllo di trazione, l’erogazione della potenza (bassa, media o alta) e la regolazione delle sospensioni a controllo elettronico. In aggiunta questa versione possiede le pinze monoblocco Brembo Stylema, il massimo della tecnologia in ambito frenante, la strumentazione a colori TFT e la connettività con smartphone tramite Bluetooth. Il costo è di 25.890 euro f.c.

Ultima ma non ultima è la Versys 1000 SE. Questa moto possiede un motore rimappato per garantire maggiore risposta ai medio-bassi regimi e soprattutto molta più elettronica. Ha debuttato infatti l’Electronic Throttle Valves, un acceleratore a controllo elettronico, che si abbina al cruise control. Al suo fianco la nuova centralina Bosch ha la piattaforma inerziale. La Versys 1000 ha di serie il Traction control e un Abs derivato da quello della Ninja H2. Di serie sulla SE ci sono anche: sospensioni a controllo elettronico, il cambio con quickshifter in salita e scalata, e 4 riding mode che si aggiungono ai due (full power e low power) della versione standard. La Kawasaki Versys 1000 SE costerà 16.690 euro f.c.

Tutto su: Kawasaki