Mercato moto, a maggio 2019 crollo del 10,6%

La pioggia di maggio ferma la crescita del mercato delle due ruote che si ferma al -10,6%. I primi cinque mesi dell’anno si confermano comunque positivi.

Il maggio anomalo e piovoso vissuto in questo 2019, ha condizionato anche il mercato delle due ruote che dopo un periodo piuttosto positivo si è visto fermare nella sua crescita, tanto da avere un crollo del -10,6% con le immatricolazioni di moto e scooter che hanno raggiunto la soglia delle 28.579 unità. Le moto si sono abbastanza difese, riducendo il trend negativo al solo -5,2% con 12.551 esemplari immatricolati, mentre lo stesso non si può dire degli scooter (-14,4%) con sole 16.028 unità vendute. Per i cinquantini si conferma la moria generale con solamente 1.829 pezzi venduti nel mese di maggio che valgono un -13,7%. Nel complesso i primi cinque mesi dell’anno rappresentano un andamento positivo del mercato delle due ruote, con 110.385 immatricolazioni (veicoli superiori a 50cm3) pari al +7,3%, di cui 58.183 scooter +5,2% e 52.202 moto che realizzano un +9,8%.

Andrea Dell’Orto, Presidente di Confindustria ANCMA ha analizzato i dati del mercato: “Il quadro economico generale offre in prospettiva motivi di seria preoccupazione a causa di una sostanziale stagnazione. La flessione del nostro mercato, da anni in controtendenza rispetto a molti altri, è dovuto principalmente ad un meteo particolarmente inclemente, con molti giorni piovosi che hanno rimandato gli acquisti. Inoltre va sottolineato che ci si confronta con un maggio 2018 che aveva registrato il picco delle vendite. Contiamo di riprendere in generale un trend di crescita nei prossimi mesi, confidando anche sugli effetti degli incentivi sui veicoli elettrici, che abbiamo chiesto di estendere e che stanno fornendo i primi risultati positivi”.

Tra gli scooter l’andatura viene tenuta specialmente dalla categoria 300-500 cc con 22.854 veicoli e un +13,9%, seguono i 125 cc con 20.715 unità pari a un +6,3% e i 150-250 cc con 9.470 pezzi in flessione pari al -8,9%. Negativi i maxiscooter oltre i 500 cc con 5.140 immatricolazioni e un -3,1%. Tra le moto fa da padrona la categoria delle 800-1000 cc 15.056 vendite e un +16%, seguite da quelle oltre i 1000 cc con 13.513 pezzi e un +1,5%. Migliorano anche le medie cilindrate tra 600 e 750 con 8.521 moto e un +3,8%, così come è da segnalare la crescita per le moto da 300 a 500 cc con 8.870 unità pari al +19,5%. Non trascurabile l’incremento delle 125 cc con 5.125 vendite e un +19,1%. Scendono solamente le moto da 150-250 cc con 1.117 pezzi pari a un -14,7%.

I Video di Motori.it

Hankook Winter i*cept evo2, i pneumatici invernali Ultra High Performance

Altri contenuti