Suzuki Katana Jindachi, fascino vintage con tutto di serie

La versione Jindachi arricchisce la Suzuki Katana con numerosi accessori tra cui lo scarico Akrapovic in titanio e il prezzo definitivo non è esagerato.

Suzuki Katana Jindachi, fascino vintage con tutto di serie

di Francesco Donnici

24 Maggio 2019

La gamma della nuova Suzuki Katana, rivisitazione moderna della celebre moto prodotta dalla Casa di Hamamatsu dal 1981 al 1986, viene ampliata con l’introduzione di un inedito allestimento speciale battezzato Jindachi e caratterizzato da una dotazione sofisticata e completa. Anche la Katana Jindachi continua ad ispirarsi alle spade dell’antica cultura nipponica, infatti il nome Katana si rifà alla mitica e celebre spada giapponese e Jindachi identifica una specifica categoria di spade a lama lunga, “caratterizzate da ornamenti magnifici e finiture di pregio assoluto.”

Questa nuovo allestimento punta infatti ad offrire la medesima attenzione al dettaglio proposto dalle spade Jindachi: la dotazione offerta di serie dall’inedita versione comprende infatti lo scarico in titanio sviluppato ad hoc per la Katana dagli specialisti della Akrapovic. Questo terminale, oltre a conferire alla linea della moto un look più personale e aggressivo regala anche un sound particolarmente entusiasmante e coinvolgente.

La lista di accessori prosegue con la presenza del cupolino maggiorato, studiato per proteggere il motociclista quando si viaggia ad alte velocità. Non manca l’adozione di una sella bicolore nera e rossa personalizzata con il logo Katana, mentre la carrozzeria risulta personalizzata con adesivi che sottolineano il look tagliente di questa moto. Infine, altri accostamenti cromatici e dettagli in carbon look impreziosiscono i cerchi e numerosi dettagli della Katana.

Un listino che strizza l’occhio al cliente

Il valore di tutti questi accessori raggiunge la cifra di 1.500 Euro, ma la Casa di Hamamatsu ha deciso di fare un regalo agli appassionati delle due ruote offrendo la versione speciale Katana Jindachi al prezzo di listino di 14.290 Euro, ovvero appena 600 euro in più rispetto alla variante “standard” e con un vantaggio per la clientela di ben 900 Euro. La Katana Jindachi risulta già disponibile presso gli show room ufficiali Suzuki e può essere ordinata sia nella colorazione Silver che evoca la Katana degli anni ’80 e che con l’elegante livrea “Black”.

Ricordiamo che la Suzuki Katana sfrutta il poderoso propulsore da 150 CV derivato dall’unità utilizzata sulla pluripremiata GSX-R1000 K5. Questa motorizzazione quattro cilindri, sempre fluida e progressiva fin dai bassi regimi, si sposa alla perfezione con il un telaio in alluminio rigido e compatto e con la forcella upside-down KYB da 43 mm. Per quanto riguarda i freni, l’impianto della Brembo risulta con pinze freno anteriori ad attacco radiale e sistema ABS firmato Bosch che lavora in tandem con il controllo elettronico della trazione.

Tutto su: Suzuki