eQooder: lo scooter a 4 ruote diventa elettrico

Mantiene le esclusive sospensioni e-HTS a controllo elettronico, e si dota di un inedito powertrain da 150 km di autonomia. Anteprima al Salone di Ginevra.

Agilità, maneggevolezza, comfort, ampie possibilità di impiego: gli atout da sempre indicati quali “basi concrete” per i veicoli a due ruote, e per gli scooter in particolare, con le rinnovate esigenze di mobilità “green” si arricchiscono di un’ulteriore caratteristica, ovvero l’alimentazione 100% elettrica, che sulla base dei recentissimi consuntivi di mercato relativi a gennaio 2020 ha messo a segno 774 nuove immatricolazioni nel nostro Paese, dimostrando una buona incidenza sul totale dei 14.623 nuovi motoveicoli immessi in circolazione, cifra che corrisponde ad un aumento del 7,7% rispetto a gennaio 2019.

Ecco i prezzi

Sul tema “mobilità eco friendly a due ruote”, un nuovo attore si prepara all’esordio: si tratta della factory svizzera Quadro Vehicles, che a due anni esatti dall’anteprima di Qooder – rivoluzionario progetto di maxi scooter a quattro ruote, soluzione cui l’azienda svizzera non era del tutto nuova, avendo in passato prodotto Quadro4 – annuncia, per l’imminente Salone di Ginevra 2020, l’inedita declinazione 100% elettrica di Qooder nella propria veste definitiva, e pronta al debutto commerciale. L’eQooder (questo il nome scelto) debutta in listino con prezzi che vanno da 17.490 euro a 20.490 euro (cioè, al netto dell’Ecobonus, a partire da 14.490 euro), e non sostituisce alcun modello esistente: va, in effetti, ad arricchire la lineup Qooder provvista di unità motrici a quattro tempi.

Una nuova proposta per la mobilità pulita

L’eQooder, provvisto di propulsione elettrica, dal punto di vista dello sviluppo del comparto moto (in cui diversi modelli elettrici sono già in vendita) offre un’interessante proposta in più verso l’evoluzione della mobilità urbana e metropolitana in chiave “zero emissioni”. In più, c’è un altro aspetto tecnicamente di rilievo, nel caso dell’inedito eQooder: all’atto pratico, risulta essere il primo veicolo al mondo provvisto delle ormai celebri 4 ruote ad azione basculante, e in questo caso dotato di sistema di propulsione “silenzioso” ed a emissioni nulle allo scarico.

61 CV e meno di 6 ore per la ricarica

Tecnicamente, eQooder viene equipaggiato con un motore elettrico da 45 kW (61 CV) di potenza e 110 Nm di coppia massima sviluppato dalla californiana Zero Motorcycles (azienda specializzata nel settore delle 2 ruote elettriche da oltre dodici anni), affiancato di serie alla tecnologia di frenata rigenerativa (cioè con recupero dell’energia cinetica prodotta nelle fasi di decelerazione e di frenata) ed alla retromarcia. L’autonomia dichiarata è nell’ordine di 150 km; la ricarica richiede, collegando gli accumulatori ad una comune “presa” domestica a 220V, meno di sei ore.

Il modulo powertrain di eQooder si abbina al noto schema tecnico che rende Qooder – a doppia trazione posteriore con differenziale meccanico ed impianto frenante integrale sulle 4ruote – un veicolo unico nel proprio genere: il riferimento va al sistema di  sospensioni e-HTS (Hydraulic Tilting System) a controllo elettronico, che contribuiscono al contenimento del peso di Qooder e influiscono positivamente sul baricentro, a tutto vantaggio della maneggevolezza.

Qooder a Eicma 2019 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Yamaha Ténéré 700 Rally Edition

Altri contenuti