Airbag Moto: bocciato il Decreto Fiscale

L’emendamento per la detrazione fiscale riguardante gli airbag da moto è stato bocciato dalla Commissione Bilancio della Camera per mancanza di coperture.

Alcuni giorni fa abbiamo parlato dell’approvazione presso la Commissione finanze del Parlamento di un emendamento per la detrazione fiscale riguardante gli airbag da moto, in modo da agevolare l’acquisizione di uno strumento che avrebbe innalzato la sicurezza stradale, specie per i motociclisti, la categoria più a rischio. Questo però non ha superato la seconda fase ed è stato stoppato per mancanza di coperture. La decisione della commissione Bilancio della Camera fa parte di ben sedici condizioni da rivedere per l’approvazione del provvedimento, volte a garantire il rispetto del vincolo di copertura imposto dalla Costituzione. Un’illusione durata troppo poco, ma che aveva fatto gioire chi la strada la vive su due ruote.

Nascita e morte dell’emendamento

L’emendamento era stato proposto dal deputato M5S Nunzio Angiola, che dopo un buon slancio iniziale verrà accantonato in fretta e furia, riducendo la sicurezza sulle strade. Sono mancate le coperture, che nella fattispecie si traducono in uno stanziamento di circa 30 milioni di euro volti a finanziare la detrazione fiscale del 50% (fino a un massimo di 250 euro) sull’acquisto di capi di abbigliamento tecnico che avessero in dotazione un sistema airbag, senza fare distinzione tra gilet e capi con dispositivo integrato. Una proposta unica nel suo genere (almeno in Italia) che avrebbe portato un grande beneficio a tutti coloro che viaggiano in moto sulle strade del Bel Paese.

I Video di Motori.it

Nuova Renault Captur 2020

Altri contenuti