Koenigsegg Jesko Red Cherry Edition: esemplare unico per la hypercar da 1.580 CV

Già esclusiva nella versione esposta al Salone di Ginevra, la nuova ultracoupé svedese viene ora elaborata nell’estetica. È un esemplare unico, dal prezzo “pericolosamente” vicino a 2,4 milioni di euro.

“Estrema” è dir poco: del resto, ciò – essendo funzionale ad elevatissime prestazioni aerodinamiche e prestazionali – rappresenta una delle voci che i piccoli atelier specializzati nella realizzazione di hypercar tengono da sempre in primo piano. Koenigsegg è uno di loro: e lo ha ribadito, lo scorso marzo, attraverso la presentazione della immaginifica Jesko, supercoupé da oltre 1.200 CV (1.262 CV, per la precisione) in configurazione standard oppure quasi 1.600 CV se alimentata con bioetanolo E85 (qui il nostro approfondimento). Programmata per una “tiratura” in 125 esemplari – quasi tutti venduti, fra l’altro -, Koenigsegg Jesko ha ora ricevuto una ulteriore “dose” di personalizzazione da parte degli stilisti di Luxury and Expensive, azienda specializzata nella confezione di articoli di altissima gamma.

Ribattezzato “Red Cherry Edition” per la particolare nuance del corpo vettura, l’esemplare unico sviluppato su base Koenigsegg Jesko porta in dote, all’esterno del corpo vettura, una livrea “rosso ciliegia” creata ad hoc ed un set di cerchi in fibra di carbonio, dedicati, a diametro differenziato (20” gli anteriori, 21” quelli posteriori): finiture che si abbinano ai molti accenti in carbonio “tradizionali” nelle creazioni dell’azienda semi-artigianale di Ängelholm fondata nel 1994 da Christian von Koenigsegg: una tecnologia che permette alla fantascientifica hypercar svedese di mantenere un peso “a secco” di 1.320 kg, e 1.420 kg in ordine di marcia.

Sarebbe interessante conoscere le peculiarità dell’abitacolo di Koenigsegg Jesko Red Cherry Edition, sebbene l’azienda svedese offra ai clienti la più ampia varietà di personalizzazione. E non potrebbe essere altrimenti, tenuto conto del prezzo assolutamente stratosferico richiesto per l’esemplare Red Cherry Edition “riveduto e corretto” da Luxury and Exclusive: 2.350.000 euro. Importo dichiarato “di partenza”, dunque ampiamente suscettibile di una “corsa al rialzo” in funzione degli accessori supplementari a disposizione del facoltosissimo cliente che si accaparrerà l’esemplare.

Con questa cifra, tuttavia, si entra in possesso della hypercar dichiarata erede di Agera RS, la supersportiva a motore V8 5.0 da 1.360 CV che rappresenta un punto fermo per Koenigsegg; e chiamata a rinnovare la sfida nei confronti di Bugatti Chiron, che – come era stato indicato al momento del “vernissage” del salone di Ginevra 2019 – si concretizza in una velocità massima di 480 km/h (addirittura più della stessa Agera RS, protagonista nell’autunno 2017 del record di 445 km/h, con una punta di 460 km/h, registrata nel deserto del Nevada), frutto di una rielaborazione dell’unità 5.0 V8 da 1.262 CV con benzina a 95 ottani, e fino a 1.580 CV a 8.500 giri/min, ed una forza motrice da ben 1.500 Nm di coppia massima, se alimentata a bioetanolo E85. Un engineering motoristico, abbinato ad un sistema di trasmissione LST-Light Speed Transmission (che si avvale di un gruppo cambio a nove rapporti e frizione multipla e possibilità di utilizzo del sistema in modalità sequenziale, a cambio manuale o con levette al volante, oppure a tecnologia POD-Power On Demand), funzionale ad una raffinatissima aerodinamica che, a 275 km/h, offre una downforce di 1.000 kg tondi tondi.

Altri contenuti