Mercedes G650 Maybach Landaulet: cifra da capogiro per l’ultimo esemplare

Ben 1.200.000 euro: è quanto sborsato da un enthusiast belga per l’esemplare numero 99 della Gelandewagen allestita Maybach. L’intero importo sarà devoluto in beneficenza.

La Mercedes Classe G più “ostentata”, accessoriata e stravagante di sempre ha un nuovo proprietario. L’ultimo, come ultimo era l’esemplare di Mercedes G650 Maybach Landaulet prodotto, messo all’asta lo scorso weekend in Belgio e aggiudicato per una cifra che resterà negli annali della lunghissima storia della Gelandewagen: 1,2 milioni di euro. Tanto è stato sborsato da un (facoltoso) appassionato belga, la cui identità rimane riservata, per entrare in possesso dell’unità “numero 99” di G650 Maybach Landaulet.

La vettura era stata messa all’incanto in occasione della “Zoute Sale”, evento promosso dalla Casa d’aste specializzata Bonhams che si è svolto nell’ambito dello “Zoute Grand Prix”, kermesse aperta a tutti gli enthusiast di automobilismo storico tenutasi a Knokke Le Zoute, celebre località balneare situata ad un tiro di schioppo dal confine con l’Olanda.

Di rilievo, come detto, la cifra di aggiudicazione dell’ultima Mercedes G650 Maybach Landaulet, praticamente il doppio rispetto ai 630.000 euro raggiunti dalle altre 98 unità prodotte. Importi proibitivi per la maggior parte dei portafogli, anche se occorre specificare che il milione e 200.000 euro sborsato dall’enthusiast belga andrà per una giusta causa: la cifra con la quale la G650 Maybach Landaulet protagonista dell’asta Bonhams sarebbe stata aggiudicata, era finalizzata al progetto “Laureus Sport for Good”, fodazione attiva nell’aiuto a bambini e ragazzi vittime di violenza, discriminazione e bullismo, che vede il Gruppo Daimler-Benz attivo in prima persona nella promozione di iniziative mirate alla tutela sociale dei più giovani.

Autentica “instant classic”, Mercedes G650 Maybach Landaulet rappresenta una evoluzione di altissimo livello della longeva dinastia Classe G, in 38 anni di produzione allestita in una miriade di declinazioni, “ufficiali” e aftermarket, ciascuna di esse relativa ad un preciso percorso di immagine: veicolo “duro e puro” secondo i canoni dell’offroad classico; lussuoso e raffinato; ultrasportivo e con prezzi da appartamento (le versioni Brabus). Il culmine della carriera di Classe G è stato raggiunto, al Salone di Ginevra 2017, con l’esposizione della G650 Maybach Landaulet, che suscitò stupore fra i visitatori della rassegna svizzera.

Questa particolarissima evoluzione del “progetto Gelandewagen” è stata allestita sul telaio della  G 500 4×42 a passo lungo (3.428 mm), per una lunghezza totale 5,345 m e 2,23 m di altezza: dimensioni che, unitamente alla accuratissima qualità degli allestimenti, rendono la maestosa “Landaulet” un veicolo più adatto alle cerimonie ufficiali che alla guida offroad. A cominciare dalla personale configurazione del corpo vettura (“Landaulet”, appunto) nella quale conducente e passeggero anteriore sono seduti “al chiuso”, mentre gli occupanti i sedili posteriori possono approfittare della capotte aperta. Oltre a questo, Mercedes G650 Maybach Landaulet presenta predellini ad azionamento elettrico per l’ingresso a bordo, dettagli carrozzeria in fibra di carbonio, cerchi da 22″ con pneumatici da 325/55 R 22 (elevatissima l’altezza minima da terra: ben 450 mm).

E ancora: rivestimenti abitacolo in pelle pregiata, controllo indipendente della climatizzazione per la zona posteriore dell’abitacolo, due display multimediali da 10″ sul pannello divisorio, sedili singoli a regolazione continua, totalmente reclinabili e dotati della funzionalità “Multicontour; e una “consolle business” con  portabottiglie termici, scomparti portabicchieri fra ciascuno dei sedili e due tavolini ripiegabili per l’impiego di notebook e tablet.

Adeguata alle caratteristiche del veicolo è la motorizzazione scelta: si tratta dell’unità 6.0 V12 sovralimentata con doppio turbocompressore, che eroga 630 CV di potenza e una forza motrice da 1.000 Nm di coppia massima, abbinata alla trazione integrale con bloccaggio al 100% dei differenziali.

Mercedes Classe G: prodotto l’esemplare numero 300mila Vedi tutte le immagini
Altri contenuti