Simulatori e videogiochi di auto: i migliori titoli per la quarantena da Coronavirus

Una consolle o un PC, il modulo volante e pedaliera, e chiunque può cimentarsi alla guida di una monoposto, un prototipo, una GT o una hypercar.

L’emergenza da Coronavirus costringe, come molte circostanze critiche che riguardano la collettività, a ripensare in modo radicale il vivere quotidiano. “Ubi maior, minor cessat”: di fronte alla pandemia che da settimane attanaglia l’intero Pianeta, non resta che modificare le proprie abitudini e adeguarsi alle necessità. Del resto, ne va della salute di tutti: della nostra e, soprattutto, degli altri. Pensiamo, a questo proposito, che gli “irriducibili” sostenitori delle competizioni non avranno problemi ad essere d’accordo con noi sul forzato stop alle corse, che del resto rientra nel “lockdown” di gran parte delle attività nel mondo. Per il momento, è essenziale mettere in atto tutto il necessario per concentrare gli sforzi di tutti nel contrasto al Covid-19. Più avanti, si vedrà.

>> Guidare in Italia al tempo del Coronavirus: le regole da seguire

>> Manutenzione auto: consigli per la quarantena da Coronavirus

>> Coronavirus: officine, carrozzerie, manutenzione auto e moto, chi può rimanere aperto

Le possibilità per aiutarsi, dal punto di vista psicologico, a superare i notevoli disagi da “chiusura forzata” fra le mura domestiche ci sono, in ogni caso. E, chi può metterle in atto, si ritenga fortunato: migliaia di persone, in queste settimane (che, ci auguriamo con tutto il cuore, termineranno prima possibile) non possono. Leggere, dedicare più tempo alle proprie attività che “in tempi normali” spesso si tende a mettere da parte; curare la piccola manutenzione alla propria auto o moto; e, perché no?, approfittare delle tecnologie multimediali per “farsi un giro” (non “reale”… quasi) al volante di una monoposto, di una vettura da Turismo o in assetto Rally, di una GT: è un po’ come continuare a mantenere attiva la propria passione verso l’automobile in generale (e verso il motorsport in particolare). Simulatori di guida, piattaforme online per sfidarsi e videogiochi sviluppati specificamente non mancano. Di seguito una carrellata dei principali programmi disponibili sul mercato.

Simulatori di guida

Più che “semplici videogame”, vengono progettati per riproporre sullo schermo tutta la gamma delle situazioni in cui un pilota può trovarsi (sensazioni comprese). Sono, per intenderci, quelli che gli stessi piloti utilizzano per mantenersi in allenamento e per testare le soluzioni di assetto e meccatronica messe a punto dagli ingegneri. In chiave un po’ meno “sofisticata” (e costosa), i simulatori di guida sono alla portata di chiunque.

  • Gran Turismo Sport. È uno dei “grandi nomi” del settore: la piattaforma Polyphony Digital per PlayStation 4 mette a disposizione dell’utente decine di vetture: coupé, spider, GT, hypercar; modelli in normale prouduzione e supercar progettati specificamente per gli “smanettoni” da consolle; alcuni dei quali hanno fatto, e fanno, bella mostra di se ai Saloni internazionali delle novità di prodotto, in veste di concept.
  • Forza Motorsport 7. Piattaforma compatibile con le consolle Xbox One e per i PC, “eterna rivale” di Gran Turismo, offre all’enthusiast più di trenta circuiti ed oltre 700 vetture. Anche in questo caso, la grafica accuratissima è più reale possibile.
  • iRacing. Piattaforma fra le più ampie, per varietà di specialità a disposizione degli appassionati, è possibile sfidarsi – in abbonamento – nelle principali serie in circuito: dalla Nascar all’Indycar alle più celebri gare di durata (12 Ore di Sebring, 24 Ore di Le Mans), alle monoposto. Occorre, per ben figurare, dotarsi di volante e pedaliera.
  • Assetto Corsa (anche in versione migliorata Assetto Corsa Competizione). Simulatore progettato in origine per utilizzi professionali e, in un secondo momento, messo a disposizione di una vasta platea di utenti, va utilizzato esclusivamente con volante e pedaliera. Proprio per mettere il giocatore in condizione di ricreare in maniera più fedele possibile l’esperienza di guida “racing”. Anche per questo, è possibile intervenire su un ventaglio di settaggi decisamente ampio.
  • Project Cars. Piattaforma compatibile per Xbox One, PlayStation 4 e PC, presenta più di cinquanta tracciati differenti, tutti – va da se – “disegnati” nei minimi dettagli, e quasi duecento vetture che si riferiscono a pressoché tutte le categorie delle specialità in pista.
  • RFactor 2. Altro simulatore professionale – per questo, al pari dei suoi principali competitor, rende “obbligatorio” il dotarsi di un volante -, permette all’utilizzatore di cimentarsi in monoposto e con le “ruote coperte”, potendo peraltro scegliere fra diverse “modalità meteo”.
  • F1 2019. Simulatore per Xbox One, PlayStation 4 e PC, si basa sul Campionato mondiale F1 della stagione 2019, con l’aggiunta di alcune monoposto classiche (Ferrari F1-90, Ferrari F10, McLaren MP4/5B, McLaren MP4-25), la possibilità di cambiare la livrea della monoposto in modalità online, della tuta dei piloti e i Campionati 2018 e 2019 di F1.
  • DiRT Rally 2.0. Dedicato al Mondiale Rally, è un simulatore che riproduce diverse prove speciali e presenta scuderie e piloti autentici. Fra gli ultimi “driver” che in ordine di tempo hanno sviluppato un personale progetto “a tema”, il giovanissimo Oliver Solberg, “figlio d’arte”, che ha di recente lanciato “The Solberg Race”, competizione virtuale avviata alla fine di marzo.
  • Wreckfest. Avete voglia di “sfogarvi”, facendo a pezzi le vecchie auto secondo una specialità fra lepiù gettonate nel mondo anglosassone? Questo simulatore fa per voi. L’ambientazione è quella dei Demolition Derby: vince chi demolisce più auto fra i propri avversari.
  • Dallara Esports Championship. Proprio attraverso la piattaforma Assetto Corsa è possibile iscriversi, e prendere parte, al simulatore di guida “made by” Dallara. Il progetto, firmato dai tecnici della vulcanica factory di Varano de’ Melegari in collaborazione con AK Informatica e avviato lo scorso 30 marzo, permette di cimentarsi alla guida della “barchetta” (o coupé, a seconda del modello) Dallara Stradale al Mugello, a Imola, a Brands Hatch, a Spa-Francorchamps, con gare trasmesse cui canali social Dallara e iscrizione che viene devoluta all’Ospedale universitario di Parma ed all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo per far fronte all’emergenza da Coronavirus.
  • Esports Wtcr Series. Ovvero: sfidare “sul campo” i migliori esponenti della massima categoria Turismo. La serie, inziata con le qualifiche e la prima gara all’Hungaroring nel weekend del 31 marzo e lunedì 6 aprile, proseguirà allo Slovakia Ring (qualifiche dal 31 marzo e gara lunedì 20 aprile), al Ningbo International Speedpark (qualifiche dal 14 aprile; lunedì 4 maggio la gara) e a Sepang (qualifiche dal 28 aprile; gara lunedì 18 maggio). In lizza, le vetture che hanno preso parte alla stagione 2019 della World Touring Car Cup, dalla Hyundai i30 ad Alfa Romeo Giulietta Veloce. Ogni gara viene trasmessa, in diretta, sui canali social Facebook e YouTube del Wtcr.

Videogiochi

  • Need for Speed: Heat. Decisamente longevo, questo videogame – lanciato nel 1994 – disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC, offre all’appassionato un parco veicoli che si articola su modelli riprodotti dalla realtà e che può a sua volta essere ampliato.
  • Forza Horizon 4. Ogni “uscita” presenta nuovi scenari che si snodano nelle più varie ambientazioni geografiche, e che l’appassionato ha la possibilità di affrontare attingendo ad un vasto parco auto.
  • Asphalt 9. In origine era stato sviluppato per i device portatili, successivamente è stato reso compatibile con i PC e la consolle Nintendo Switch: grafiche particolarmente accurate e ampio parterre di vetture “reali” (vengono riprodotte su licenza).

 

I Video di Motori.it

Auto e Moto d’Epoca: aspettando l’apertura…

Altri contenuti