Top Gear: il programma si ferma fino al 2013

Il celebre programma della BBC subirà uno stop per lasciare posto a X-Factor di Simon Cowell.

Il celebre programma della BBC subirà uno stop per lasciare posto a X-Factor di Simon Cowell.

La notizia è di quelle capaci di sconvolgere le serate degli appassionati che aspettano sempre con curiosità e interesse le scorribande del trio di Top Gear: quest’anno la serie dovrà prendersi una pausa fino a Gennaio. Nessun autunno caldo quindi, al posto di traversi e sfide improbabili dovremo accontentarci di riscaldare l’atmosfera con una bella cioccolata calda. Per fortuna noi di Motori.it abbiamo potuto vestire i panni di Stig per un giorno guidando sulla pista del noto programma la velocissima McLaren MP4-12C.

La bomba mediatica è stata sganciata direttamente dal capobanda della serie, l’irriverente Jeremy Clarkson, il quale, sul suo profilo Twitter, ha spiegato che, a parte uno speciale di Natale, Top Gear si prenderà una pausa fino a Gennaio 2013 quando inizieranno ad andare in onda i nuovi episodi.

Il motivo alla base di questa pausa forzata lo spiega lo stesso Clarkoson a modo suo: lasciare spazio “al popolo di cantanti grassoni di X-Factor“. Il presentatore aggiunge che non è per niente contento di farsi da parte, ma il talent show di Simon Cowell è un colosso, mentre Top Gear è definito come un furgone di medie dimensioni. Un furgone che rimarrà parcheggiato fino a Gennaio prima di tornare a sgommare e ad entusiasmarci con le sue trovate a limite del possibile.

Niente paura dunque, Top Gear tornerà, un po’ in ritardo ma tornerà, e finalmente le ugole di X-Factor lasceranno il posto all’impareggiabile sinfonia dei motori e alle novità più interessanti del mercato automobilistico. 

McLaren MP4-12C sulla pista di Top Gear Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Auto e Moto d’Epoca: aspettando l’apertura…

Altri contenuti
Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare
Formula 1

Imola: 3 gare della Ferrari da dimenticare

Una vittoria che lascia molti tifosi con l’amaro in bocca; un pauroso incidente che avrebbe potuto avere conseguenze tragiche; un doppio ritiro: tre episodi che, per alcuni aspetti, sono da archiviare fra le giornate-no per le “Rosse”.