Fiat: MegaBonus fino al 30 giugno per chi acquista un’auto nuova

Fiat fino al 30 giugno propone una campagna chiamata MegaBonus con cui si può usufruire di tantissime promozioni per i suoi modelli nuovi.

Fiat lancia una promozione per stuzzicare anche chi non ha una necessità impellente a cambiare auto, infatti fino al 30 giugno sarà disponibile il MegaBonus che consente di avere fino a 6.000 euro di vantaggi. Non è necessario avere un’auto usata da dare in permuta o possedere una vettura da rottamare, Fiat ha pensato al MegaBonus per un ventaglio di situazioni molto ampio. La casa torinese, ad esempio, propone Panda a partire da 7.600 euro oppure Tipo a partire da 11.500 euro, in caso di finanziamento e anticipo 0.

Per tutti quelli che hanno indicato come potenziale vettura da acquistare una tra la Fiat Tipo o la 500L in pronta consegna godranno di condizioni straordinarie, tanto che potranno usufruire del massimo del MegaBonus, ovvero 6.000 euro anche senza permuta o rottamazione. Fiat sta strutturando questa promozione per andare incontro ad ogni tipo di esigenza e per soddisfare i suoi clienti nel miglior modo possibile.

La campagna MegaBonus di Fiat propone a tutti i vantaggi già apprezzati lo scorso mese con la MegaRottamazione, la prima campagna di rottamazione aperta anche a tutti coloro che non sono i proprietari del veicolo, né parenti dell’intestatario. Per la campagna pubblicitaria il Brand torinese si avvale ancora una volta di un testimoniale simpatico e accattivante come Fabio Rovazzi e della sua simpatica nonna, protagonisti di un nuovo spot TV. Questa campagna ha poi il supporto della grande professionalità e competenza della Rete di vendita Fiat che ospiterà il pubblico anche nei fine settimana dell’8/9 e del 15/16 giugno.

Fiat al Parco Valentino 2019 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Sergio Marchionne: un anno dopo
News

Sergio Marchionne: un anno dopo

Il 25 luglio 2018 si spegneva, in una clinica di Zurigo, il “grande traghettatore” che in 14 rutilanti anni, lavorando senza sosta, proiettò una Fiat in crisi sotto i riflettori del mondo. La sua eredità.