PSA: riflettori puntati su Peugeot Boxer Electric e Citroen Jumper Electric

Al Birmingham Commercial Vehicle presentate le nuove declinazioni “zero emission”. Ulteriori novità ad alimentazione elettrificata e 100% elettrica debutteranno nel 2020 e nel 2021.

PSA: riflettori puntati su Peugeot Boxer Electric e Citroen Jumper Electric

di Francesco Giorgi

02 Maggio 2019

La strategia di elettrificazione per PSA Groupe, integrata nel maxi programma Push to Pass orientato al 2021 che prevede lo sviluppo di almeno sette novità ad alimentazione ibrida plug-in e quattro varianti 100% “zero emission” e riguarda almeno una versione elettrificata per tutti i modelli della lineup Citroen, DS, Peugeot ed Opel-Vauxhall (nonché, come espresso in occasione del Salone di Parigi 2018 dai vertici del Gruppo francese, la realizzazione di tutti i rispettivi nuovi modelli sulle due piattaforme modulari Emp2 e Cmp), si concretizza anche nel comparto veicoli commerciali: una “voce” di primaria importanza nell’ottica della razionalizzazione del trasporto merci urbano ed inter-city in rapporto ai sempre più stringenti piani anti inquinamento messi in atto, o in fase di esecuzione, da parte delle amministrazioni locali.

A questo proposito, e ad integrazione della propria lineup di veicoli commerciali leader di mercato in Europa (24,7% di incidenza nel 2018), al Birmingham Commercial Vehicle Show che si svolge in questi giorni, PSA svela le “new entry” 100% elettriche Peugeot Boxer Electric e Citroen Jumper Electric, inedite varianti che ampliano le proposte Van ed MPV recentemente poste sotto i riflettori in occasione del Transpotec 2019 (qui il nostro approfondimento). “In ossequio al nostro programma ‘Push to Pass’, obiettivo PSA è la progressiva elettrificazione dell’intera gamma – conferma il responsabile della Divisione Veicoli Commerciali PSA, Philippe Narbeburu – Nello specifico, le due novità ci permettono un atout ancora più competitivo per i nostri marchi nel competitivo settore dei veicoli commerciali leggeri, e l’opportunità di rafforzare la nostra leadership in Europa, anche in risposta alle nuove esigenze di circolazione ‘a zero emissioni’ senza per questo dovere rinunciare alla massima versatilità di impiego richiesta dai clienti”.

Nello specifico, Peugeot Boxer Electric e Citroen Jumper Electric svelati alla rassegna di settore di Birmingham verranno declinati su due differenti livelli di autonomia, in funzione delle rispettive varianti di passo, e – come accennato – mentre la holding si prepara allo sviluppo delle ulteriori novità elettriche ed ibride plug-in che vedremo in un’ottica a breve-medio termine. Secondo il ciclo NEDC, la percorrenza dichiarata per Peugeot Boxer Electric e Citroen Jumper Electric è, rispettivamente, di 225 km per le versioni L1 ed L2, e di 270 km per le varianti L3 ed L4. Dal punto di vista della produzione, dopo l’assemblaggio negli stabilimenti italiani Sevel di Val di Sangro (ricordiamo, dal punto di vista delle strategie industriali, il recente rinnovo della joint venture Fca Italia-Psa, lo scorso febbraio prolungata di ulteriori quattro anni, vale a dire fino al 2023), l’elettrificazione e l’omologazione di entrambi i modelli saranno a cura del partner BD Auto. Più avanti verrà dettagliata la carrellata completa, insieme a prezzi ed allestimenti.

I prossimi step in materia di proposte “green” per la lineup PSA riguardano, nell’ordine, lo sviluppo di varianti elettrificate entro il 2020 per Peugeot Expert e Traveller, Citroën SpaceTourer, Opel Vivaro Cargo e Vivaro Life; e, al 2021, la realizzazione di declinazioni elettriche per le nuove generazioni di Peugeot Partner Tepee Electric e Partner Electric, così come ella lineup Opel-Vauxhall, Citroën E-Berlingo Multispace e Berlingo Electric.

Tutto su: Citroën, Peugeot