Audi S8 2019: l’ammiraglia sportiva si aggiorna

Nuovi dispositivi di controllo multimediale e dinamico, motorizzazione 4.0 V8 TFSI da 571 CV a tecnologia mild-hybrid, e consueta immagine sportiva elegante. Sarà in Italia dopo l’estate. Tutti i dettagli.

Prosegue la strategia di aggiornamento per la produzione di altissima gamma Audi: ad un anno e mezzo dall’attuale nuova edizione della “ammiraglia” A8, e ad una settimana dal dettaglio relativo al sostanzioso upgrade che riguarda il SUV-coupé luxury SQ8 – a sua volta frutto di un programma evolutivo, in chiave high performance, dello “Sport Utility” Q8 -, in queste ore i riflettori di Ingolstadt vengono puntati sulla “tre volumi” top di assortimento Audi S8, declinazione potenziata della ammiraglia A8.

Anticipata attraverso una nota che elenca tutti gli aggiornamenti sviluppati in chiave Model Year 2019 ed alcune immagini di anteprima, Audi S8 2019 porta in dote, nel complesso, l’ampio ventaglio di novità già messe in evidenza dalle “cugine full-size”: sistema di propulsione mild hybrid e disattivazione cilindri, assetto a tecnologia attiva predittiva (ed una novità a tutto vantaggio del comfort per gli occupanti, come vedremo), sistema di sterzo integrale dinamico, connotazione estetica e di layout abitacolo “S” (dunque impreziosita da modanature che ne accentuano gli atout di eleganza e dinamicità propri del modello), un vastissimo modulo di sistemi di ausilio attivo alla guida, infotainment di ultima generazione integrato nei due display MMI Touch, strumentazione Virtual Cockpit provvista di una serie di funzionalità ad hoc, e “ovviamente” la suite di servizi online ad integrazione delle funzioni Car-to-X. Ma andiamo con ordine.

Audi S8: sarà in Italia dopo l’estate

Il debutto in Italia di Audi S8 2019 è fissato per il terzo trimestre di quest’anno (nelle prossime settimane saranno dunque dettagliati i prezzi e gli allestimenti: non dovrebbero in ogni caso discostarsi troppo dall’attuale listino, che parte da, rispettivamente, 128.800 euro per S8 4.0 TSI 520 CV e da 146.850 euro per la ancor più “poderosa” variante “Plus” da 605 CV).

Corpo vettura: la dinamicità dell’allestimento “S”

La nuova edizione high performance della berlina ammiraglia dei Quattro Anelli presenta al corpo vettura, leggermente aumentato nelle dimensioni (5,17 m di lunghezza “contro” gli attuali 5,417 m: come già avviene per A7 ed A8, anche S8 verrà proposta in una esclusiva variante “passo lungo”, tuttavia soltanto per USA, Canada, Cina e sud Corea) e provvisto di cerchi “S” da 21”, specifici accenti sportivi in corrispondenza del paraurti anteriore, delle “minigonne” laterali sottoporta e dei gusci degli specchi retrovisori esterni: tutti elementi, come si accennava, caratteristici delle declinazioni “S”. Già comunicato un primo assortimento di accessori e “pacchetti” a richiesta: oltre a nove tinte carrozzeria (a loro volta arricchite da un “pacchetto nero” disponibile in opzione), a scelta del cliente c’è, in particolare, il “pacchetto” Audi Design Selection in tinta argento pastello con dettagli abitacolo in fibra di carbonio “Vector” ad effetto 3D. Relativamente all’impianto di illuminazione, in alternativa ai gruppi ottici Full Led sarà possibile optare per la fanaleria a tecnologia Matrix Led HD con luce laser Audi e fanali posteriori Oled.

Abitacolo e multimedialità: le nuove funzioni hi-tech

L’abitacolo, “ovviamente” di tono sportivo a replicare le peculiarità esterne (da notare: finitura Carbon “Vector” ad effetto tridimensionale per la plancia, ed accenti in alluminio opaco dedicati), abbina sedili semi-anatomici multiregolazione, fianchetti pneumatici e comandi riscaldamento, ventilazione e massaggio (tutti ad azionamento elettrico) ad un ambiente hi-tech: il recente expertise Audi in materia di soluzioni multimediali up-to-date, già ampiamente collaudato nell’attuale nuova generazione della lineup di fascia medio-alta di Ingolstadt, trova espressione, nella nuova S8, attraverso il sistema di strumentazione digitale Audi Virtual Cockpit (qui provvisto di layout strumenti – contagiri e tachimetro – visualizzati nella tradizionale forma circolare in configurazione standard ma con dettagli grafici in rosso, tipici di Audi S8; e con visualizzazione mappa verso il centro del quadro nella modalità “Infotainment”, nonché a contagiri collocato verso il centro dell’Audi Virtual Cockpit nella modalità “Performance”, in cui fra l’altro i valori di potenza e coppia erogate vengono rappresentati a valori percentuali); e nei due schermi a controllo tattile ed acustico che formano il modulo MMI Touch response di gestione del dispositivo infotainment MMI Plus (con assistente vocale Alexa) che impiega lo standard di connettività LTE Advanced ed integra un hotspot WLAN: climatizzazione, funzionalità Comfort, immissione testi, navigazione con memoria destinazioni preferite e rilevazioni ottenute dal cloud (suite di servizi Audi Connect che integra i sistemi Car-to-X di informazioni segnaletica ed informazioni sui pericoli e ricezione delle informazioni dai semafori al veicolo per adattare la velocità in funzione dell’”onda verde”, sistema che ha debuttato a bordo di SQ8) tra le funzioni multimediali di bordo.

ADAS: ben 38 sistemi di ausilio attivo alla guida

Decisamente “corposo” il ricorso ai sistemi di assistenza alla guida: Audi S8 ne integra ben 38, tutti inclusi nei “pacchetti” City e Tour: l’equipaggiamento va dall’Adaptive Cruise Assist (con Adaptive Cruise Control, Traffic Jam Assist ed Active Lane Assist) al sistema di assistenza alla guida adattivo in abbinamento al Predictive Efficiency Assist, al sistema di assistenza agli incroci, assistenza al traffico trasversale posteriore, avvisi di cambio corsia ed uscita passeggeri, assistenza alle manovre, avvertimento di avvicinamento ai cordoli, e – compresa nel “pacchetto” di assistenza City – la tecnologia Audi Pre-sense, che va ad aggiungersi ai dispositivi Pre-sense Front e Pre-sense Rear, andando a formare il modulo di controllo predittivo Audi Pre-sense 360° con comando di sollevamento di 80 mm del corpo vettura per consentire l’assorbimento dell’urto in una zona ancora più resistente. L’intero modulo di sistemi di ausilio ed assistenza viene controllato mediante un sistema di telecamere perimetrali e centralina zFAS di assistenza che riceve le informazioni da cinque sensori radar, sei telecamere, dodici sensori a ultrasuoni ed uno scanner laser.

Audi S8: anche per lei c’è la tecnologia mild-hybrid

Sotto il cofano, Audi S8 viene equipaggiata con l’unità motrice 4.0 V8 TFSI corredata della ben conosciuta tecnologia di elettrificazione “mild-hybrid” ad alternatore-starter RSG azionato a cinghia e collegato all’albero motore, che permette il recupero dell’energia durante le fasi di decelerazione ed il suo stoccaggio in una piccola batteria agli ioni di litio per il suo re-invio ai dispositivi integrati nella rete di bordo a 48V. Dati alla mano, informa Audi, nella normale guida quotidiana la tecnologia MHEV che equipaggia anche la nuova S8 contribuisce ad una riduzione dei consumi nell’ordine di 0,8 litri per 100 km: non che questo incida molto sulle necessità di economia da parte dei proprietari (si tratta pur sempre di una “super-berlina” da quasi 150.000 euro), tuttavia risulta rilevante l’attenzione dei tecnici del Gruppo Vag, ed in questo caso Audi, verso la ricerca all’ottimizzazione dell’efficienza del gruppo propulsore. Si rifà a questo principio, ad esempio, l’adozione della funzionalità di guida “coasting”, così come il ricorso alla tecnologia COD-Cyliinder On demand, che nelle condizioni di lavoro a basso-medio carico disattiva i singoli cilindri e viene incontro alle esigenze di attenzione alle emissioni; e lo stesso dispositivo di assistenza alla guida adattivo abbinato al Predictive Efficiency Assist che adotta uno stile di guida “in linea” con il programma di guida selezionato, andando quindi a favorire lo sfruttamento ottimale della tecnologia “ibrido leggero”.

Su strada, Audi S8 2019 viene dichiarata per una velocità massima di 250 km/h (autolimitati): valore senz’altro elevato, del resto ampiamente consentito dall’unità V8 biturbo mild-hybrid e canne cilindri in ghisa innestate nel basamento in alluminio in modo da contribuire alla riduzione degli attriti, che eroga una potenza di 571 CV ed 800 Nm di coppia massima.

Dinamica veicolo: le novità di assetto e modalità di guida

La trazione integrale permanente Quattro accompagna, relativamente alla dinamica veicolo, l’adozione di un nuovo sistema attivo predittivo di settaggio delle sospensioni pneumatiche, la cui regolazione avviene in maniera istantanea al mutare delle condizioni di guida e del fondo stradale rilevate dalla telecamera anteriore. Da segnalare, tra le funzionalità integrate nel modulo Audi Drive Select di commutazione delle varie modalità di guida, la presenza di un programma “Comfort+” che si incarica di annullare il rollio attraverso una inclinazione del corpo vettura fino a tre gradi all’interno di curva, e della funzione “Dynamic” sviluppata per contenere il rollio entro 2.5 gradi.

Audi S8 2019: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti