Mercedes-AMG GT R Roadster 2019: in anteprima al Salone di Ginevra

Operazione-restyling per la super-roadster da 585 CV della Stella a Tre Punte, che porta in dote un importante affinamento aerodinamico attivo ed il consueto “upgrade” all’unità motrice.

Una nuova edizione della lineup high performance Mercedes-AMG GT si prepara ad affrontare la platea del grande pubblico: si tratta della aggiornata declinazione AMG GT R Roadster, variante “tradizionalmente” soft-top (ma con alcuni upgrade di rilievo) della supercoupé biposto di Stoccarda che gli appassionati ben conoscono, oltre che per il record sul giro rilevato al Nurburgring, anche per il suo ruolo di Safety car ufficiale in F1.

La novità Roadster in chiave “Model Year 2019”, anticipata in queste ore attraverso una prima gallery ed un dettaglio delle peculiarità di contenuto, farà bella mostra di sé all’imminente Salone di Ginevra 2019 (qui la nostra panoramica sulle “new entry” attese alla rassegna che si aprirà, per i visitatori, giovedì 7 marzo e si concluderà domenica 17) nel nutrito parterre di anteprime Mercedes (S65 Final Edition ed SLC Final Edition, il SUV Full-size Mercedes-AMG GLE 53 4Matic+, la nuova declinazione 2019 di Mercedes GLA Shooting Brake, il restyling del monovolume Classe V, il prototipo di multivan 100% elettrico Concept EQV, l’inedita monoposto EQ che verrà schierata in Formula E nella prossima stagione). Il suo ingresso sul mercato è previsto già nei prossimi mesi: ad ulteriore conferma della sua esclusività, ne verranno “tirati” soltanto 750 esemplari. Con l’arrivo della nuova variante, la gamma AMG GT giunge a sedici versioni: cinque nella classica configurazione coupé a due porte, quattro roadster, le due versioni destinate all’impiego agonistico e i cinque modelli dal corpo vettura a quattro porte (le GT4 che, a loro volta, avevano debuttato al Salone di Ginevra 2018).

L’analisi delle immagini diffuse da Mercedes, unitamente alle informazioni tecniche, rivela, accanto alla capote in tela multistrato (che sarà disponibile in una tavolozza di quattordici tonalità di colore) con telaietto in magnesio, alluminio ed acciaio azionabile a comando elettrico, il ricorso ad un deciso aggiornamento aerodinamico, con un’appendice attiva – “ovviamente” in fibra di carbonio – in corrispondenza del paraurti anteriore, che al di sopra di una certa velocità si aziona automaticamente e contribuisce a ribassare la zona frontale del veicolo fino a 40 mm dalla sede stradale, e nello stesso tempo apre un condotto nella griglia “Panamericana” ed aiuta il flusso dell’aria verso la zona posteriore della vettura (ne risulta, così, ottimizzato anche il raffreddamento dell’unità motrice e dell’impianto frenante). Nuovi anche i passaruota supplementari (in fibra di carbonio, materiale impiegato anche per i dettagli estetico-aerodinamici del corpo vettura e per due “pacchetti” di equipaggiamento che saranno a scelta del cliente), che aiutano ad un notevole – per quanto funzionale alle elevate prestazioni assicurate dalla nuova “ultra-raodster” – allargamento delle carreggiate (46 mm all’avantreno; 57 mm al retrotreno) in rapporto alle varianti “standard” AMG GT ed AMG GT S. L’immagine complessiva di Mercedes-AMG GT R Roadster 2019 si completa attraverso l’adozione di un set di cerchi AMG a finitura fucinata e diametro differente (19” gli anteriori, 20” quelli posteriori), l’immancabile Airpanel attivo per l’ottimizzazione dei flussi dell’aria attraverso le feritoie anteriori, l’impianto frenante potenziato che già equipaggia la variante GT R Coupé (freni a disco forati ed autoventilanti da 390 mm all’avantreno e 360 mm al retrotreno; a richiesta è disponibile il “kit” carboceramico, con dischi da, rispettivamente, 402 mm e 360 mm), l’assetto AMG Ride Control con ammortizzatori regolabili e, in configurazione “standard”, il pacchetto di dotazioni AMG Night Package con accenti abitacolo in Piano Black e la targhetta identificativa di ciascun esemplare, ed i sedili semi-anatomici AMG Performance che, in opzione, possono essere arricchiti con il sistema di climatizzazione e riscaldamento e dell’Airscarf intorno alla zona della testa.

Sotto il cofano, Mercedes-AMG GT R Roadster 2019 mantiene l’impostazione della variante Coupé: l’unità motrice viene affidata al performante 4.0 V8 sovralimentato con doppio turbocompressore ed abbinato al cambio 7G Speedshift DCT AMG con Torque Tube in fibra di carbonio e differenziale posteriore autobloccante a controllo elettronico, in grado di erogare una potenza massima di 585 CV a 6.250 giri/min ed una forza motrice da 700 Nm di coppia massima disponibili fra 2.100 e 5.500 giri/min. Naturalmente molto elevati i valori su strada: Mercedes-AMG GT R Roadster 2019 viene dichiarata per una velocità massima nell’ordine di 317 km/h, mentre lo scatto da 0 a 100 km/h richiede appena 2”6.

Mercedes-AMG GT R Roadster 2019: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi A6 Allroad e Mercedes AMG GLE Coupé: la prova

Altri contenuti