Volkswagen Passat: restyling per la versione americana

Volkswagen porta al debutto negli USA la rinnovata Passat nella sua variante destinata al mercato del Nord America.

Volkswagen Passat: restyling per la versione americana

di Giuseppe Cutrone

16 Gennaio 2019

Al Salone di Detroit 2019 Volkswagen ha presentato la rinnovata Passat nella sua variante progettata e prodotta espressamente per il mercato nord americano.

Il restyling della berlina tedesca è consistente, soprattutto a livello estetico. La base rimane l’apprezzata e conosciuta piattaforma modulare MQB, ma la nuova Volkswagen Passsat cambia nell’aspetto presentando un inedito stile per la zona anteriore, dove si notano delle modifiche al disegno dei fari e alla calandra, mentre in coda i gruppi ottici più sottili danno un nuovo slancio al posteriore.

Lateralmente l’attenzione viene catturata dai cerchi in lega di nuovo disegno disponibili nelle misure tra 17 e 19 pollici, mentre gli interni offrono a guidatore e passeggero nuovi materiali di qualità migliorata, con l’aggiunta di un sistema di infotainment con schermo touchscreen e supporto ad Android Auto ed Apple CarPlay.

La nuova Volkswagen Passat americana è proposta sul mercato con un unico motore 2.0 TSI a benzina da 174 cavalli e 250 Nm di coppia massima. A livello di cambio è disponibile invece l’unità automatica a sei rapporti abbinata alla trazione anteriore. Di serie ci sono i gruppi ottici Full LED, gli abbaglianti automatici, l’impianto audio Fender e i sistemi Blind Spot Monitor, Rear Traffic Alert, Front Assist, Lane Assist e Park Assist.

Tutto su: Volkswagen Passat